In effetti non è facile portare certi cognomi. Non si può fare di tutta l’erba un fascio e di fronte a delle parentele illustri ci si dovrebbe chiedere “E’ meritato quell’incarico?”.
La pratica della “raccomandazione” c’è sempre stata e sempre ci sarà … Linkedin, il social network professionale si basa sull'”endorsement” (un termine che si sta diffondendo anche da noi al posto della vituperata raccomandazione). Il vero tema dovrebbe essere quello di valutare poi le prestazioni rese. Finchè a pagare è il privato … son fatti di quell’azienda, se a pagare è il “pubblico” il tema è più delicato e sono anche fatti nostri. Nell’era della trasparenza e del “total discosure” non ci si può inventare qualcosa? Riflettiamoci!
 
L’articolo che mi ha stimolato la riflessione di questo post … Portare un cognome importante non significa essere raccomandati
 

<<<0>>>

Continua la serie di colleghi che si cimentano con la produzione letteraria dando alle stampe delle proprie produzioni.

Questa volta è il turno di Salvina Bosco con “Il Regno delle Meraviglie

“Presentazione

Un racconto che, attraverso la metafora del Regno fuori dallo spazio e dal tempo, punta il dito contro la corruzione della politica e della burocrazia. Una denuncia amaramente ironica del degrado morale e professionale delle istituzioni”

Salvina è una delle “sfortunate” vincitrici di un concorso per dirigente tecnico dei beni culturali alla Regione Siciliana che, insieme a un folto gruppo di colleghi, si è trovata “ingramagliata” in una situazione che solo Sciascia ieri Camilleri oggi avrebbero potuto soltanto immaginare.

La metafora può essere una ottima medicina e Salvina mi sembra in ottima salute!

Per godere di una anticipazione de “Il regno delle meraviglie” cliccate QUI

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha