L’amico Paolo Montera, nelle more della redazione di un comunicato sull’assemblea di oggi della Cisl-Fp, segnala alcuni articoli comparsi sulla stampa online:

Così come Paolo Montera, anch’io sono un po’ stanco ma due righe sull’assemblea sono obbligato a buttarle giù.

Sul fronte della partecipazione l’assemblea è certamente riuscita. Non hanno partecipato meno di 600 colleghi.

Importante l’intervento di Maurizio Bernava, segretario generale della Cisl Sicilia, che mai prima d’oggi si era speso così tanto a difesa della categoria dei lavoratori della Regione Siciliana e che ha attaccato con veemenza l’attegiamento, e non solo, di un presidente che preferisce le luci della ribalta ai tavoli di confronto con i soggetti a ciò deputati.

Sinceramente penoso l’intervento dell’assessora alla funzione pubblica, tanto da suscitare vivaci proteste da parte di non pochi colleghi. C’è voluta tutta l’autorevolezza di Gigi Caracausi, segretario generale della Cisl-Fp Sicilia, per consentire all’assessora di concludere un intervento sicuramente non tagliato sulle attese di una platea sulla cui pelle brucia l’onta di una campagna mediatica al limite della diffamazione e assolutamente insensibile al rispetto della dignità umana prima ancora che professionale dei lavoratori della Regione.

L’unica nota “positiva” da registrare, l’impegno dell’assessora a incontrare la settimana prossima i rappresentanti della Cisl-Fp per un confronto sui temi trattati nell’assemblea di oggi.

Tanti interventi di colleghi e di dirigenti sindacali, un po’ tutti sulla stessa lunghezza d’onda, che con minore o maggiore passione hanno rappresentato lo stato d’animo che si vive da troppi mesi.

Mi è stata offerta la possibilità di intervenire e non mi sono sotratto. Io decisi oltre 10 anni fa che la Cisl fosse il mio sindacato. Io credo nel ruolo del sindacato. Non sempre credo negli uomini che fanno sindacato.

Ho lamentato l’assenza di un piano industriale per la Regione, rispetto al quale siano individuati gli obiettivi che si vogliono conseguire e le risorse che saranno necessarie. Troppa fatica. A differenza del sindaco Orlando che sta procedendo alla riorganizzazione della macchina comunale, senza schiamazzi, senza accuse infamanti, senza azioni illegittime, dopo una fase di studio e dopo l’avvio di corrette relazioni sindacali, noi ci troviamo di fronte a un presidente che colpisce, disprezza, accusa, trasferisce persone come fossero marionette, il tutto sotto i riflettori dei media, senza illustrare uno straccio di progetto, un’ombra di futuro, una speranza per migliaia di lavoratori della Regione che invece vengono invitati ad andarsene altrove se non gradiscono questi atteggiamenti.

Non è questo il presidente che mi aspetto per una Regione. Io sono un lavoratore della Pubblica Amministrazione, lavoro al servizio della comunità e sono tenuto al rispetto della Costituzione, dello Statuto regionale e delle norme vigenti e merito rispetto come meritano rispetto tutte le persone perbene che lavorano alla Regione.

Ho manifestato una certa delusione per l’incontro di oggi. Non mi aspettavo risultati immediati. Mi aspettavo una ancora maggiore partecipazione e soprattutto mi aspettavo una maggiore “incazzatura” di coloro che sono inetrvenuti. Al di là della reazione di alcuni colleghi alle parole dell’assessora alla funzione pubblica, non ho registrato una grande tensione … se non siamo convinti delle nostre ragioni, se non ci mettiamo cuore e passione nella difesa dei nostri diritti … saremo destinati a perdere … e il perdere significherà meno diritti e maggiore arbitrio di chi si sente depositario del potere … ci stiamo muovendo su di un piano inclinato che ci porta verso lo sprofondo.

La presa di posizione della Cisl è importante ma se non faremo sentire il fiato sul collo al sindacato, se non lo faremo partecipe di tutta la nostra rabbia, se non l’aiuteremo a denunciare tutte le storture che si registrano nel nostro Ente, saremo destinati a perdere.

Speriamo che da oggi cominci un nuovo percorso e il sindacato deve tornare a essere al fianco dei lavoratori … altrimenti subirà la stessa fine che hanno fatto alcuni partiti alle recenti elezioni.

Pressappoco questo credo che sia stato il mio intervento … ai presenti l’invito a confermarmelo.

L’assemblea è stata chiusa dall’intervento di Gigi Caracausi. Ho ascoltato un Caracausi in forma, poche battute ma quelle giuste … dobbiamo stanare il presidente sul piano della proposta e questo dovrà avvenire, oltre che ai tavoli di confronto (se questi verranno attivati) attraverso una campagna di comunicazione che metta in luce tutte le contraddizioni di una proposta di governo molto mediatica e fino a oggi poco concreta.

Restiamo in attesa dei prossimi passi del sindacato.

 

Situazione estremamente delicata all’assemblea regionale siciliana.
Pochi soldi e di provenienza incerta e troppi appetiti da soddisfare.
I dipendenti regionali hanno fatto la loro parte. Hanno presidiato a partire dalle ore 11,00 la piazza antistante il Parlamento regionale con una presenza Continua a leggere »

Protetto: Incontro a Catania con i dirigenti

 Cisl Fp  Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.
Feb 212012
 

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

 
Dalle ore 16,30 alle ore 18,00 circa di oggi, 30 gennaio 2012, lunedì, si è tenuto l’incontro tra l’assessore Chinnici e le OO.SS. che ne avevano fatto richiesta e che hanno partecipato alla incontro in Prefettura lo scorso 24 gennaio (procedura di conciliazione e di raffreddamento prima della proclamazione dello sciopero da parte dei dirigenti della Regione).
L’incontro comincia male, Continua a leggere »
 

Oggi, dalle 11,00 alle 13,15 circa, si è tenuta, nella bella cornice del Palazzo della Cultura di Catania, l’assemblea convocata dalla Cisl-Fp di Catania destinata ai dipendenti della Regione Siciliana e degli enti che applicano lo stesso contratto. Continua a leggere »

 

Questa mattina si è riunito presso la segreteria provinciale della cisl-fp di Palermo il direttivo sindacale dei quadri dell’area dirigenti regionali. Continua a leggere »

 

Ricevo dagli amici della Cisl-Fp di Messina e pubblico

Rinnovo CC.CC.RR.LL. Comparto e Dirigenza – Direttive all’ARAN-Sicilia.
INCONTRO DEL 9 NOVEMBRE 2010

Continua a leggere »

 

Dalle ore 17,15 alle ore 19,30 si è tenuto l’incontro tra le ooss dei dipendenti regionali e l’assessore Chinnici. Presente all’incontro anche il dg Bologna.

Per il resoconto dell’incontro vi rinvio alle ore 23,00.

Resoconto pubbliato alle ore 23,25

Continua a leggere »

 

Dalle ore 16,45 alle 18,50 si è tenuto un incontro tra le ooss dei dipendenti regionali, comparto e dirigenza, e i rappresentanti dell’Amministrazione regionale. Il tema: le linee guida per le direttive all’Aran Sicilia in ordine ai rinnovi contrattuali scaduti e agibilità sindacali.

Continua a leggere »

 

Quella che sta per finire, sindacalmente parlando, è stata una settimana con qualche accenno di vivacità.

Continua a leggere »

 

La giornata odierna è stata dedicata interamente all’attività sindacale.

Per un resoconto l’appuntamento è per le ore 23,30.

Resoconto pubblicato alle ore 23,00

Continua a leggere »

 

Ricevo e pubblico dal dipartimento infrastrutture:

“Si fa seguito alla riunione informativa tenutasi in data 27/09 u.s. e si
rappresenta che, per mera dimenticanza, non foss’altro per l’appassionato
dibattito che si è sviluppato e del quale si ringrazia tutta la rappresentanza
delle sigle sindacali, non si è effettuata l’informazione sull’istituzione
dell’Unità di Staff  – Contenzioso e affari legali – per la quale si è data
pubblicità attraverso il sito del Dipartimento in data 24/09/2010.

Per opportuna conoscenza si trasmette il provvedimento di istituzione. La
presente a valore di coda di verbale.
Si ringrazia VFalgares”

 

Testo pubblicato alle ore 22,37 del 27.09.2010

Oggi pomeriggio, dalle ore 16,40 alle ore 19,00 circa, si è tenuto un incontro di informazione del dg Falgares del dipartimento infrastrutture con le ooss dell’area della dirigenza. Oggetto dell’incontro era lo stato dell’arte sul processo di conferimento degli incarichi dirigenziali presso il dipartimento infrastrutture. All’ordine del giorno anche una modifica al ddg 1242 del 28.06.2010.

Il dg Falgares ha illustrato il percorso fin qui seguito nell’affidamento degli incarichi relativamente ai quali ha consegnato alle ooss una tabella con tutti gli incarichi a oggi conferiti. Conta di completare il quadro degli incarichi dei circa 360 dirigenti in servizio presso il dipartimento entro le prossime 48 ore (nuovo assessore e conferma dell’incarico permettendo). Il dg Falgares non ha però spiegato le ragioni del ritardo fin qui accumulato.

A oggi non risultato ancora conferite le responsabilità di 4 strutture intermedie dipartimentali. Quasi tutti gli incarichi di uob presso motorizzazioni e urega sono stati conferiti (risultano libere uob presso qualche urega e qualche motorizzazione. Tutti gli incarichi di uob presso gli uffici del genio civile (circa 180) saranno conferiti nelle prossime 48 ore, se non prima.

Ho apprezzato il riferimento del dg al fatto che non ha conferito incarichi che tipologicamente hanno potuto determinare l’attivazione dell’articolo 69 (indennità di trasferimento) del ccrl dell’area della dirigenza, nel senso, quindi, che si è rispettata la volontà del dirigente di continuare a lavorare nella propria di città di residenza.

Per la Cisl-Fp ho svolto il seguente intervento:

Abbiamo chiesto questo incontro per avviare la cosiddetta fase 2, la fase che dovrà consentire ai sindacati e ai dirigenti di verificare se i criteri che abbiamo concertato negli scorsi mesi sono stati rispettati.

Abbiamo quindi chiesto che vengano forniti i dati richiesti con la nota della Cisl-Fp di Palermo del 5 luglio 2010 (2084/2010/CG/LP) che consistono in:

  • numero di istanze pervenute in risposta all’atto di interpello
  • numero di istanze presentate da dirigenti esterni al dipartimento
  • numero di incarichi conferiti a dirigenti interni al dipartimento
  • numero di incarichi conferiti a dirigenti esterni al dipartimento
  • numero di incarichi non conferiti

e si è inoltre invitato il dipartimento a provvedere alla pubblicazione del nuovo organigramma del dipartimento con i relativi curriculum vitae dei dirigenti incaricati.

Abbiamo invitato il dg a provvedere alla quanto più sollecita attribuzione degli incarichi ai dirigenti che sono ancora in attesa.

A proposito del ritardo accumulato nel conferimento degli incarichi si è invitato il dg ha mettere in atto quanto in suo potere affinchè per il periodo successivo al 30 giugno e precedente alla data di conferimento dell’incarico venga formalizzata la proroga del precedente incarico in modo da non determinare soluzioni di continuità nell’azione amministrativa e nella remunerazione dei dirigenti. (Il DG si è impegnato a chiudere entro 48 ore la pratica del conferimento degli incarichi e a individuare la soluzione per la copertura del periodo di che trattasi.)

Abbiamo inoltre fatto presente che articolazioni organizzative con competenze analoghe presenti nelle diverse tipologie di uffici dovranno avere uguale indennità. (Il DG ha affermato che ciò è in linea con i criteri di pesatura di cui il dipartimento si è dotato a seguito della concertazione.)

Abbiamo chiesto che si provveda a una puntuale definizione delle competenze di ciascun ufficio, sia essa struttura intermedia che uob, e che a seguito di confronto con le ooss del comparto non dirigenziale si provveda alla distribuzione del personale in funzione dei carichi di lavoro gravanti sui diversi uffici. (Il DG ha dichiarato che convocherà quanto prima le ooss del comparto non dirigenziale per rendere l’informativa sulle ipotesi di distribuzione del personale tra i diversi uffici dirigenziali.)

Abbiamo fatto presente che non ci risulta a oggi che il dipartimento abbia provveduto alla richiesta del budget per la contrattualizzazione dei dirigenti al dipartimento della funzione pubblica e abbiamo chiesto che si provveda sollecitamente. (Il DG si è impegnato, conferiti gli incarichi in fase di attribuzione, di provvedere sollecitamente alla richiesta del budget per provvedere alla successiva contrattualizzazione dei dirigenti.)

Abbiamo infine chiesto che venga trovata una idonea soluzione alla questione degli ex vicepresidenti Urega oltre che il rispetto della clausola di salvaguardia per tutti i dirigenti e in particolare per quelli perdenti la responsabilità di una struttura intermedia. (Il DG ha manifestato la propria disponibilità e il proprio impegno per venire incontro alle esigenze degli interessati, anche attraverso l’attribuzione di incarichi ad interim presso sedi a scelta dei dirigenti interessati.)

Riguardo all’altro punto all’ordine del giorno sono state avanzate alcune proposte di modifica dell’assetto degli uffici del genio civile e delle relative pesature economiche ma si è ritenuto opportuno non modificare quanto già concertato in precedenza anche per evitare ipotesi di riapertura dell’atto di interpello e ulteriore allungamento del periodo di ritardo nel conferimento degli incarichi.

Qualora i partecipanti al tavolo di informazione ravvisassero in quanto da me sopra riportato inesattezze e/o imprecisioni sono invitati a segnalarmelo per le opportune modifiche e/o integrazioni.

Grazie a tutti per l’attenzione e buona notte!

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha