La settimana scorsa ho scritto il post … Grazie Presidente per esserti ricordato di noi nel giorno della festa della nostra istituzione, del 15.05.2013, mercoledì… 
Scopo del post era mettere in evidenza la assoluta mancanza di attenzione del Presidente della Regione nei confronti dei dipendenti della Regione Siciliana che sono buoni, nella campagna di comunicazione del Presidente, soltanto a ricevere accuse e denigrazione.
Nello scrivere il post ho sopravvalutato le mie doti di ironia che sembrano essere apparse evidenti soltanto a me.
Su Facebook e sul blog ho ricevuto alcuni commenti che mi hanno spinto ad aspettare prima di svelare l’arcano … della mail fantasma. Ero troppo curioso di vedere come andava a finire.
Qualcuno ha messo in dubbio la mia sobrietà (nel senso che ha pensato che fossi un po’ brillo). Vi assicuro che pur non disdegnando le bevande alcoliche non sono avvezzo all’alcolismo.
Qualcuno ha pensato che fossi inserito in una lista di distribuzione “ristretta”, e suppongo di privilegiati, alla quale inviare messaggi augurali, e quindi mi ha inserito in una specie di casta.
Qualcun altro ha pensato che l’essere inseriti in questa lista di distribuzione ristretta comporta una serie di privilegi (incarichi e prebende varie).
Se il Presidente della Regione abbia mandato un messaggio augurale nel giorno della Festa della Regione io non lo so e comunque la mail alla quale ho fatto riferimento nel post … … non mi è mai stata recapitata perchè frutto della mia fantasia.
Sicuramente io mi sono sopravvalutato ma è stato molto bello apprezzare di quale considerazione si gode da parte di alcuni colleghi … .
 
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
 
Questa mattina le mie figlie non sono andate a scuola. Oggi è festa. E’ la festa della Regione. La mia figlia piccola si è stupita nel vedermi andare in ufficio. Mi ha chiesto, ma se è festa per noi perchè non lo è anche per chi lavora alla Regione? Le ho parlato di produttività, di prodotto interno lordo, di congiuntura economica, di momento politico … si è riaddormentata.
Sono uscito da casa e ho subito notato qualcosa di diverso. Pioveva. Quando sono arrivato nei pressi dell’ufficio ho notato qualcosa di diverso. Qualcuno ha sostituito le vecchie bandiere logore e sporche che pendevano dai portabandiera con delle bandiere enormi, pulite, dai colori accesi che adesso sventolano orgogliosamente quasi a rivendicare il loro antico simbolismo.
Entro nel palazzo e i commessi sono stranamente silenziosi e composti. Ascoltano un loro collega che legge qualcosa sul monitor del computer. Nessuno risponde al mio saluto, sono troppo presi da quanto viene letto loro. Riesco a cogliere alcune parole, orgoglio, riconoscenza, autonomia, rispetto, onore, statuto.
Provo a mettere in relazione queste parole ma non ci riesco. Non ricordo che ci sarebbe stata qualche contrattazione sindacale. E poi, queste non sono parole che si leggono spesso nei comunicati sindacali.
Arrivo nella mia stanza e Giovanna mi accoglie con un sorriso. Il sorriso di oggi è diverso. La fisso un attimo ma Giovanna non si sbilancia.
Avvio il computer e compio il solito rituale. Alcuni oggetti passano dallo zaino alla scrivania. Mi sistemo sulla poltroncina alla mia scrivania e il computer è già pronto.
Accedo alla intranet aziendale e lancio il programma di posta elettronica.
Pochi messaggi sono arrivati e tra questi uno attira la mia attenzione. Il mittente è Rosario Crocetta. L’oggetto è “Gli auguri del Presidente ai lavoratori della Regione Siciliana nella ricorrenza del 15 maggio, Festa della Regione”.
Mi incuriosisco e comincio a leggere il testo della mail.
In una bella prosa che non conoscevo in Rosario Crocetta, il Presidente si rivolge a me, lavoratore della Regione Siciliana, e mi parla di orgoglio, riconoscenza, autonomia, rispetto, onore, statuto. E mi chiede di essere al suo fianco per affermare i principi di legalità e di indipendenza dell’Amministrazione Regionale affinchè la Regione possa essere realmente di tutti i siciliani e per tutti i siciliani.
Confesso che per la prima volta ho letto le parole che almeno una volta avrei voluto leggere nella mia vita professionale al servizio della Regione Siciliana.
Grazie Presidente per esserti ricordato di noi nel giorno della festa della nostra istituzione … anche in tempi di spending review!
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

Care amiche, cari amici,

per la festività pasquale mi concedo una pausa. Tornerò a pubblicare dal prossimo 3 o 4 aprile p.v.

Nella imminenza della festività pasquale anch’io invio, a chi crede, gli auguri di rito e come nella tradizione auguro che attraverso il mito della Resurrezione ognuno di noi possa assurgere a nuova vita che per noi comuni mortali è anche il cambiamento.
Vi lascio con queste parole …
“Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare e la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre.” “Dammi Signore, un anima che abbia occhi per la bellezza e la purezza, che non si lasci impaurire dal peccato e che sappia raddrizzare le situazioni. Dammi un anima che non conosca noie, fastidi, mormorazioni, sospiri, lamenti. Non permettere che mi preoccupi eccessivamente di quella cosa invadente che chiamo ‘io’. Dammi il dono di saper ridere di una facezia, di saper cavare qualche gioia dalla vita e anche di farne partecipi gli altri. Signore dammi il dono dell’umorismo.” (Tommaso Moro 1587: Preghiere della Torre)
Ancora auguri a tutte e a tutti voi!

 
 

 

Auguro a tutti voi e ai vostri cari di trascorrere un Natale di serenità, con l’auspicio che la magia che si ripete da migliaia di anni non si limiti a una sola notte. (Fedro)

 
 Questo post è stato pubblicato sul pagina di Facebook “Crocetta Presidente

Presidente Crocetta, chi le scrive è Fedro, un dirigente della Regione Siciliana che tenta di tenere viva una comunità “virtuale” di dipendenti della Regione Siciliana attraverso un blog (Ricordare, il blog di Fedro). Alcuni giorni fa, a seguito del suo vivo interesse per la categoria dei dipendenti regionali, e in particolare per i dirigenti, ho lanciato l’iniziativa “ E’ Natale … fai un regalo al Presidente!, dell’11 dicembre 2012, martedì”.

Devo dire che l’iniziativa non ha avuto molto successo. Di regali tangibili nessuno. Di auguri e auspici quelli che pubblico nel post Grazie Presidente e Buon Natale!.

Personalmente le regalo l’invito alla lettura di “Un difetto della democrazia ateniese” tratto da Senofonte, a cura di E. De Marchi. In esso trovo le domande che ogni uomo che si intenda proporre per le massime cariche dovrebbe porsi.

Cosa aggiungere ancora … buona lettura e tanti auguri! … Grazie Presidente e Buon Natale!

 

Anche se non vado in vacanza il periodo mi impone degli obblighi familiari ai quali non posso, e sinceramente non voglio, sottrarmi. Questo comporta che Continua a leggere »

 

Durante queste vacanze conto di mettere a punto con il mio gruppo un nuovo palinsesto e nuovi strumenti che ci possano consentire di far crescere questa comunità sia dal punto di vista quantitativo sia qualitativo … Continua a leggere »

 

A Te che visiti questo blog, che aiuti ad alimentarlo e che contribuisci a tenerlo vivo con i tuoi commenti … Continua a leggere »

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha