Caro Paolo, ho letto il commento del collega del comparto e in parte gli do ragione.E’ assolutamente ineludibile che noi dirigenti non facciamo casta soprattutto perchè non lo siamo realmente, anzi non siamo neanche una categoria, troppi i motivi, molti di noi hanno un peccato originale che li rende pavidi.
 Però il comparto ci è obiettivamente ostile e sbaglia, anche i più cari colleghi, infatti, non hanno mai realizzato la differenza che passa tra l’assunzione della responsabilità dei propri atti amministrativi e la sia pur meritoria collaborazione alla predisposizione degli stessi.E non è una differenza da poco… Ma i tempi sarebbero maturi per essere uniti e solidali e….gentili

 
 
Caro Paolo,
io non trascurerei l’articolo del sole 24 ore sui ” dirigenti alla romana…” da te diramato il 15 u.s., anzi lo trovo strepitoso perchè infrange un omertoso silenzio che dura da troppo tempo. E’ in linea con la tua nuova iniziativa ! segno che i tempi son maturi e che non siamo soli. 
e se fosse la scintilla per una rivolta che ci vedesse uniti nella difesa non già dei nostri diritti ma della tanto strombazzata legalità? restiamo sul pezzo!
 

 

Caro Paolo,

con ‘sta storia delle quote rosa si è vista una avanzata delle segretarie di…
Non ho nulla nei confronti delle segretarie,ovviamente, ma il fatto di esser scelte “perchè” e presentate  “come” segretarie, mogli, collaboratrici di… è qualcosa di molto vicino a ” le presento la mia signora” in uso ai tempi dei nostri genitori.
 Insomma è sempre in voga il concetto di esemplare femmina della specie umana! è il guaio è che non si tratta di questione linguistica è purtroppo il solo vero criterio di selezione, sob!
 

 

Caro Paolo,
hai visto mai in tanti anni d’amministrazione che siano trascorsi  2 mesi e mezzo senza che siano organizzati e operativi gli uffici di gabinetto? e senza che gli assessori siano presi dalle smanie di fare? torturandoci con richieste di urgenti relazioni, rapporti et similia? può darsi che siamo già stati ruotati e non ce lo abbiano comunicato? o saranno ancora gli abbiocchi da eccessi nelle vacanze natalizie? Oppure “vacanze” tout court?

 

 

Caro Paolo,

hai notato che i giornali on line, sempre ghiotti di news sulla nostra amministrazione regionale, sui nuovi capi di gabinetto e relativi uffici sono stati silenti? si sono avute più informazioni dal giornale di Sicilia, incredibile dictu, con tutti i nomi che a noi suonano come la solita minestra “arriquariata”! anche colleghi “allontanati” con clamore dallo stesso Crocetta sono stati rivalorizzati e salomonicamente sistemati
( per es.Nicosia/Bellante) .
 Rimane per me un mistero di come tanti nostri colleghi riescono a riposizionarsi politicamente con una agilità da vedette del circo equestre! 
Saluti.
La befana vien di notte…
 

 

caro Paolo, ho letto anch’io gli articoli sulla rotazione dei dirigenti e ho inviato svariati commenti assolutamente in linea con il tuo allarme. Ma insomma organizzare la struttura non è più compito dei direttori? è ufficialmente compito della politica?non basta più che i direttori accettino tutte le raccomandazioni politiche? alla faccia della distinzione tra programmazione e gestione, è proprio l’esatto contrario! se c’è una cosa che non vale nulla è la legge. Sindacato? addio.   

 
<<<0>>>
Caro Paolo,
hai visto su Rai 1 l’Arena di Massimo Giletti? vi partecipa spesso il Presidente Crocetta quasi sempre in contrapposizione con il leghista Salvini, quest’ultimo assetato di sangue.
 In quella sede lui fa un figurone declamando quanto vuol tagliare urbi et orbi. E il punto è proprio questo: lo dice e lo fa da orbo, senza dati, senza precisione, senza contraddittorio. C’era in studio Fulvio Pantano che qualche dato preciso – utile anche e soprattutto a confutare l’odio leghista – lo ha timidamente detto ma venne zittito.
 Volendo intervenire ad adiuvandum non si potrebbe noi fornire al Presidente dati certi quali ad es. il numero dei dipendenti, dei dirigenti, quelli normali e quelli generali, quali sono transitati dallo Stato per effetto dell’attuazione dello Statuto ( ministero BBCC/soprintendenze, ministero LLPP/geni civili , ministero Trasporti/ motorizzazioni e gran parte del parastato etc..), la differenza tra regionali e personale ARS dove un commesso ha uno stipendio maggiore di un vituperato dirigente della Regione e via dicendo.
Grande notizia : finalmente è emerso che la città di Torino – è al nord vero?Alta Savoia, Padania? –  ha un debito di appena 6 miliardi di euro, la Regione Sicilia – Terronia – ha un debito di 5,5 miliardi , ed è un po più grandicella e abitata da noti malfattori e briganti!  
A domenica prossima!
© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha