GIORNATE NFA 2013: IL PROGRAMMA
  • Ricordiamo che sono aperte fino a domenica 12 maggio le iscrizioni alle Giornate nFA 2013, che si terranno al Monastero di Camaldoli (Arezzo), da martedi’ 4 giugno a giovedi’ 6 giugno. Ci sara’ diretta streaming grazie alla generosa collaborazione di Kuva Comunicazione, che anche quest’anno (e mai appropriatamente come quest’anno) lavorera’ Gratis et amore Dei. In questo post trovate la prima bozza del programma e dettagli logistici. – Leggi il resto dell’articolo
IL SOTTOSEGRETARIO RIPESCATO
  • Il governo Letta è al completo: nominati i sottosegretari durante riunione serale. Salta agli occhi il nome di uno dei nuovi sottosegretari, tal Micciché Giovanni detto Gianfranco (MG), che ottiene miracolosamente la delega a “Pubblica Amministrazione e Semplificazione”. – Leggi il resto dell’articolo
LA STORIA TRISTE DEL PROFESSOR P. E DEL PROFESSOR C.
IL BUON GIORNO SI VEDE DAL MATTINO?
  • In tutte le prime pagine spicca il punto più evidente del programma del governo Letta: l’abolizione dell’IMU sulla prima casa. Ricordiamo, per chi si fosse perso un mio post di qualche mese fa, perché si tratta di una pessima scelta nell’elenco delle priorità.  – Leggi il resto dell’articolo
 

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 
 
  • Il buon giorno si vede dal mattino?

In tutte le prime pagine spicca il punto più evidente del programma del governo Letta: l’abolizione dell’IMU. Ricordiamo, per chi si fosse perso un mio post di qualche mese fa, perché si tratta di una pessima scelta nell’elenco delle priorità.  – Leggi il resto dell’articolo

  • Lezioni dalla Grande Depressione?
Negli ultimi anni molti hanno paragonato la  crisi attuale con la Grande Depressione del  1929.  In molti casi si tratta di esercizi dilettanteschi, ma ci sono anche lavori seri. –  Leggi il resto dell’articolo

 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
  • LA GRAN BONACCIA – La grande sconfitta. Riassunto: sul come la negligenza di fronte alla politica renda la muffa maligna. – Leggi il resto dell’articolo
  • SE QUESTO E’ UN UOMO – NEL TERZO MILLENNIO – Possiamo immaginare bambini nati in campi di prigionia dall’accoppiamento di altri prigionieri, e  condannati a scontare le colpe dei propri genitori tra torture e lavoro forzato?  che i prigionieri muoiano di stenti e  siano alla merce’ di carcerieri che possono picchiare a morte una prigioniera bambina per il furto di una pannocchia? – Leggi il resto dell’articolo
  • SCREAM AND SHOUT (FT. BEPPE GRILLO) PARTE II – Anche se con parecchio ritardo, ecco la seconda parte [prima parte qui], nel quale intendo collocare il fenomeno del Movimento 5 stelle nel quadro più generale dell’evoluzione dei partiti e movimenti politici italiani. Argomenterò che in questa prospettiva il m5s non rappresenta affatto una novità della politica italiana. – Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

Bollettino settimanale 13-2013
  • nFA va in convento

Quest’anno le tradizionali giornate di nFA si terranno al Monastero di Camaldoli (Arezzo), da martedi’ 4 giugno a giovedi’ 6 giugno. Segnate la data in agenda. Seguiranno i dettagli (i temi sarenno come al solito economia, politica, cultura). E’ possibile prenotare trattamento di pensione completa (colazione, pranzo, cena, camera singola fino a esaurimento o doppia) presso la foresteria del monastero al costo di 60,00€ al giorno (40,00€ fino ai 30 anni di eta’). Se volete usare questa opzione (chiusura prenotazioni per foresteria 13 maggio) inviate un messaggio a convegni@noisefromamerika.org. In alternativa ci sono l’Albergo Camaldoli e un eccellente campeggio.  –  Leggi il resto dell’articolo

  • Ancora sull’Euro e la Germania, parte 1
Il precedente post sul tema ha suscitato una discussione piuttosto accesa. Il surriscaldamento dei toni è stato causato in parte dal fatto che abbiamo commesso alcuni errori nel riportare i dati mentre accusavamo di errore gli altri, cosa di cui ci siamo pubblicamente scusati. Con questo post vorremmo iniziare a rimediare a questi errori e riprendere la discussione in modo ordinato. Abbiamo fatto anche noi la fatica di raccogliere dati adeguati, innanzitutto per rispetto a quegli interlocutori che l’avevano fatto prima e meglio di noi. Ora che ci siamo messi in pari possiamo continuare a discutere. Facciamolo, per favore, tutti in modo pacato. Proviamo a cambiare il modo di discutere temi caldi: stiamo discutendo per capire meglio il mondo, non per fare la guerra ideologica tra bande. Iniziamo noi, ZonIN :-). Grazie a tutti per contribuire in questo spirito. –  Leggi il resto dell’articolo
 
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
 


Spesa in cibo, reddito e vulnerabilità alimentare – Perché nei paesi ricchi le famiglie sono meno vulnerabili agli shock alimentari?  –   Leggi il resto dell’articolo

 

  • Scream and Shout (Ft. Beppe Grillo) Parte I

Sulla “vittoria” di Grillo alle elezioni. Ovviamente il titolo è ironico, anche se non c’è (più) molto da ridere. Ho diviso il post in due parti. Nella prima svolgo delle considerazioni generali sul movimento politico mentre nella prossima cercherò di mostrare come i contenuti del movimento del comico si associno ad atteggiamenti di rifiuto della modernità, intesi in senso lato, periodicamente riemergenti nella società italiana.  –  Leggi il resto dell’articolo

  • I negazionisti dell’Euro

Molti lettori ci hanno chiesto di occuparci delle argomentazioni “negazioniste” riguardo all’Euro. “Negazioniste” nel senso che negano quelli che alla maggior parte degli osservatori economici paiono fatti incontrovertibili: che i) l’entrata nell’Euro è stata in principio cosa buona per il nostro paese, e che ii) uscire adesso sarebbe una follia. Cercheremo di districarci tra argomentazioni, per fare un po’ d’ordine, così da poter valutare le loro conclusioni.  –   Leggi il resto dell’articolo

  • Ciao, Federico.

Stamattina Federico De Vita ci ha lasciato. Avrebbe compiuto 40 anni il 2 aprile. È un giorno molto, molto triste. Questo post vuole essere innanzitutto un fortissimo abbraccio alla famiglia di Federico, in particolare la moglie e i due loro bambini. Vuole anche essere uno strumento per tutti quei lettori che come noi l’hanno conosciuto e apprezzato per ricordarlo. –  Leggi il resto dell’articolo

 

  • FARE, un partito territoriale

I risultati elettorali evidenziano un particolare che già trapelava dai sondaggi: FARE ha una forte connotazione territoriale. Si suggerisce che questo sia dovuto al programma.  Leggi il resto dell’articolo

  • Fondazioni bancarie e sistema bancario: riassunto del convegno

Per chi c’era (per continuare a discutere) e per chi non c’era (per iniziare a farlo) ecco un riassunto dei punti salienti del convegno su banche e fondazioni bancarie, organizzato dalla Fondazione NFA sabato 16 febbraio a Firenze. Nel post trovate anche linkate tutte le slides usate dai relatori, che ringraziamo per averle rese disponibili.   Leggi il resto dell’articolo

  • Andare avanti per Fermare il Declino

Poche righe per cercare di chiarire cosa sta succedendo e cosa vogliamo succeda.  Leggi il resto dell’articolo

  • Cosa aspettarsi dal M5S al governo

Qualche militante del M5S comincia a sentire odore di governo. Alcuni fan si sono organizzati per una petizione al Grillone stesso (evidentemente comanda lui ancora), perché si rammollisca e faccia un’alleanza con il PD per fare poche riforme condivisibili. Dubito che possa succedere, ma se succederà ecco cosa aspettarsi.  Leggi il resto dell’articolo

  • Urlo (sbracato)

 La Pivano a noi ci fa una pippa. Con le scuse del caso ad Allen Ginsberg (e anche a Fernanda Pivano).  Leggi il resto dell’articolo

  • Elezioni 2013 – Live Blogging

Come ormai da tradizione, forniremo commenti a caldo sulle elezioni a mano a mano che cominceranno ad arrivare i risultati.  Leggi il resto dell’articolo

  • Fare i Pirati

Vi è una realtà in Italia che, seppure sia in grado di smuovere numeri e coscienze, non riesce ad avere una sua rappresentanza politica nelle istituzioni. Non soltanto in Parlamento, ma in nessun partito che si presenta a queste elezioni politiche. Noi di nFA crediamo che FARE per Fermare il Declino, in questo giro, possa essere il punto di riferimento credibile e concreto per portare le loro battaglie in Parlamento.   Leggi il resto dell’articolo

 

Bollettino settimanale 09-2013

  • Elezioni 2013 – Live Blogging

Come ormai da tradizione, forniremo commenti a caldo sulle elezioni a mano a mano che cominceranno ad arrivare i risultati. –   Leggi il resto dell’articolo

  • Fare i Pirati

Vi è una realtà in Italia che, seppure sia in grado di smuovere numeri e coscienze, non riesce ad avere una sua rappresentanza politica nelle istituzioni. Non soltanto in Parlamento, ma in nessun partito che si presenta a queste elezioni politiche. Noi di nFA crediamo che FARE per Fermare il Declino, in questo giro, possa essere il punto di riferimento credibile e concreto per portare le loro battaglie in Parlamento. –   Leggi il resto dell’articolo

  • L’ora della verità

Sono finite le congetture, le discussioni da bar e non, le dichiarazioni e le polemiche. Domenica si va a votare (quelli di noi che stanno all’estero l’hanno già fatto, a dire il vero). Invitiamo i nostri lettori a votare per FARE per Fermare il Declino e a convincere amici e parenti a farlo, il materiale per convincerli non manca.  –  Leggi il resto dell’articolo

  • Gli economisti che sostengono il programma di FARE

Pubblichiamo l’elenco, continuamente in espansione, degli economisti accademici che hanno accettato il nostro appello a sostenere il programma di  Fare per Fermare il Declino.  –   Leggi il resto dell’articolo

  • Disabilità ed Umanità

Uno spaccato di umanità nel racconto della vita di famiglie “speciali” –  Leggi il resto dell’articolo

 

 

 

  1. Svalutazione che passione – Abbandonare l’Euro e svalutare. Chi ci guadagna?   –   Leggi il resto dell’articolo
  2. Stai pensando di astenerti dal voto? Parliamone – Se stai pensando di non andare a votare, ti chiediamo di fermarti qualche minuto a parlarne con noi commentando questo articolo.  –   Leggi il resto dell’articolo
  3. Rai Parlamento intervista Michele Boldrin – Un modo nuovo (per l’Italia) e pragmatico di fare politica.     –   Leggi il resto dell’articolo
  4. Un dibattito all’Università di Venezia –  A quanto pare non è solo Berlusconi che non vuole discutere con Fare per Fermare il Declino. –    Leggi il resto dell’articolo
  5. Le quattro (vere) anomalie del Patto di Stabilità interno – Il Patto di Stabilità interno per le amministrazioni locali viene spesso accusato di impedire agli enti locali di “spendere i soldi che già hanno in cassa”. Questo messaggio ha un certo effetto mediatico, ma è errato almeno in un senso fondamentale. E’ tuttavia vero che il Patto è uno strumento oscuro, inefficiente, eterogeneo ed iniquo. In questo articolo traccio i contorni di una possibile riforma in grado di superare questi limiti. Tale riforma è essenziale per ridisegnare un rapporto ottimale ed efficiente tra finanza pubblica nazionale e locale. –    Leggi il resto dell’articolo
  6. Risposta a Guzzetti sulle Fondazioni Bancarie –   Michele Boldrin, Oscar Giannino, Andrea Moro e Carlo Stagnaro hanno inviato ad Avvenire un commento-risposta all’intervista data da Giuseppe Guzzetti, presidente dell’ACRi (l’associazione delle fondazioni bancarie) su quel giornale. La diffondiamo anche in questo sito. La redazione noisefromamerika sottoscrive il suo contenuto.  –  Leggi il resto dell’articolo
 

 

  1. La causa contro S&P  – Sul New York Times c’è un articolo (uno degli autori è Andrew Ross Sorkin, che ha coperto molto bene la crisi finanziaria) sulla causa intentata dal Department of Justice contro Standard and Poor. Visto che a tanti è venuta in mente la procura di Trani, faccio alcune osservazioni  –   Leggi il resto dell’articolo
  2. Fondazioni bancarie e sistema bancario: un convegno  – La Fondazione NFA organizza e finanzia un convegno su fondazioni bancarie e sistema bancario. L’appuntamento e’ per sabato 16 febbraio dalle 10:30, a Firenze. La partecipazione e’ libera e gratuita  previa iscrizione via e-mail all’indirizzo convegni.nfa@gmail.com. Programma e dettagli logistici sono nel testo del post. Per rendere possibile questo e altri eventi nel corso 2013 apriamo ufficialmente l’annuale campagna donazioni invitandovi caldamente a sostenere la Fondazione NFA. Scopri come donare usando questo link.  –  Leggi il resto dell’articolo
  3. Endorsement – Riportiamo il testo di un endorsement del programma di Fare per Fermare il Declino redatto da Francesco Lippi e sottoscritto già da diversi economisti. Tutti gli economisti accademici che vogliono sottoscriverlo possono farlo scrivendo a editors@noisefromamerika.org. Aggiungere il proprio nome implica un sostegno intellettuale al programma di Fare per Fermare il Declino ma non costituisce un atto pubblico di adesione al movimento/partito né implica l’appoggio a particolari candidati. –     Leggi il resto dell’articolo
  4. Ma perché anche FARE non spinge per l’abolizione dell’IMU? – Domanda che appare ovunque sui social media, sui forum, e anche su nfa. Ho risposto con questo twitterone. – Leggi il resto dell’articolo
 

 

Bollettino settimana 06-2013
 
  • Ma perché anche FARE non spinge per l’abolizione dell’IMU?
Domanda che appare ovunque sui social media, sui forum, e anche su nfa. Ho risposto con questo twitterone. –  Leggi il resto dell’articolo

  • Le posizioni dei politici sulla scienza
Segnaliamo che la rivista “Le Scienze” ha pubblicato alcune risposte, fra le quali quelle di FARE per fermare il declino, a dieci domande proposte ai sei principali candidati premier. Troviamo che questa sia un’iniziativa molto importante per instaurare sia un contatto diretto tra cittadino e politico, sia per esigere da chi si candida a governare il paese proposte chiare e concrete su temi assolutamente importanti.  –   Leggi il resto dell’articolo

  • Perché votare FARE per Fermare il declino, in Pillole
Stai per votare un altro partito, o per non votare? Sei disoccupato, studente, dipendente pubblico, pensionato … ? Vota FARE per FERMARE il DECLINO, perché … Un piccolo vademecum per chi vuole convincere gli amici, da stampare,  tagliare lungo i trattini e distribuire….  –  Leggi il resto dell’articolo

  • L’ultima presa per i fondelli di Berlusconi
Ho fatto molta fatica a stare calmo ascoltando i due minuti di video in cui Berlusconi ha presentato l’anteprima del suo nuovo contratto con gli italiani. Molto semplicemente, l’idea che tanti miei connazionali prendano sul serio le menzogne di questo cialtrone e siano disposti a votare per lui e i suoi alleati è cosa profondamente deprimente.  –  Leggi il resto dell’articolo

  • Fermare il declino, anche per i disabili
Il sito disabili.com ha chiesto all’ufficio stampa di FARE per Fermare il declino cosa intendiamo fare per i disabili. Abbiamo inviato alcune affermazioni forse generiche, che riporto sotto, ma che dovrebbero rivelare lo spirito di fondo,  per chi pensa che il liberismo sia nemico di chi sta peggio (FALSO), come Fassina che ieri a Porta a Porta ha accusato Giannino di voler “Tagliare le scuole” (FALSO PURE QUESTO).  –  Leggi il resto dell’articolo
 
 
Bollettino settimanale:  Settimana 05-2013
  • James Bond: The Authorised Biography

Se la finzione rivolge se stessa a se stessa. – Leggi il resto dell’articolo

  • Voto utile o voto futile?
Oscar Giannino sul voto utile. Quale voto utile? Quello agli schieramenti che hanno dato ampia prova di fallimento in passato? Oppure è utile votare chi è partito da zero, senza fondi e dispone della credibilità necessaria per realizzare le riforme di cui il paese ha bisogno?  –   Leggi il resto dell’articolo

 
La newsletter di NoisefromAmerika
  • L’economia sociale di mercato, commenti

Nella sua “Agenda di governo” Mario Monti ha menzionato, dicendo di essersene ispirato, la nozione di “Economia Sociale di Mercato” (ESdM, d’ora in avanti). Prima di lui, negli anni, l’avevan fatto in molti, di alcuni dei quali preferiremmo scordare sia nome che azioni. Ripropongo, rivisto, un testo scritto qualche anno fa per conto della rivista l’Impreditore per commentare l’adozione dell’ESdM da parte di uno degli innominabili. Nonostante le ovvie differenze fra i soggetti in questione, le osservazioni di fondo mi paiono appropriate per l’Agenda dell’uno tanto quanto lo erano per gli sproloqui del trino.   –  Leggi il resto dell’articolo

  • Come mai, come mai, sempre in … (2)

I meno giovani si ricorderanno il seguito della frase del titolo. Purtroppo anche stavolta le brutte notizie per gli operai arrivano da sinistra, in particolare dal responsabile economico del PD, Fassina. – Leggi il resto dell’articolo

 

 

  • Il margine di errore nei sondaggi della consistenza elettorale di un partito piccolo

Post un po’ pesante tecnicamente ma che dovrebbe chiarire alcuni dubbi o curiosità per gli appassionati di sondaggi elettorali. Cosa significa il margine di errore indicato, e qual è la sua grandezza esatta?   –   Leggi il resto dell’articolo

  • Ricordatevi di Alamo!

Secondo gli storici la frase “Ricordatevi di Alamo” fu pronunciata dal generale Sam Houston alla vigilia della battaglia di San Jacinto, in cui le forze texane schiacciarono in pochi minuti le forze messicane del dittatore Santa Ana e fu il grido di battaglia delle truppe indipendentiste.   –   Leggi il resto dell’articolo

  • Un’utopia chiamata Università
Ancora un contributo sull’Universita’  – Leggi il resto dell’articolo

 

  1. Un’utopia chiamata Universita’, Ancora un contributo sull’Universita’ – Leggi il resto dell’articolo
  2. Perchè gli imprenditori non investono?, Ma è vero che gli imprenditori in Italia non vogliono investire nell’innovazione? e perchè? Vogliono fare del male a se stessi o al paese? I rapporti fra innovazione e imprese pubbliche, i benefici dei meccanismi di contribuzione alle imprese, contratti di lavoro e meritocrazia visti nell’ottica di chi vuole innovare
    Questo articolo è nato come una breve risposta a Marco Cattaneo (http://www.roars.it/online/nel-paese-dei-camerieri/) e si basa su fatti ed esperienze concrete per  spiegare quali siano i fattori che ostacolano l’innovazione in Italia. L’autore ha lavorato per molti anni come primo ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e poi come imprenditore nel settore “Hi-Tech” – Leggi il resto dell’articolo
  3. Buon 2013, Quest’anno tocca a te – Leggi il resto dell’articolo
 

 

  • Buon 2013, Quest’anno tocca a te – Leggi il resto dell’articolo
  • Come abbiamo usato i vostri soldi? – Pubblichiamo il bilancio della Fondazione NFA per gli anni 2011 e 2012. Ci scusiamo per il ritardo col quale facciamo pervenire il primo, e diciamo GRAZIE a tutti i lettori che hanno sostenuto la Fondazione con una donazione durante il 2012. – Leggi il resto dell’articolo
  • Analisi Comparativa tra Italia Futura e Fermare il Declino e il Bias dei Grandi Quotidiani – In questo articolo si analizza se la copertura della stampa nazionale dedicata a “Italia Futura” e “Fermare il Declino” rispecchia l’interesse che gli italiani hanno mostrato verso questi due movimenti attraverso i recenti sondaggi e gli indici di ricerca generati tramite Google. – Leggi il resto dell’articolo
  • La sentenza sul taglio degli stipendi ai magistrati: l’economia – Nel precedente post, Axel ci ha spiegato la logica giuridica sottostante la sentenza della Corte Costituzionale sulla decurtazione degli stipendi dei magistrati. In questo post ne spieghiamo l’illogicita’ economica. – Leggi il resto dell’articolo
  • Casini è il problema, non la soluzione – La scelta di rifiutare l’alleanza con Casini e con i vari rottami che ora usciranno dal centrodestra non è la conseguenza di estremismo infantile, ma la naturale conclusione di una riflessione sulle cause del declino italiano. Chi vuole cambiare l’economia e la società in Italia non può allearsi con le principali forze che puntano alla conservazione del sistema. Chi vuole fermare il declino, non può allearsi con le forze politiche che del declino sono la principale causa. – Leggi il resto dell’articolo
  • La sentenza sul taglio degli stipendi ai magistrati: il diritto – La Corte Costituzionale ha pronunciato un’importante sentenza (17 ottobre 2012 N. 223) su un intervento del governo finalizzato alla riduzione del deficit pubblico. La sentenza, per ciò che espressamente statuisce, ha degli effetti significativi sulle modalità di riduzione della spesa in generale mediante interventi sui pubblici dipendenti. In breve, il governo italiano non puo’ ridurre la spesa pubblica abbassando gli stipendi dei propri dipendenti. – Leggi il resto dell’articolo
  • L’Agenda Monti dopo cena – Complice il Natale, tra una cena e un’altra, isolato, con la famiglia, mi sono letto l’Agenda Monti. Tutta quanta ed in dettaglio. Lettura anche piacevole, scritta in modo scorrevole, senza troppe liste, ne’ dettagli, ne’ numeri. (Certo, per uno come me questo e’ un problema, me ne lamentero’ in seguito; ma dal punto di vista esclusivo della lettura, dopo un buon cappon magro abbondantemente  innaffiato da Sharis Livio Felluga  – che poteva esser peggio ma mi aspettavo meglio – e’ andata bene cosi’.) – Leggi il resto dell’articolo
  • I grants ERC – Riprendiamo il post di Lippi, con qualche informazione aggiuntiva. – Leggi il resto dell’articolo
 

Il concorsone degli insegnanti

La stampa nazionale ha riportato gli esiti della prova di pre-selezione dei candidati da ammettere all’ennesimo concorsone per il reclutamento degli insegnanti. La premessa (il reclutamento tramite “concorsone”) e’ gia’ deprimente. Ma ancora piu’ deprimente e’ dare una scorsa alle domande (tutte disponibili sul sito del ministero), e scoprire che due terzi dei 264mila concorrenti non sono riusciti a passare il test. Incuriosito, sono andato a guardarmi alcune domande e ho imparato qualcosa, se ce ne fosse bisogno, sullo stato del paese e sull’esigenza di fermarne il declino.     Leggi il resto dell’articolo

Non e’ un paese per ricercatori

La Newsletter di dicembre 2012 dello European Research Council (ERC) fornisce dati utili per confrontare la performance delle “eccellenze” accademiche all’interno dell’Unione Europea. L’Italia, manco a dirlo, non fa una bella figura. Anzi fa una doppia brutta figura  … Leggi il resto dell’articolo

Il giorno della sconfitta e quello della vittoria

Una cronaca post-elettorale. Perché è bene non pigliarsi mai troppo sul serio.  …  Leggi il resto dell’articolo

 

 

NfA, Bollettino settimanale  51-2012

  • Il Fiscal Council all’italiana

È di questi giorni l’approvazione da parte della Camera dei deputati della proposta di legge per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio introdotto dalla modifica costituzionale approvata nello scorso aprile. L’esame da parte del Senato è previsto a breve.

Parliamo di dare forma al principio del pareggio di bilancio, tema di cui abbiamo discusso più volte, argomento centrale del dibattito tra gli economisti, recentemente rivitalizzato in ambito europeo anche in seguito all’emergere delle tensioni sui mercati finanziari e della crisi dei debiti sovrani. – Leggi il resto dell’articolo

  • Una critica al programma di riforma dell’universita’

Il “Programma riforma università” proposto su questo sito alcune settimane or sono contiene molti suggerimenti condivisibili, anche se il taglio liberista viene in qualche occasione tradito da proposte dirigiste.  Va rilevata l’assenza di idee sulla necessità di cambiare il tipo di governo delle università, oggi del tipo democratico-corporativo, del tutto inefficiente se – come viene suggerito – dovesse gestire una completa autonomia nel reclutamento dei docenti e dei loro livelli di stipendio. – Leggi il resto dell’articolo

  • La cartina al tornasoldo

Il 9 dicembre si e’ celebrata la giornata mondiale contro la corruzione. Noi la celebriamo con un grafico e due domande. – Leggi il resto dell’articolo

  • Pubblicati i TIMSS e PIRLS 2011

Segnaliamo la pubblicazione dei risultati delle rilevazioni OCSE sull’apprendimento degli alunni di quarta elementare (nella lettura, in matematica e nelle  scienze), e di terza media (in matematica e nelle scienze). – Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>

  • Abolire le province sì o no?

Un dilemma atroce si aggira da tempo per lo stivale: ma queste province come si scrivono? Con o senza la “i”? E poi vogliamo abolirle? E perché? Per non avere più dubbi ortografici o per risparmiare sui costi? Il problema è spinoso. Tralasciando il dilemma linguistico, che è puramente di convenzione e quindi basta che un’autorità liguistica decida, quello veramente politico-democratico riguarda l’utilità per la polis, a fronte dei costi, di un determinato livello amministrativo. Una decisione ben più difficile. E di questo intendo discutere e approfondire con il vostro contributo –  Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>

Dei risparmi e delle banche

Un articolo di Enrico Grazzini su “economia e politica” argomenta che bisogna “rifondare” le fondazioni bancarie indebolendo il loro legame con la politica ma rinforzando il loro controllo sul sistema del credito. Il motivo sarebbe la presunta natura di “bene comune” del risparmio nazionale. Quest’ultimo, a detta di Grazzini, sarebbe in pericolo se le fondazioni bancarie, invece, dismettessero i loro pacchetti di controllo delle banche italiane per diversificare i loro patrimoni. In questo post commento brevemente, in quattro punti, queste stravaganti (a mio modo di vedere) idee. – Leggi il resto dell’articolo

L’apertura domenicale degli esercizi commerciali: alcune riflessioni e un po’ di teoria economica

Questo post è sollecitato da almeno due discussioni su facebook con due amiche, separatamente, entrambe preoccupate della sempre maggiore prevalenza di aperture domenicali negli esercizi commerciali in Italia.

Ci ho pensato parecchio e confesso di non avere ancora le idee chiare su come strutturare l’argomentazione, ma ci provo. Il disagio delle mie due amiche deriva, presumo, da un misto di solidarietà verso i lavoratori del settore e di nostalgia per i tempi in cui la vita era scandita da ritmi regolari, la settimana divisa in comparti nettamente distinti fra lavoro e riposo. È un progresso poter consumare 24 ore su 24? Credo che distinguere questi due aspetti possa aiutare. – Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>

  • Due argomenti fallaci riguardo alla politica fiscale in Italia oggi. II: Vendite e ricapitalizzazioni

Riprendo il tentativo di scardinare argomenti economici tanto comuni di questi tempi quanto fallaci iniziato la settimana scorsa. Dopo austerita’ e recessione passiamo a vendite e ricapitalizzazioni. L’argomento che ritorna costantemente e che voglio analizzare e’ il seguente: 

vendite del capitale dello stato e ricapitalizzazioni delle sue imprese (incluse le banche) nel mezzo di una recessione non sono desiderabili, perche’ essere avverrebbero a prezzi troppo bassi, a prezzi di liquidazione.

Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>

  • Due argomenti fallaci riguardo alla politica fiscale in Italia oggi.
    I: Austerita’ e recessione

Un argomento di politica economica che sta prendendo sempre piu’ piede di recente in Italia cosi’ come generalmente in Europa (ma anche, in una situazione diversa pero’, negli Stati Uniti) e’ il seguente:

“ … politiche di riaggiustamento fiscale, nel mezzo di una recessione, non sono desiderabili perche’ sono controproducenti in quanto aggravano la recessione stessa. …”

Questo argomento e’ ovunque nella stampa e nel dibattito in Europa. Ma e’ un argomento logicamente fallace. In questo post provo a spiegare perche’. Seguira’ una seconda puntata la settimana prossima. Leggi il resto dell’articolo

  • Federalismo fiscale: lezioni dalla Svizzera

Un vero federalismo, come indicato al punto 10 delle proposte di FID, presuppone un vero federalismo fiscale. In questo post, dopo la prima visione generale di agosto 2012 entro nei dettagli alla luce dell’esperienza della Svizzera. Leggi il resto dell’articolo

  • Investimento e Rischio

Spesso e (mal)volentieri sento parole confuse su cosa significhi “investire”/speculare nel mercato dei titoli e dei contratti finanziari piu’ in generale e quale sia la natura dei relativi rischi. Cerco di fare un po’ di chiarezza. Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>

Dalla newsletter di NoisefromAmerika

  • Investimento e Rischio
    Spesso e (mal)volentieri sento parole confuse su cosa significhi “investire”/speculare nel mercato dei titoli e dei contratti finanziari piu’ in generale e quale sia la natura dei relativi rischi. Cerco di fare un po’ di chiarezza. –
    Leggi il resto dell’articolo
  • Per un capitalismo popolare
    Come si può evitare che il paese delle opportunità, nella quale l’autore ha trovato riparo 25 anni fa, degeneri per rassomigliare sempre più alla “
    terra dei cachi” da cui era scappato? – Leggi il resto dell’articolo
  • Fabbrica Fiom o Fabbrica Fiat ?
    Alcuni mesi fa usciva la
    sentenza sul caso “FIOM-CGIL+19 contro Fabbrica Italia” (Gruppo Fiat, stabilimento di Pomigliano) che imponeva a quest’ultima di assumere 145 lavoratori, purchè iscritti alla CGIL-FIOM. La sentenza non ci interessa da un punto di vista giuridico, ma ci interessa per far capire come si muovono i sindacati, le aziende multinazionali, o comunque di grandi dimensioni, e come vengono risolti i conflitti, quando insorgono. – Leggi il resto dell’articolo
 

<<<0>>>

NoisefromAmerika, Bollettino Settimana 44-2012

  • E finanziare gli esodati tagliando la spesa?

Un recente emendamento in Commissione Lavoro alla Camera ha proposto di aumentare la spesa pensionistica per aiutare i cosidetti ”esodati”, quei lavoratori che hanno perso il posto o si sono dimessi dal lavoro in attesa di andare in pensione e sono rimasti spiazzati dai nuovi requisiti pensionistici della riforma Fornero. L’emendamento, proposto da tutti i partiti, propone di finanziare l’aumento della spesa con un aumento dell’Irpef di 3 punti per i redditi superiori a 150.000 euro per gli anni 2013 e 2014.

Non voglio qua entrare nella questione di quali sono i modi più opportuni per aiutare gli esodati. Voglio solo fare due conti su quanto può rendere l’aumento dell’Irpef e chiedere se veramente non ci sono altri modi per reperire questi soldi. Continua a leggere »

 

NfA, Bollettino settimanale 38-2012 

Uccidere Linate per far crescere Malpensa? Una pessima idea

  • Limitare l’accesso all’aeroporto di Linate comporterebbe svantaggi per la maggior parte dei cittadini. Continua a leggere »
 

NfA, Bollettino settimanale 37-2012

  • Il dilemma della massaia

Conviene comprare una lavastoviglie o lavare i piatti a mano? L’equilibrio generale dentro le mura domestiche può essere rappresentativo per un intero paese e così indicarci un indice di sviluppo… o di declino. La domanda che si pone la massaia è parallela alla decisione imprenditoriale di investire nella propria azienda. Se mancano questi presupposti, manca la Continua a leggere »

 

Bollettino settimanale di NoisefromAmerika, del 20 agosto 2012, lunedì

L’agricoltura come frontiera del dirigismo

Cose che ci tocca vedere nel 2012, ovvero lo Stato che controlla, tramite i suoi emissari, il mercato del vino. – Leggi il resto dell’articolo

  • Vero federalismo

10) Introdurre il vero federalismo con l’attribuzione di ruoli chiari e coerenti ai diversi livelli di governo. Un federalismo che assicuri ampia autonomia sia di spesa che di entrata agli enti locali rilevanti ma che, al tempo stesso, punisca in modo severo gli amministratori di quegli enti che non mantengono il pareggio di bilancio rendendoli responsabili, di fronte ai propri elettori, delle scelte compiute. – Leggi il resto dell’articolo

  • La città dove la morte è rosa

Lo Stato finanzia lo sviluppo locale della siderurgia a Taranto da anni. Questo articolo vuole giudicare l’operato del Governo nella gestione della questione ILVA. Le domande che questo articolo vuole porsi sono:  (i) ha senso continuare a finanziare indirettamente l’industrializzazione di specifici località, come quella Tarantina? (ii) ha ragione il Governo che attacca nel merito scientifico i risultati della perizia sull’inquinamento di Taranto e le competenze della magistratura? – Leggi il resto dell’articolo

  • Ciò che non siamo, ciò che vogliamo. Ulteriori dettagli

Han tutti deciso che siamo la nuova ruota di scorta di Casini (della Lega, di BS, di Passera, di ilpotentedivostrogradimento …) e che l’unica cosa a cui aspiriamo è essere cooptati nel “Grande Centro” per fare le belle figurine dell’ennesima operazione gattopardesca concepita nei salotti della “Roma che conta” (i proventi fiscali estratti agli italiani, suppongo). Una versione leggermente ridotta del testo che segue è apparsa, a firma di Carlo Calenda, Oscar Giannino, Andrea Romano, Nicola Rossi, Luigi Zingales e mia (col consenso degli altri promotori di Fermare il Declino, Andrea Moro, Sandro Brusco e Carlo Stagnaro) come Lettera al Direttore sul Corriere della Sera di oggi. Potrà forse aiutare a chiarire chi siamo e cosa vogliamo. – Leggi il resto dell’articolo

  • HHHH

Un libro di finzione che vuol dir la verita’. – Leggi il resto dell’articolo

 

Bollettino settimanale, 33-2012

L’agonia del fallito di ragliaset

  • La vita e soprattutto la politica è brutale con gli ex potenti che credono ancora di contare qualcosa grazie alla corte di lacché che berciano e si contendono le ultime suppellettili prima del crollo finale. — Leggi il resto dell’articolo

Azzeccagarbugli monetari

  • Molti in Italia, governo, giornali ed editorialisti, ripetono sottili argomentazioni sul perché la BCE potrebbe intervenire all’acquisto di titoli spagnoli e italiani. Il ”potrebbe” poi diventa rapidissimamente ”dovrebbe”, con un gioco delle tre carte velocissimo.  Vale la pena di analizzare questi argomenti in dettaglio. Scopriremo che sono molto meno solidi di quanto si voglia far credere. — Leggi il resto dell’articolo

Fermare il Declino – La storia vera

  • Non che Fermare il Declino (FilD) sia l’argomento più trattato dai media, però un po’ ne parlano. Ne parlano ma, frequentemente, danno notizie che sembrano finalizzate più a rinchiudere FilD in un angolo predefinito che a informare i lettori di quello che il movimento che abbiamo aiutato a creare vuole essere e fare. Non ci stiamo lamentando, è normale: i padroni del vapore stanno altrove. Per questo motivo forniamo qui un po’ di materiale per quei giornalisti che fossero interessati alla storia vera di FilD e alle sue vere intenzioni. Non esitate a chiedere, se i dettagli vi sembrassero oscuri o generassero curiosità ulteriori! — Leggi il resto dell’articolo

La riduzione del debito pubblico secondo PdL e PD

  • In questi caldi giorni estivi sia il PdL sia il PD si sono cimentati sul tema della riduzione del debito pubblico. Quello che si vede fa abbastanza paura. In sostanza, i due maggiori partiti continuano a negare la realtà e sperano chiaramente di riuscire a infinocchiare gli elettori mediante racconti che con tutta evidenza non stanno in piedi. Proviamo a fare un po’ di chiarezza. — Leggi il resto dell’articolo
 

NfA, Bollettino settimanale 32-2012

  • Quelli che sbagliano anche quando copiano: il caso Alfano-Brunetta, Dove si commenta la raffazzonata scopiazzatura del programma di fermare il declino da parte del PdL. — Leggi il resto dell’articolo
  • Avvocati, tariffe minime e cultura antitrust., L’abolizione delle tariffe minime degli avvocati va a vantaggio degli avvocati più giovani, nonché naturalmente della collettività. Questo semplice fatto viene sorprendentemente misconosciuto nientepopodimeno che da un ex presidente dell’antitrust.Leggi il resto dell’articolo
  • Aderisco a “fermare il declino” partendo dal PD, Tra i firmatari dell’appello ”fermare il declino” vi è anche Alessandro Petretto, docente di Scienza delle Finanze all’Università di Firenze e assessore al bilancio della stessa città. In questo articolo Alessandro spiega le ragioni che lo hanno indotto ad aderire all’appello.Leggi il resto dell’articolo
  • Anonimi compagni, amici che restate …, No, non vi chiediamo di propagar le verità sociali. Vi chiediamo di riflettere. È veramente il PD lo strumento migliore per fermare il declino italiano?Leggi il resto dell’articolo

 

 

Bollettino settimanale 31-2012, del 30 luglio 2012, lunedì

  • Anonimi compagni, amici che restate …   –   No, non vi chiediamo di propagar le verità sociali. Vi chiediamo di riflettere. È veramente il PD lo strumento migliore per fermare il declino italiano?   —   Leggi il resto dell’articolo
  • La vendetta del bosone – Giovedì sera a cena con amici, che non vedevo da lungo tempo, mi sono sentito raccontare la seguente storia. Illuminante.   —   Leggi il resto dell’articolo

Letture per il fine settimana, 28-7-2012

  • Una nuova fase per nFA  –  Carissimi affezionati lettori, sì, le voci che si rincorrono sono vere. Si sta lavorando per creare una nuova forza politica ed nFA punta a fornire idee e progetti a tale forza. Mission impossible, lo sappiamo, ma quelle sono le uniche missioni che ci piacciono. Spieghiamo perché lo facciamo, cosa implica per il blog, e cosa speriamo di ottenere.   —    Leggi il resto dell’articolo
  • Dall’altare alla polvere: la triste parabola di Mario Monti e una parziale difesa. – Solo sei mesi fa Mario Monti era visto come la soluzione di tutti i nostri problemi: con l’eccezione dei pasdaran berlusconiani e della Lega, che aveva fatto una scelta di tornaconto elettorale, tutti vedevano M.M. come l’uomo della Provvidenza che avrebbe sconfitto lo spread  e che ci avrebbe ridato la tranquillità che da luglio vacillava.   —  Leggi il resto dell’articolo
  • Come e dove ridurre la spesa pubblica. Un esercizio di benchmarking – Il tema della riduzione della spesa pubblica è oggi all’ordine del giorno. Ma di quanto possiamo sperare di ridurre realisticamente la spesa pubblica nell’immediato? Elementi per una risposta si possono ricavare comparando le nostre spese con quelle degli altri grandi paesi europei, in particolare la virtuosa Germania. L’esercizio è lungo e noioso, poiché richiede di riflettere sulle diverse voci di spesa ed è complicato da differenze contabili che non sempre rendono le spese comparabili. Ciononostante, eccolo qua. Lungo, noioso ma indispensabile.    —    Leggi il resto dell’articolo
  • L’intervento mancato all’assemblea dei 15 – Riportiamo il testo che avevamo preparato per la ”assemblea dei 15” parlamentari del PD. Il delegato a esporre il testo era Giulio Zanella, che in separato articolo spiega come è andata. Per l’occasione, annunciamo il rientro in redazione di Michele Boldrin.   —  Leggi il resto dell’articolo 
  • Storia di un non-intervento – Il 20 luglio ho partecipato a Roma all’assemblea organizzata da un gruppo di quindici parlamentari del PD il cui obiettivo è porre quella che hanno chiamato “agenda Monti” al centro della prossima legislatura. Eravamo (noi = nFA) stati invitati ad intervenire e il mio compito era farlo a nome della redazione di nFA, per convincere i presenti della necessità di costruire una nuova forza politica per realizzare questo obiettivo. In un post separato potete leggere il testo dell’intervento che avevamo preparato come redattori, da bravi scolaretti che fanno i compiti prima di essere interrogati. In questo post invece vi racconto l’illuminante storia del perché, alla fine, non sono riuscito a intervenire.   —   Leggi il resto dell’articolo
© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha