In queste settimane tantissimi colleghi e rappresentanti del “partenariato sociale”, supportati da assistenze tecniche, nuclei di valutazione, task force, stanno lavorando alla programmazione dei fondi comunitari per il periodo 2014-2020.

E’ tutto un fiorire di proposte e controproposte … sembra che si faccia sul serio. A vedere questo gran da fare mi sorge una domanda … cosa si sta facendo di diverso da quanto è stato fatto nei precedenti periodi (1989-1993, 1994-1999, 2000-2006 e 2007-2013)?
Siamo sicuri che non si stiano facendo le stesse cose fatte in passato e dei cui risultati in pochi vanno fieri?
Sembra che tutto il lavoro sia frutto dei tecnici interni ed esterni all’Amministrazione regionale … ma quale è il ruolo della politica che apparentemente non sembra giocare alcun ruolo … quantomeno ai tavoli di confronto?
Riusciranno i nostri eroi a far fallire quest’altra occasione?
Riusciranno a individuare iniziative che nessuno intraprenderà?
Riusciranno a prevedere opere infrastrutturali che solo i nostri nipoti, forse, riusciranno a vedere?
Riusciranno a definire iter tecnico-amministrativi degni degli amanti del bradipo?
Riusciranno a non mettere in moto l’economia … ancora una volta?
Non ci resta che avere un po’ di pazienza!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

  1. Colle:Casaleggio,Prodi?Pronti votarlo … dopo aver dichiarato … Casaleggio chiude a Prodi e Bonino Crimi da Vespa: ‘No a nomi di partito’ … aveva dimenticato il voto democratico attraverso il loro sistema a prova di hacker e di troll!!!
  2. Colle: m5S ignora limite eta’ previsto … ma non possono sapere tutto e quello che non sanno lo mettono ai voti … o no?
  3. M5S:Becchi,dopo Colle opposizione dura … perchè fino a oggi sono stati teneri?
Ma le minchiate non sono solo una loro prerogativa …
  1. Pd, Finocchiaro: “Renzi miserabile, non ha le qualità da uomo di Stato” … uomo? Donna? Ma sempre con queste discriminazioni di genere?
  2. Fioroni,Renzi colleghi cervello a limgua … invece alcuni (forse troppi) dirigenti del PD da alcuni mesi sembra che il cervello lo tengano rigorosamente spento!
E da chi meno te lo aspetti, invece, arriva una proposta di buon senso … Toti Lombardo: “L’Ast è in rosso, Crocetta rimuova i dirigenti”
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

  1. Formazione, la Scilabra chiede lo sblocco dei finanziamenti … molto interessante! Prima trasferiscono il personale e poi chiedono la velocizzazione dei pagamenti … ma questi hanno idea come funziona una Amministrazione pubblica? Hanno già fatto tutte le verifiche? Ora sanno chi sono i buoni e i cattivi?
  2. Regione, l’assedio dei lavoratori a palazzo d’Orleans … cosa è cambiato rispetto al passato? Come fa questa gente a credere al bilancio che Crocetta sta presentando per il 2013 dopo aver letto per mesi articoli nei quali si è parlato di tagli a sprechi e prebende per miliardi di euro? Perchè non si ha il coraggio di dire come stanno le cose … realmente? Tutti rivendicano qualcosa … e fa la voce grossa chi diritti ne avrebbe meno di altri … bacini di precari creati da generazioni di classi politiche (di tutti i colori e collocazioni) che su questo hanno costruito il loro “benessere”! E ancora oggi nessuno si interroga a fronte di quali servizi la collettività si fa carico di queste decine di migliaia di precari … invece delle decine di migliaia di disoccupati senza santi in paradiso chi se ne occupa?
  3. Congelata la graduatoria Asp per la nomina dei dirigenti … ma come funziona? Se il risultato non conviene si cambiano le regole? Se di mezzo non ci fossero nomi come Borsellino e Crocetta qualcuno potrebbe pensare a qualche logica clientelare … ma riflettendoci … perchè fare delle graduatorie? Crocetta è una garanzia! Li scelga lui … volete che non conosca qualche decina di supermanager da mettere a capo delle ASP? Comincia a circolare la voce che un incarico da assessore potrebbe essere presto disponibile e ci sarebbe anche un candidato rivoluzionario civile pronto a ricoprirlo! … Ingroia: “Non andrò ad Aosta”
  4. Dagli stipendi al vitalizio abolito: per la Regione Lazio tagli da 230 milioni … Zingaretti è presidente da poche settimane … e senza tanti proclami … taglia un po’ di spese e approva il bilancio … ma come avrà fatto? Ah … e non mi risulta che abbia imbarcato scienziati, artisti e magistrati vari … ma può darsi che lo abbia fatto e io non lo sappia! In Sicilia invece … La Regione è sotto assedio E il bilancio non arriva… … come si sa noi siamo speciali e forse abbiamo altro a cui pensare … “Palermo Suona”, scatta countdown Seconda tappa verso il Pride
  5. Questo si che è un Governo … dopo il ticket per l’accesso alle isole … Formazione, corsi solo per chi fa trovare lavoro ai giovani … ma come è che non ci avevano pensato prima?
  6. Cassa integrazione: spiragli dalla Regione, ma mancano i soldi … e allora quali sarebbero gli spiragli … licenziamo qualche dirigente?
  7. Gesip, occupato l’assessorato Lavoro Crocetta: “Episodio grave” … articolo da incorniciare … per la serie “predica una cosa e fanne un’altra” … se un dipendente della Regione avesse fatto una cosa del genere tutta la categoria avrebbe ricevuto la stessa delicatezza?
 
 

Il PD continua a non capire. Se avessero candidato a premier Matteo Renzi oggi avremmo un Governo e il Paese potrebbe finalmente cominciare a intravedere un luce in fondo al tunnel.
Ancora oggi non capiscono i maggiorenti del PD che non possono continuare a utilizzare i vecchi schemi.
Marini, Finocchiaro, D’Alema non sono le persone che incontrano la simpatia del popolo e i primi due non sanno fare altro che replicare il malo modo al messaggio di Renzi.
Non è bastata la scoppola delle elezioni, vogliono il resto con l’elezione del Presidente della Repubblica?
Io continuo a pensare che a partire dal prossimo presidente della Repubblica si deve cominciare a cambiare registro … una persona di alto profilo, spendibile sul piano internazionale, autorevole, non necessariamente di estrazione politica, moderato, senza cadute di stile nel passato, conoscitore delle istituzioni non solo nazionali, amante degli animali, perchè no … accademico.
Se non riescono a trovare figure paragonabili a Scalfaro o a Napolitano … pensino a una figura simile a Ciampi … tutti gli altri si astengano!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

E poi ci sono loro, quelli su cui riponevo le mie speranze di protesta e di riscatto … anche loro stanno soltanto facendo perdere tempo!
  1. Lombardi: «Mi hanno rubato il portafoglio con dentro le ricevute»
  2. M5S dieci candidati per il Quirinale – La Repubblica
  3. Quirinarie del M5s da rifare. Ombre sull’attacco hacker
  4. Anomalia o attacco informatico? In tilt senza una vera spiegazione
Tra le tante “cose interessanti” che stanno facendo in questi giorni perchè non organizzano un bel “Vaffa day”!
Chissà in quanti parteciperemmo … io, il mio Vaffa lo dedicherei allo stratega del Movimento 5 Stelle e tu?

 
 
  1. Bersani, indecente chi dice ‘fate presto’
  2. Il Pd a Roma contro la povertà – La Stampa
  3. Crisi: Squinzi, se le imprese chiudono muore il paese – Agenzia di Stampa Asca
  4. “Soltanto uno studente su tre va in gita”
Certamente che se c’è di mezzo il governo di un paese ci può pure volere del tempo per compiere tutti gli atti necessari … in Italia siamo in presenza di un ritardo fisiologico o stiamo rasentando il ridicolo?
Bersani dice no a Berlusconi e insegue i grillini.
I grillini dicono no a Bersani e chiedono di essere loro a governare altrimenti li si lasci in pace e si faccia come in Sicilia … consentire loro di scegliere fior da fiore quale legge sostenere e su quale legge sputtanare il Parlamento e il Governo di turno.
I grillini dimenticano che in democrazia, e questo avviene anche nelle assemblee delle bocciofile, si decide a maggioranza e loro non hanno la maggioranza in Parlamento e nemmeno nel Paese … ma questo per i grillini è forse un dettaglio, anche se a questo punto mi domando come funziona all’interno del Movimento 5 Stelle quando dicono che si vota su tutto … ma poi il voto di chi prevale … quello del capo?
Ma stando così le cose, è accettabile che Bersani si opponga fieramente all’ipotesi di un governo di larghe intese messo su da un ennesimo “salvatore della Patria” con un programma di governo puntualmente declinato?
Secondo me no.
Politicamente considero Berlusconi una iattura per il Paese. Una ancora maggiore iattura considero i colonnelli di Berlusconi, gente con la quale non vorrei cimentarmi neanche in una partita a subbuteo. Resta però il fatto che anche loro godono di una quota importante della “simpatia” dell’elettorato italiano … ne vogliamo parlare?
Io ho sperato fino all’ultimo che Bersani avesse una strategia … devo constatare che Bersani non ha una strategia, o perlomeno se ce l’ha non è una strategia vincente (almeno fino alle ore 17,00 del 13.04.2013).
Bersani non ha tutto il tempo che vuole. Bersani deve fare i conti con le emergenze del Paese. Non può andare in giro a parlare di lotta alla povertà se poi non sta facendo nulla per provare a combatterla.
Ogni giorno che passa aumenta il numero delle aziende che chiudono, aumenta il numero dei disoccupati, aumenta il numero dei nuovi poveri … vivo fuori dal mondo o la sofferenza in questo Paese aumenta di giorno in giorno e Bersani dice che non gli si deve mettere fretta?
Caro Bersani … deciditi … ci sono persone che qualificano la propria vita come degna di essere vissuta solo per aver fatto spuntare il sorriso sul volto di un bambino … quello che non stai facendo in tutto questo periodo sta gettando nella disperazione frange sempre più ampie della popolazione … te ne rendi conto? E la loro sofferenza rimarrà un dato di fatto … per sempre.
Caro Bersani, se sei quella persona perbene che dici, e che io ritengo che tu sia, sii chiaro con gli italiani.
Dicci, una volta per tutte, cosa farai.
Dicci cosa succederà dopo l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica e soprattutto dicci che non sei tu il problema … o anche tu sei costretto a recitare questo ruolo per tenere insieme un partito che sembra più interessato ai propri equilibri interni (e alle prospettive di carriera personali) piuttosto che al bene degli Italiani?
Caro Bersani, vedi di fare la cosa giusta … e la cosa giusta necessita che tu la faccia in fretta!
Un cittadino italiano che non si ritiene indecente!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Nonostante ci sia già scappato il morto … Muore d’infarto aspettando l’esenzione in fila all’Asp … ne l’assessore ne il presidente della Regione hanno preso alcun provvedimento e succede così che … Palermo, risse all’Asp per l’esenzione del ticket
Se si tratta di andare avanti e indietro dalla procura della Repubblica per denunciare presunte pastette o di ricevere rappresentanti e capipopolo di lavoratori precari o presunti tali il tempo e i soldi sembrano trovarsi … far funzionare un servizio dell’ASP non fa guadagnare gli onori delle cronache … quindi … nessun interesse!!!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Mentre gli italiani sprofondano nella povertà …
cosa ti fanno i paladini della rivoluzione contro la malapolitica e le prebende della casta, dopo che avevano promesso “reddito di cittadinanza”, “taglio dei costi della politica”, … chiacchiere … chiacchiere e ancora chiacchiere …
 
Insensibilità? No, mero calcolo politico! Non sono diversi da tutti gli altri che si dicono di voler combattere!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Complimenti a Crocetta e compagni … Bilancio, Crocetta: “Soldi per tutti, tagli soltanto sugli sprechi” … come avrà fatto? Facile … “… Dove trovare i soldi per tutto questo? Sanità e Comuni non avranno tagli. Li avranno, invece, “partecipate inutili, spese dei vari assessorati, stipendi, salari dei dirigenti e anche i consigli di amministrazione, molti dei quali verranno eliminati. Poi, l’uso razionale dei fondi Pac”, ha spiegato Crocetta.” … quindi i dipendenti regionali per il presidente Crocetta sono uno spreco! Non lo sono decine di migliaia di forestali. Non lo sono migliaia di formatori. Non lo sono decine di migliaia di precari degli enti locali. Lì se si taglia un euro si fa “macelleria sociale” e il presidente non lo farà mai … dice lui! Tagliare ai dipendenti della Regione invece non è macelleria sociale!
Che dire … sentirsi uno spreco non è il massimo della vita … proviamo a farcene una ragione!
Certo, poi ci si mettono anche i senatori della Repubblica, già dipendenti della Regione Siciliana, che dichiarano di guadagnare 2.732 euro netti mensili su base di 12 mensilità e il gioco è fatto … il presidente si convince ancora di più che i 20.000 dipendenti regionali sono dei polli da spennare per riequilibrare il divario sociale tra chi è un lavoratore del pubblico impiego a tempo indeterminato e chi orbita nel mondo del precariato.
Sono proprio curioso di leggere il testo della legge “finanziaria” che verrà approvato dall’ARS … chissà che non introducano anche qualche forma di “job rotation” … un regionale a casa e due precari alla Regione … questa è la giustizia sociale che qualcuno ha in mente?
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Credo che l’Italia dovrà, nel bene o nel male, essere grata a Grillo.
Se entro poche settimane avremo un nuovo Presidente della Repubblica, scelto attraverso il dialogo, e un nuovo Governo di larghe intese con un programma che mette al centro gli italiani lo dovremo a Grillo.
Attraverso il successo del suo movimento, il rifiuto di ogni ipotesi di alleanza di governo, il continuo insulto di tutto e di tutti al di là di ogni ragionevole sopportazione, Grillo ci ha aperto gli occhi e ci sta rendendo accettabile quello che fino a qualche giorno fa ci sarebbe sembrato intollerabile … l’alleanza PD e PDL … il diavolo e l’acqua santa.
Alleanza che sarà costretta a muoversi sotto l’azione di una opposizione vera che informerà i cittadini su tutte le magagne che si tenteranno di introdurre attraverso i provvedimenti del Governo o del Parlamento.
Certo, avrei preferito una alleanza tra PD e M5S ma mi rendo conto che il M5S non è un movimento etichettabile secondo i vecchi schemi della sinistra e della destra e sinceramente, a questo punto, non mi interessa neanche sapere se sono di destra, di centro o di sinistra.
Il M5S è la prova provata che il modello di democrazia che Grillo ha in mente poteva funzionare finchè non erano sotto l’attenzione del grande pubblico, ma nel momento in cui milioni di elettori hanno nutrito delle aspettative si sono trovati a essere trattati a pesci in faccia (trolls, vota per qualcun altro, fuori dalle palle, e via cantando).
Ripeto, Grillo ha il merito di averci costretto a guardare con occhi diversi i vecchi “nemici” che verosimilmente si troveranno a far parte di uno stesso governo e che dovranno mettere mano ai temi che il M5S ha contribuito a mettere al centro dell’agenda politica del Paese.
Dopo i recenti episodi di cronaca, il triplice suicidio di Civitanova Marche (ultimo episodio di una interminabile serie che in questi anni non si è mai interrotta … pensionati, imprenditori, lavoratori), spero soltanto che la si finisca di confrontarsi su ciò che non serve agli italiani e di concentrarsi su ciò che serve e che possa permettere di superare il guado in mezzo al quale ci troviamo.
I partiti politici, e gli uomini politici, pensino meno a se stessi e agli effetti dei loro comportamenti in chiave di ricerca del consenso … facciano quello che serve e tra qualche anno eleggeremo non chi fa leva sull’offesa e sulla invettiva fine a se stessa ma chi avrà contribuito a diminuire la povertà dilagante in cui siamo sprofondati.
 
 
L’episodio del triplice suicidio di Civitanova Marche non è purtroppo il primo e non sarà l’ultimo.
La povertà è sempre stata vicino a noi, quasi non ce ne accorgevamo fino a qualche hanno fa se non fosse stato per quelli della caritas o della colletta alimentare.
Fino a ieri però la povertà, forse, non portava a questi gesti estremi. Probabilmente perchè era povero chi sempre lo era stato e i suoi bisogni erano quelli della sussistenza che grazie alla solidarietà organizzata o individuale permettevano di andare avanti.
La povertà di oggi si è enormemente ampliata. Oggi è diventato povero chi prima non lo era. Lo è diventato perchè ha perso il posto di lavoro, ma lo è diventato anche chi un posto di lavoro o una pensione ce l’ha ancora ma non sono più sufficienti per mantenere quel tenore di vita al quale era da sempre abituato.
Ma la povertà determina i suoi effetti non soltanto su chi vi è sprofondato, e che non vede soluzioni di uscita, ma anche su chi teme di poterci sprofondare perchè le previsioni per il futuro sono fosche.
Oggi il presidente della camera dei deputati è stata contestata. La gente è stanca e non ne può più. Non è più tempo di passerelle. Ci vogliono fatti concreti. Questo episodio mi porta a fare due considerazioni.
La prima. La boldrini, presidente della camera, ha fatto una affermazione che è da tanto una mia riflessione … ho lavorato per aiutare i profughi di varie parti del mondo e non mi sono accorta che una analoga emergenza c’era a casa mia … appunto! Le risorse sono sempre di meno, aiutiamoci a risollevarci e poi potremo tornare ad aiutare gli altri.
La seconda. Quelle persone che inveivano contro la boldrini non mi sono piaciute. Vivono certamente una situazione di disagio, e questo in parte le giustifica, ma non è contestando le istituzioni, specialmente quelle nuove sotto tutti i punti di vista, che si risolvono i problemi. Ma chi protesta mi fa pensare invece ai tanti che non protestano. A quei tanti vecchi e nuovi poveri che per una forma di pudore o di vergogna non trovano il coraggio o la forza di protestare tutto il loro sconforto per ciò che sta succedendo loro.
Dobbiamo fare qualcosa per loro … e qualcosa la devono fare quei 945 signori e signore che abbiamo eletto al parlamento e che dopo tutto questo tempo non hanno ancora capito che non è più tempo di menar il can per l’aia … bersani o grillo che si chiamino!
E noi cosa possiamo fare?
Possiamo fare tanto e dobbiamo farlo!
 

Non so se l’ho scritto in qualche altro post ma è un tema che mi continua a tormentare.

Il presidente crocetta è certamente un soggetto unico. Non so quali studi abbia fatto e quali esperienze di governo di grandi strutture abbia maturato ma è certo che al termine di questa esperienza dovrà scrivere non un semplice libro ma addirittura un trattato … vediamo su cosa.
Non ricordo cosa abbia detto in campagna elettorale il presidente crocetta, se qualcosa ha detto, sull’ente Regione Siciliana. So solo che appena insediato a sparato a zero sul personale senza distinzione di ruoli. Ha silurato dirigenti generali, ha rimosso dirigenti e funzionari, ha denunciato parentele mafiose e sistemi mafiosi all’interno della Regione.
Si tratta certamente di un metodo … a quali risultati porterà lo vedremo.
Ma dopo questa denuncia a 360 gradi a quando si passerà alla fase della costruzione? O ancora la rivoluzione non è terminata e dobbiamo aspettarci ben altro … senza dimenticare che alla finestra c’è sempre la rivoluzione di Grillo e dei suoi pasdaran!
La Regione Siciliana è una organizzazione da circa 20.000 dipendenti … un esercito … un vero e proprio esercito che potrebbe realizzare tanto. E a capo di questo esercito ci sta proprio il presidente crocetta che attraverso questo esercito dovrebbe raggiungere tanti risultati nell’interesse di quella comunità siciliana che lo ha eletto al ruolo che adesso ricopre.
Mi domando, ma come fa questo esercito a raggiungere, sempre che lo si voglia, i risultati che si vorrebbero se non si danno istruzioni? Se si rimuovo i vertici apicali? Se si rimuovono i vertici sub apicali? Se si rimuovono i soldati? Quale è la strategia?
Io credo che il presidente crocetta voglia dimostrare che l’esercito dei 20.000 dipendenti della Regione non serve a nulla e che quello che serve alla comunità siciliana è in grado di farlo lui da se medesimo … comparse di secondo piano gli assessori che sembrano tanti scolaretti che vanno appresso al presidente con i loro taccuini (ma avete mai visto i servizi nei tg regionali delle sedute di giunta in cui appare il presidente assiso contorniato da scolarette e scolaretti che non perdono una parola e che prendono appunti?) … da qui l’espulsione di battiato e zichichi … sembra che quando erano presenti risultavano più gettonati del capo … una vera lesa maestà!
L’idea che si ha è che la campagna elettorale non sia terminata e che presidente e assessori non siano consci del proprio ruolo.
La verità è che crocetta è riuscito a completare il progetto di lombardo … il blocco completo dell’amministrazione regionale.
Mi domando … perchè?
Dirigenti senza contratto. Dipendenti in predicato di trasferimento. Dirigenti generali nominati e mai insediati. Dirigenti generali contigui agli uffici di gabinetto dei vertici politici. Assenza di direttive organiche … quelle previste dalla normativa vigente in materia di pianificazione strategica e ciclo della performance (a proposito … ma il famoso Organismo indipendente di valutazione – fiore all’occhiello dell’assessore Chinnici – che fine ha fatto?) … capisco che il presidente non si può sottrarre alle aspettative della stampa … ma un po’ di tempo per far andare avanti la baracca quando lo troverà? E in questa baracca … i dipendenti della Regione un ruolo lo avranno?
 
  • Via libera all’articolo 37 Le tasse restano in Sicilia … alcune considerazioni su questo articolo. Il Presidente ha parole di ringraziamento e apprezzamento per tanti … peccato che nessuno di questi è un dipendente regionale … hanno fatto tutto lui e l’assessore senza supporto di nessun ufficio della Regione? A parte questo … cosa pensa dei dipendenti regionali il presidente lo abbiamo capito … mi domando che cosa ha ottenuto il presidente … di che cosa sta parlando? Sembrerebbe che abbia convinto qualcuno a dare attuazione all’articolo 37 dello Statuto grazie ai risultati mirabolanti dei suoi primi mesi di Governo … ma al di là dei titoli dei giornali cosa c’è di concreto? Quali provvedimenti sono stati adottati? Quali sprechi sono stati tagliati? Mi sa che si continua con gli annunci … complimenti! … altri punti di vista sulla notizia … Lupo: “Merito di Crocetta” Mpa: “Altro annuncio a effetto”
  • Ars, presentato ddl su Fondo per il contrasto alla povertà … non so fino a che punto sia percorribile … ma si tratta di una proposta che quantomeno affronta un problema grave! Ma perchè limitarsi alle forme di finanziamento indicate dall’estensore del ddl e non dedicare a questa iniziativa una parte dei tagli della spending review?
La storia non cambia …
 
 
Il prossimo bilancio parla di lacrime e sangue. L’unica macelleria sociale sembra che la si voglia fare solo a spese dei dipendenti della Regione. A chiunque si è voluto lasciare di pensare che siamo, noi dipendenti della Regione, una casta di corrotti e di inetti … per di più strapagati (volutamente confondendo le nostre retribuzioni con quelle dei dipendenti dell’Assemblea regionale siciliana).
A tutti gli altri tutto è concesso … precari di ogni ordine e grado hanno diritto a quel piatto di lenticchie … sia ben inteso che sono lavoratori ai quali viene fatto credere da decenni che prima o poi verranno stabilizzati … quando non è dato sapere!
Ma credo che si sia arrivati al capolinea … ora si presenta il conto … a chi?
E se si facesse una operazione verità?
Quanti sono i lavoratori dei diversi bacini che gravano sul bilancio della Regione?
Quanto costano? Quale è il loro inquadramento giuridico? Quale è il trattamento economico medio? Come sono stati reclutati? E soprattutto … quali servizi erogano ai quali i siciliani non possono rinunciare?
In Sicilia il reddito di cittadinanza è di fatto una realtà … e non tutti percepiscono lo stesso reddito!
 
 
Di questi tempi si ha uno strano concetto della democrazia.
Il vincitore della prova elettorale decide chi è in e chi è out.
Chi può criticare … nessuno.
Chi può osannare … tutti.
Chi licenziare.
Chi promuovere.
E questo senza che nessuno osi mettere in dubbio i risultati che si dicono raggiunti.
Governare sembra essere diventato un esercizio culinario … specialità … maionese … riuscirà a non farla impazzire?
Continuo a sottovalutare l’uomo e continuo a pensare che viviamo in un periodo di mediocrità nel corso del quale … si scancia a lana ca sita … mi sembra che ci si sia avviati su una china irreversibile.
Il popolo ha dimostrato di credere nel cambiamento ma il masaniello di turno rischia di vanificare la speranza.
In tutto questo i mesi passano … la gente soffre … e anche i nuovi cinchischiano … vorrebbero cambiare il mondo ma non riescono nemmeno a cambiare il capocondominio.
Proprio bravi … sembra di essere alla zoo comunale!
 

 

Sul suo blog Grillo chiede ai “pentiti” il perchè hanno votato M5S … quello che segue è il mio commento postato sul blog di Grillo
 
“Ho votato M5S sia alle regionali siciliane sia alle ultime politiche. Mi hanno convinto le parole di Grillo al comizio di piazza magione a Palermo. Sono soddisfatto dell’operato dei deputati regionali … sono un po’ troppo filo crocetta ma presto ne comprenderanno le qualità. Non sono soddisfatto del comportamento di M5S a livello nazionale. Ho votato M5S per costringere il sistema a cambiare e in parte avete già avuto dei risultati … se aveste fatto un governo con il pd ne avreste condizionato il programma e invece preferite fare altro … quello che stanno facendo i deputati regionali in Sicilia voi non lo potete fare a livello nazionale perchè avete ottenuto un risultato oltre le attese e quindi dovete necessariamente “governare”! Perchè non lo fate? Forse perchè il vostro elettorato non lo capirebbe? Non lo so … so soltanto che alle prossime elezioni non voterò M5S perchè mi avete fatto comprendere come sia violento un certo modo di attaccare l’avversario politico … adesso guardo con più comprensione anche quelli del pdl.
La classe politica prima di M5S ha tantissime responsabilità ma ammetto di non trovarmi a mio agio nel linguaggio di Grillo e nell’attegiamento dei neo parlamentari, alla fin fine non sono molto diversi dai berluscones che dicono tutti la stessa cosa … comunque il mio sarà soltanto un voto in meno! Auguri
Paolo Luparello”
 
Per leggere il post di Beppe Grillo clicca sul link che segue …   http://t.co/Wme3FqWzGR
 

 

Care amiche, cari amici,

per la festività pasquale mi concedo una pausa. Tornerò a pubblicare dal prossimo 3 o 4 aprile p.v.

Nella imminenza della festività pasquale anch’io invio, a chi crede, gli auguri di rito e come nella tradizione auguro che attraverso il mito della Resurrezione ognuno di noi possa assurgere a nuova vita che per noi comuni mortali è anche il cambiamento.
Vi lascio con queste parole …
“Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare e la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre.” “Dammi Signore, un anima che abbia occhi per la bellezza e la purezza, che non si lasci impaurire dal peccato e che sappia raddrizzare le situazioni. Dammi un anima che non conosca noie, fastidi, mormorazioni, sospiri, lamenti. Non permettere che mi preoccupi eccessivamente di quella cosa invadente che chiamo ‘io’. Dammi il dono di saper ridere di una facezia, di saper cavare qualche gioia dalla vita e anche di farne partecipi gli altri. Signore dammi il dono dell’umorismo.” (Tommaso Moro 1587: Preghiere della Torre)
Ancora auguri a tutte e a tutti voi!

 
 

 

Come ho più volte detto ho votato M5S prima alle regionali e poi alle politiche.
Sono soddisfatto del lavoro che M5S sta facendo in Sicilia.
Non sono affatto soddisfatto di quello che sta facendo Grillo con i parlamentari che noi abbiamo eletto al Parlamento nazionale.
Sono semplicemente disgustato dei modi e del linguaggio che Grillo e company stanno utilizzando. Ma quello che più mi sta disgustando è il “tanto peggio tanto meglio” che stanno attuando. Continuano a guardare al futuro guardando nello specchietto retrovisore e mirano soltanto a soddisfare e radicalizzare il proprio elettorato … del Paese se ne stanno “fottendo”!!!
Gli altri partiti hanno sicuramente dei dirigenti oramai impresentabili … ma rappresentano milioni di italiani che meritano lo stesso rispetto degli elettori di M5S (anch’io tra questi!).
Sto rivalutando l’elettorato di centro destra … sono uomini e donne che sperano in un futuro … così come me e tanti altri italiani.
Di questo dico grazie a Grillo … che continuerà ad avere un futuro da uomo di spettacolo ma il cui M5S è destinato a scomparire senza aver potuto realizzare nessuna delle rivoluzioni che avrebbe potuto fare ora … se avesse avuto l’umiltà di lavorare con gli altri partiti e con gli uomini di quei partiti … do atto a Bersani di essersi assunto un onere incredibile … senza tante strategie e affrontando M5S a viso aperto … chapeau a Bersani … meno ai burattini e ai ventriloqui!
 
 
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
 
 
Fino a qualche mese fa Crocetta Rosario aveva dei sogni e per una serie fortunata di eventi li realizzò.
Borsellino Lucia, Battiato Franco, Zichichi Antonino … i sogni di Crocetta Rosario che trasformò in assessori … stelle del famoso governo a 7 stelle … che subito ne perse una.
Oggi ne perde altre 2 … sicuramente le più brillanti … quanto meno sul piano mediatico.
Zichichi Antonino è sempre stato un oggetto misterioso … il suo avvicendamento era nell’aria da tanto tempo … da dopo la sua posizione sul nucleare, sul MUOS e chissà su cos’altro.
Battiato Franco era un valore aggiunto e avrebbe potuto fare tanto … l’averlo silurato dopo l’infelice esternazione sulle “troie” in parlamento mi è sembrato un gesto affrettato … troppo affrettato … che fosse stato studiato a tavolino?
Se a queste due scelte aggiungiamo la direttiva indirizzata agli assessori sulla opportunità di contrattualizzare i dirigenti generali da lui stesso scelti se dovessero avere un contenzioso aperto con la Regione, ne esce un quadro di un Crocetta Rosario un po’ avventato!
Come avventata sembra essere la presunta rivoluzione che sta destabilizzando tanti dipartimenti regionali attraverso il trasferimento in massa di dirigenti e dipendenti … segnalo a questo proposito il bell’articolo di Gery Palazzotto … Dal modello Sicilia al
In effetti sono solo quattro mesi che Crocetta Rosario è a capo del governo regionale ed è ancora presto per tirare delle somme … ma quello che contesto a Crocetta Rosario è che non dice quale sia la Regione che vuole realizzare e quale sia il ruolo dei dipendenti dell’Amministrazione.
Io vedo un Crocetta Rosario molto attento al mondo dei media … fino a oggi è stato bravo e soprattutto fortunato. Quanto potrà durare questa luna di miele con il mondo dei media? Il mondo dei media quando si comincerà a interrogare sui risultati “reali” del governo di Crocetta Rosario?
Gli episodi che cito all’inizio di questo post dovrebbero far riflettere … non si può essere altro rispetto alle scelte che si sono fatte … e se si sono fatte delle scelte sbagliate l’autore delle scelte ha sbagliato … spero per noi e per la Sicilia che gli errori finiscano qui!
 
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
 
 
Per non essere da meno del suo predecessore anche Crocetta Rosario si inventa qualcosa per bastonare i dirigenti della Regione … ma non solo … bastona anche i colleghi del comparto non dirigenziale con i trasferimenti “disincrostanti”!
Con la deliberazione che segnalo il Crocetta Rosario decide che i dirigenti non generali dovranno andare avanti con incarichi bimestrali … perchè?
Con la stessa deliberazione emerge anche una difficoltà di comunicazione tra Valenti Patrizia, assessore funzione pubblica, e Crocetta Rosario … la prima chiede una cosa e il secondo ne capisce un’altra!
Siamo proprio a posto!!!
 
“Disposizioni integrative della deliberazione della Deliberazione della Giunta Regionale n. 458 del 30 novembre 2012 e della Deliberazione della Giunta regionale n. 506 del 28 novembre 2012”
Deliberazione di Giunta n.91 del 4/5 marzo 2013 (proroga scadenza contratti dirigenziali – riduzione trattamento economico)
 
 
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.

 

 
 
C’è qualcosa che non funziona!
Bersani, il leader della coalizione che ha vinto, male, le elezioni si lascia portare al guinzaglio dall’ologramma di Grillo? Grillo che, metaforicamente parlando, sputa in faccia a milioni di elettori del PD e di SEL e non degna Bersani nemmeno di un confronto faccia a faccia. Grillo che pretende la trasmissione dell’incontro in streaming per poter “teleguidare” la sua delegazione. Grillo che non accetta le regole del confronto democratico e che se ne frega dell’emergenza Paese.
Ma in effetti Grillo non si è candidato alla guida del Paese … adesso.
Grillo si è candidato alla guida del Paese quando gli italiani gli daranno il 100% del consenso … cioè anche quando Bersani voterà per lui!
Prima di allora … fanc… l’Italia e gli italiani!
Grazie a Grillo avremo un altro governo di larghe intese, che non farà le riforme che servono e che farà pagare il risanamento della finanza pubblica ai soliti noti … a quelli che le tasse le pagano!
E Grillo pensa che alle elezioni dopo il governo delle larghe intese prenderà la maggioranza del Parlamento per governare da solo? Vedremo.
Nel frattempo spero che nessun senatore grillino si faccia prendere da crisi di coscienza … non farebbe gli interessi del Paese ma quelli di Grillo!
Grillo non può sostenere né un governo di destra né un governo di sinistra, ma non per gli uomini che li rappresentano, ma perchè il suo elettorato esploderebbe. I suoi elettori di destra non approverebbero un appoggio a un governo di sinistra e viceversa.
Grillo si è incartato e non credo che abbia alcuna strategia che non sia l’ortodossia del rispetto delle sue regole … immobilismo puro … con le regole del Parlamento (diversamente da altri parlamenti regionali meno attenti al concetto di maggioranza e di opposizione … una volta si sarebbero chiamate “geometrie variabili” … ma non diciamolo a questi innovatori!), ma da Bersani mi sarei atteso qualcosa di diverso … ma è proprio nelle mani di Grillo?
 
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
 
 
 
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
Ti invito a sottoscrivere la petizione online Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
 
Care amiche, cari amici,

oramai il tempo che dedicavo al blog di Fedro lo dedico quasi esclusivamente a Perchè no.

Mi scuso se può sembrare che si stia perdendo del tempo nell’iniziare le attività dell’associazione, ma ritengo che sia importante partire con il piede giusto e per me il piede giusto è una puntuale definizione di ciò che vogliamo fare e con quali strumenti.

Più penso all’idea di Perchè no e più mi convinco della sua bontà e in ciò sono confortato dai riscontri delle persone con le quali parlo di Perchè no.

Vi aggiorno sullo stato dell’arte.

Costituzione dell’associazione. Ho consegnato la Continua a leggere »

 
 
Io apprezzo le persone che dicono cosa faranno e che fanno cosa dicono.
Per un politico questa dovrebbe la prima qualità.
Sono mesi, invece, che in Sicilia assistiamo a conferenze stampa a getto continuo nelle quali viene propinata all’opinione pubblica ogni sorta notizia-non notizia che i bravi giornalisti si limitano a riportare senza esercitare alcuna critica.
Quello che dice Lui è Vangelo … anche se fa a botte con la logica e il buon senso.
Avevo preso a registrare gli articoli nei quali Lui annunciava tagli, razionalizzazioni, nuovi investimenti, abrogazioni … in una girandola di milioni, centinaia di milioni, miliardi di € … ma poi ho lasciato perdere … era diventato faticosissimo!
E poi, se si trattava veramente di somme in euro, come mai ancora si va appresso a un bilancio regionale che non si può chiudere perchè mancano almeno 2 miliardi di € (questa volta veri!)?
Quand’è che la stampa, anche quella nazionale, finirà di osannarLo solo per gli annunci e comincerà a chiedergli dei risultati “veri” ottenuti? Probabilmente mai perchè del lavoro dei “ragionieri” non importa a nessuno!
Abbiamo una classe politica che, nonostante lo sfacelo sociale che stiamo vivendo, continua a fare propaganda e che costruisce il proprio consenso soltanto sulle promesse e sulle chiacchiere.
E’ troppo pretendere, dopo diversi mesi di governo, la stesura di un programma di governo nel quale vengano declinati gli obiettivi che questo governo vuole raggiungere?
E’ troppo chiedere a questo governo quale è l’idea di sviluppo che voglio dare a questa nostra terra nell’arco del loro mandato?
Purtroppo, anche quelli che pretendono di essere nuovi nuovi non sono e preferiscono utilizzare lo stesso armamentario dei loro predecessori.
Un esempio a caso … i consulenti.
Sappiamo benissimo che molte consulenze sono delle vere e proprie “marchette” con le quali si riconosce l’impegno che si è profuso nel sostegno elettorale. Posto che non lo accettavo dai “vecchi”, si può accettare che questo metodo venga attuato da chi della legalità tiene alto il vessillo?
E allora, anziché dare adito al pensiero che cambia tutto per non cambiare nulla, perchè questo governo non opera in modo trasparente e adotta le regole del procedimento amministrativo anche per il conferimento delle consulenze e degli incarichi di “sottogoverno”?
Perchè prima di procedere a un affidamento non si pubblicizza la cosa, e non si dichiarano quali devono essere i requisiti che il professionista deve possedere?
Perchè non si dà un tempo entro il quale i soggetti in possesso dei requisiti possono presentare la loro istanza?
Perchè non si motiva l’affidamento dell’incarico a Tizio piuttosto che a Caio?
Perchè non si pubblicizza il piano di lavoro che l’incaricato dovrà attuare, con tanto di “milestone” e di “deliverable”?
Perchè non si pubblicizzano gli eventuali rapporti di parentela e di affinità oltre che di militanza politica, sindacale, associativa dell’incaricato, così come è stato fatto di recente nel settore della formazione professionale?
Sono tanti i temi sui quali ci sarebbe bisogno di accendere i riflettori e di introdurre delle buone prassi amministrative e di trasparenza … ma mi sa che dovremo ancora attendere!
 
Ti invito a sottoscrivere la petizione online Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
 
Che delusione. Ho votato M5S perchè si potesse finalmente parlare dei problemi della gente e invece mi ritrovo ad aver dato fiducia a una persona che se ne sta fregando di tutto e di tutti. Sta pensando soltanto al modo per massimizzare il suo risultato alle prossime elezioni. Se per allora la gente continuerà a perdere il lavoro, a non percepire stipendi e pensioni, a fallire … chissenefrega!
Quando M5S avrà il 50%+1 del consenso allora si che la rivoluzione potrà partire e per tutti (per chi ci arriverà!) sarà finalmente il riscatto!
Nel frattempo assistiamo ai giochetti di Continua a leggere »
 

 

Ricevo e divulgo

“20 marzo 2013 – Rigettati i ricorsi ex art. 28 sui trasferimenti illeggittimi
ANCORA UNA VOLTA LA “GIUSTIZIA ” SICILIANA SICILIANA NON E’ UNA SCIENZA ESATTA!”
Che dire! O il sindacato non riesce a rivolgersi a un avvocato capace di impostare un ricorso vincente o la stagione del sindacato è finita. E i lavoratori a chi si dovranno votare?
 

 

Strano. Il presidente prima nomina i dirigenti generali e poi chiede agli assessori di verificare se esiste un contenzioso tra i “neo” dg e l’Amministrazione. Se ci fosse un contenzioso li invita a “soprassedere” alla formalizzazione … non si comprende di che … forse dei contratti individuali?

La nota chiude … “Il mantenimento del contenzioso e delle relative pretese ivi formulate, contemporaneamente all’attribuzione di incarichi dirigenziali generali, potrebbe esporre l’Amministrazione regionale a conseguenze negative con possibili profili di responsabilità amministrativo contabile.”

Questa nota a firma del presidente della Regione …  EdittoCrocetta  … lascia molti dubbi … senza contare la difficoltà interpretativa della stessa … ma che vorrà dire?

Un’ultima riflessione … dobbiamo aspettare qualcosa di analogo anche per gli incarichi dirigenziali non generali?

Ma è legittimo questo comportamento? Che stupido … mi faccio certe domande!

 

 

Oggi pomeriggio si è tenuto il secondo incontro di Perchè no.

Hanno partecipato una ventina di colleghe e colleghi e ci si è confrontati su quello che dovrà essere Perchè no.

Ancora una volta ho provato a illustrare la mia idea di Perchè no.

Perchè no non nasce contro qualcuno. Perchè no nasce per volontà di donne e uomini che vogliono fare della Regione Siciliana un ente al servizio della Sicilia e nella quale i dipendenti possano essere orgogliosi del lavoro che vi svolgono.

Quasi tutti i partecipanti all’incontro hanno preso la parola e una buona maggioranza mi sembra che condivida lo spirito dell’iniziativa e ha voglia di contribuire alla realizzazione del progetto. Un progetto che vuole avere un orizzonte di riferimento ampio nel corso del quale l’associazione Perchè no dovrà acquisire la necessaria autorevolezza affinchè possa divenire un interlocutore di chi è chiamato a guidare e governare l’ente regione.

Per fare questo è necessario gettare le fondamenta di questo progetto prima di aprirsi ai soggetti con i quali si interloquirà nel prossimo futuro.

Alcuni colleghi hanno evidenziato che, nel particolare momento che stiamo vivendo in cui tutta la categoria dei dipendenti della Regione è sotto scacco da parte di un presidente che non perde occasione per denigrare, uno dei primi passi che l’associazione dovrebbe compiere è quella di provare ad accreditarsi presso il Governo regionale per contestargli la gratuità e la genericità delle accuse rivolte alla categoria fatta in larga parte da lavoratrici e lavoratori che compiono quotidianamente il proprio dovere.

Fermo restando che l’associazione, quando sarà costituita, si accrediterà presso i vertici dell’Amministrazione regionale per illustrare i propri scopi e le proprie finalità, ho fatto presente ancora una volta che Perchè no è un progetto che parte da lontano … quando l’attuale presidente non era ancora all’orizzonte. Intestarsi fin da subito una iniziativa di “opposizione” al presidente rischierebbe di etichettare Perchè no come una mera difesa d’ufficio della categoria … attività per la quale esistono già tanti sindacati che non sembra siano riusciti a far cambiare più di tanto l’orientamento del presidente.

Perchè no, come ho scritto più volte, deve essere uno strumento di proposta e all’occorrenza di denuncia, e prima di arrivare a questo abbiamo la necessità di organizzarci e strutturarci. Se abbiamo la presunzione di voler contribuire a fare della Regione Siciliana una organizzazione che funziona e una amministrazione di qualità abbiamo la necessità di dotarci di un nostro modello organizzativo. Un modello organizzativo nel quale vengano fissati i ruoli e gli strumenti che utilizzeremo. Per fare ciò dovremo dedicare un po’ di tempo alla nostra organizzazione. Prima di scendere in campo abbiamo la necessità di capire chi siamo e quale schema di gioco siamo in grado di attuare. Una volta rodati ruoli e schemi saremo pronti per la partita.

Non dobbiamo avere fretta.

Entro la fine di marzo l’associazione sarà costituita. Entro il mese di giugno dovremo mettere in campo tutti gli strumenti della comunicazione e del lavoro in rete, attivando quanti più gruppi di lavoro possibili e quante più “antenne” possibili nei luoghi di lavoro. Dovremo anche darci un sistema di regole e di priorità.

Se tutto andrà per il meglio entro la fine di settembre potremo presentarci come associazione organizzando un evento nel corso del quale illustreremo il percorso fatto e un primo prodotto della nostra attività … prodotto che concorderemo nel corso delle prossime settimane.

Sei mesi possono sembrare lunghi ma vi assicuro che saranno ben spesi se ciò ci consentirà di dare omogeneità alle nostre proposte e soprattutto continuità nel tempo. Perchè no non nasce per durare lo spazio di un mattino.

Ringrazio ancora una volta i partecipanti all’incontro odierno e coloro che avrebbero voluto partecipare ma che non hanno potuto … non mancherà occasione.

Continuano a pervenire le adesioni all’associazione … se vuoi aderire scrivi a perchenoregionesiciliana@gmail.com

Cordialmente

Paolo Luparello

 

 

Care amiche, cari amici,

questa è probabilmente l’ultima newsletter di Fedro.

Come sapete sto provando a portare avanti l’iniziativa della costituzione dell’associazione “Perchè no”.

Il tempo che posso dedicare alle attività diverse da quella lavorativa è limitato e dividerlo tra il blog di Fedro e l’attività di “animazione” dell’associazione “Perchè no” non mi permetterebbe di fare al meglio entrambe le cose.

Dovendo scegliere preferisco sacrificare il blog di Fedro all’animazione di Perchè no.

Anche Perchè no avrà un blog e spero che possa vedere la luce quanto prima.

Il blog di Fedro continuerà a vivere e lo continuerò ad alimentare sporadicamente con le mie personali riflessioni che in alcun modo potranno essere ricondotte a Perchè no. Chi lo vorrà lo potrà seguire autonomamente … senza cioè la sollecitazione della newsletter di Fedro informa.

Il blog di Perchè no sarà il frutto di un lavoro di squadra che verrà svolto con la collaborazione di una redazione della quale potranno fare parte tutti coloro che lo vorranno.

Chi fosse interessato a una o più delle seguenti opzioni

  • aderire all’associazione Perchè no
  • far parte della redazione di Perchè no
  • ricevere la newsletter di Perchè no

potrà segnalarlo scrivendo a perchenoregionesiciliana@gmail.com

Nel ringraziarvi per la simpatia che mi avete dimostrato in questi anni … spero che accorderete la stessa simpatia a Perchè no

Cordialmente

“Fedro” Paolo Luparello

 

 
 

Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.

A:Cittadini

Ogni incarico di qualsiasi natura conferito dalla Pubblica Amministrazione e retribuito con risorse pubbliche deve essere conferito a soggetti iscritti all’albo unico dei candidati. Nell’albo unico dei candidati devono essere pubblicati tutti gli incarichi precedentemente ricoperti, i risultati raggiunti e gli emolumenti percepiti. Ogni incarico conferito a soggetti non inseriti nell’albo unico dei candidati sono nulli e il soggetto che ha conferito l’incarico sarà segnalato alla procura della Corte dei Conti per danno erariale.

Care amiche, cari amici,
Ho appena lanciato questa petizione online:

«Incarichi pubblici soltanto a soggetti iscritti ad albo.»

Per votare clicca QUI
 
Spero che anche tu sia d’accordo con questa petizione.

Firma la petizione … e diffondila fra i tuoi contatti.

Grazie.

Paolo Luparello

 

Già nel post di ieri sull’argomento scrivevo che sarebbe stato opportuno leggere il dispositivo della sentenza prima di poter trarre delle conclusioni. E così è!

La sentenza non dice che i trasferimenti sono legittimi. Anzi, dice espressamente che non entra nel merito degli stessi in quanto il ricorso del sindacato non si può inserire nella tutela di diritti soggettivi che restano in capo ai singoli.

La sentenza dice soltanto che non si ravvisa il comportamento antisindacale e smonta pezzo per pezzo le argomentazioni del ricorso proposto dalla Dirsi … che si becca anche una bacchettata.

Penso che si tratti di una sentenza che rischia di tramutarsi in un boomerang per tutto il fronte sindacale … e purtroppo per i lavoratori.

Spero soltanto che qualche collega, sia esso del comparto o della dirigenza, abbia fatto realmente ricorso … e lì vedremo se i dirigenti generali si sono mossi nell’alveo della legittimità o no … e tutti noi sappiamo che le illegittimità ci sono state!

Per chi volesse dare una occhiata alla sentenza clicchi QUI

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha