Tra i commenti a un post del blog arriva la prima segnalazione da sottoporre all’attenzione dello studio legale al quale si rivolgerà “Perche no” appena sarà “operativa”.

La fonte la si può citare in quanto è oramai una vecchia conoscenza del blog, Romeo

Mi permetto di segnalarti un argomento che potrebbe già diventare oggetto di “impugnativa sistematica” e riguarda il bando, pubblicato sulla GURS serie concorsi n.1 dell’11 gennaio 2013, che annuncia la formazione di un elenco degli aspiranti idonei alla nomina a direttore generale delle Asp della Regione siciliana.
Il secondo requisito richiesto, oltre al titolo di studio, è la qualifica dirigenziale con relativa esperienza almeno quinquennale nel campo delle strutture sanitarie o settennale negli altri settori (quindi, in pratica, possono concorrere tutti i dirigenti regionali), maturata nei dieci anni precedenti la data di pubblicazione dell’avviso nella GURS.
Poi viene chiarito cosa debba intendersi per “esperienza dirigenziale”: e su questo, potremmo anche essere d’accordo (anche se a me, rimane un dubbio….).
Il quarto requisito, dopo il terzo relativo all’età anagrafica, avrebbe potuto essere “tranciante”: il possesso del certificato attestante la frequenza del corso di formazione in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria. Il fatto è che due paroline aggiunte nel testo, e cioè “ove conseguito”, ne vanificano del tutto lo spirito e, direi addirittura, la logica stessa.
Ma che razza di “concorso” è? Un candidato che si propone per andare a dirigere una struttura complessa e di grande responsabilità come un’Azienza sanitaria non dovrebbe avere competenza specifica nel settore? O va bene pure il dirigente di una fabbrica di frigoriferi?

P.S.: il mio “dubbio” riguarda il fatto che a questo concorso possano partecipare anche dirigenti esterni che abbiano prestato servizio negli uffici di gabinetto: cioè, raccomandati e con titolo conseguito a sbafo. Anzi, più che un dubbio, è una certezza…”

A proposito del P.S. di Romeo.

Se si verificasse quello che lui dice ci troveremmo nella situazione per cui “intuitu persone” ci saranno soggetti ai quali si aprono “praterie” di carriera mentre a un comune mortale dipendente di ruolo mai uno straccio di possibilità.

 

Ricevo e divulgo

“Ciao Paolo ti giro una nota del Prof. Raimondo sulla trasmissione di ieri sulla Zelvkova siculan che io condivido pienamente nei contenuti, meno nei toni che io avrei voluto ancora più duri, visto il livello scandaloso della trasmissione. Molto ci sarebbe ancora dire ad esempio sullo stile attuale dei nostri politici che Continua a leggere »

 
Da Regione Sicilia News ( http://regionesicilia.myblog.it )
“La Commissione europea mette a bando 127 milioni di euro per finanziare progetti nel settore strategico della competitivita’ e dell’innovazione.
Il programma quadro europeo riguarda Continua a leggere »
 

Dalla newsletter del Consorzio Asi di Gela (Link: http://www.asigela.it/index.php?option=com_content&view=article&id=595&Itemid=)

Regione Sicilia – Bando di 8 ml per laureati

Titolo per esteso:

  • Avviso 1/2012 – Rafforzare l’occupabilità nel sistema della R&S e la nascita di spin off di ricerca in Sicilia. Continua a leggere »
 

Sul sito web dell’Assessorato regionale delle risorse agricole e alimentari il bando Continua a leggere »

 

Ricevo e pubblico

“M…… Signor Tenente

Si ricomincia con la pubblicizzazione dei posti dirigenziali vacanti…….. al solito trasparenza, legalità, applicazione dei decreti , ddg   e…. tanti tanti …bla …bla …bla.-

All’Agricoltura richiedono ancora per i posti vacanti il curriculum vitae ? …..e per farsene cosa, mi chiedo?

Ma come? Fino adesso non li hanno neanche guardati… e continuano ancora a richiederli?

C’è qualcosa che non quadra!

Di sicuro stanno veramente rompendo ……….

Dicono nella nota:

“ dirigenti interessati a ricoprire un incarico dirigenziale di una delle sopraelencate strutture potranno formulare apposita manifestazione di disponibilità, corredata da curriculum vitae,”…….

Continuano:

“nel conferimento degli incarichi si terrà conto dei criteri indicati nel D.D.G. n. 576 del 17/06/2010” e…( aggiungo  io soprattutto in riferimento all’art. 3 comma 3 …che dice:. “Attitudini e Capacità professionali del singolo dirigente, quali risultano da quanto contenuto e reso pubblico, per le parti che possono essere rese pubbliche, nella banca dati della Regione ai sensi dell’art. 6 comma 6 della l.r. 15 maggio 2000, n. 10 e dal curriculum-vitae prodotto dal dirigente in sede di manifestazione di interesse a ricoprire un incarico all’interno del Dipartimento,anche in considerazione dei risultati precedentemente conseguiti con riferimento agli obiettivi prefissati ed alle relative valutazioni, delle competenze organizzative possedute, nonché delle esperienze di direzione maturate  nell’amministrazione regionale e purché attinenti al  conferimento dello specifico incarico…..”

N.B. Fino adesso questo comma dell’art. 3 non mi risulta che sia stato applicato, per la serie (predicare bene e razzolare male).-

Ma che la smettano, tutti quanti, di prenderci ancora per il c…, signor DG della Funzione Pubblica, Lei che è tanto “precisino” e “perfettino”, con tutta ‘sta tiritera di legalità, trasparenza, decreti di applicazione dei criteri di conferimento incarichi, ddg, regolamenti ecc. ecc.  Intervenga almeno Lei, se può!!

E’ tutta una farsa… meno male che ormai non ci casca più nessuno….. e il meglio deve ancora venire!!

Molti uffici importanti rimarranno per parecchio tempo senza dirigenti… creando notevoli disfunzioni operative e ripercussioni negative sulle esigenze e richieste dell’utenza.

Il fatto che parecchi uffici sono rimasti senza dirigenti la dice lunga…..è il primo segnale… di quello che sarà uno sfaldamento futuro della p.a., se naturalmente non si corre da subito ai ripari.

Vorrei tanto essere più fiducioso, immaginare e sperare che come nelle favole, ad un certo punto arrivi il “deus ex machina” che con il solito colpo di genio metterà ogni cosa a posto.

Ma qui ci vuole un grande colpo di…… genio !!!”

Commento di Luparello: come ho avuto modo di dire nel corso dell’incontro di informazione al dipartimento infrastrutture adesso comincia per il sindacato la fase 2. La fase in cui, sulla base delle scelte effettuate dai dg, si dovrà verificare se gli stessi hanno operato nel rispetto dei criteri che loro stessi si sono dati dopo averli concertati con le ooss. Tutti i dati e le informazioni che riceveremo saranno pubblicate e ognuno potrà fare le valutazioni del caso. Aiutateci a evidenziare le situazioni che riterrete “non in linea”. Non sto parlando di una pubblica gogna ma di comprendere le ragioni (motivazioni) di determinate scelte.

Nelle parole di L. avverto tutta l’amarezza di chi continua a voler credere in questa Amministrazione. Dobbiamo continuare a sperare che prima o poi ci si renda conto che gli uffici devono funzionare e devono funzionare con al loro interno persone motivate, e il rispetto delle regole è la conditio sine qua non …

 

Sul Giornale di Sicilia del 25 agosto 2010, pag. 6, l’articolo dal titolo:

Cosa funziona e cosa non va alla Regione. Lo stabilirà uno studio da 500 mila euro

di Filippo Passantino

Due “libri” sui quali appuntare valutazioni e difficoltà di chi lavora con l’amministrazione regionale o usufruisce dei suoi servizi. E poi proposte per migliorarli. La Regione ha pubblicato un bando per richiedere l’intervento di istituti di ricerca o di raggruppamenti temporanei di imprese, iscritte presso la Camera di Commercio. (…)

Sarà compito della Regione costituire il gruppo di lavoro che dovrà   individuare quali proposte concretizzare per migliorare l’efficienza, la trasparenza e la legalità al proprio interno. Lo comporranno rappresentanti di alcuni organi come l’Ufficio Speciale per la Legalità, l’Osservatorio regionale per i Lavori Pubblici, il Dipartimento delle Autonomie Locali, quello della Programmazione, il Servizio Statistica e il Nucleo di valutazione. I membri interni all’Amministrazione saranno nominati tramite Decreto. La domanda per partecipare al bando dovrà essere consegnata al dipartimento regionale della Programmazione entro le ore 12 del 30 settembre. (…)

Link utili

http://www.euroinfosicilia.it/Portals/0/Opportunit%C3%A0/Disciplinare%20LibroBiancoVerde%20rettificato.pdf

http://www.euroinfosicilia.it/Portals/0/Opportunit%C3%A0/ESTRATTO%20%20libro%20bianco%20e%20verde.pdf

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha