Oggi siamo riusciti in un’impresa alla quale hanno contribuito in tanti.
Singoli colleghi e alcune organizzazioni sindacali, prima fra tutte certamente la Cisl-Fp con i cui referenti sono stato costantemente in contatto.
E’ stato certamente un buon lavoro di squadra e dobbiamo essere grati anche a tanti deputati di diversi schieramenti ai quali è stata spiegata l’enormità che si stava compiendo nei confronti della dirigenza della Regione Siciliana.
Non ho potuto seguire i lavori d’aula, si svolgevano di mattina ed ero impegnato in riunioni di lavoro, ma mi è stato riferito da più fonti che l’onorevole Cracolici ha svolto un intervento nel quale ha ben rappresentato l’inopportunità dell’emendamento governativo che sopprimeva la clausola contrattuale di salvaguardia del CCRL della dirigenza … un grazie dovuto quindi all’onorevole Cracolici e al suo partito, ma anche agli altri che più si sono impegnati, e tra questi anche l’onorevole Totò Cordaro.
Questa vicenda mi porta però a svolgere alcune riflessioni.
Tutto questo impegno che per quasi 48 ore ha visto tanti colleghi attivarsi e sensibilizzare tutti coloro che si potevano sensibilizzare, cosa ha prodotto?
In fondo non è che abbiamo ottenuto qualcosa, anzi resta il taglio del 20% del fondo per le indennità dirigenziali, abbiamo semplicemente ottenuto il mantenimento dello status quo che ci permette di continuare a svolgere il nostro lavoro senza pesanti penalizzazioni.
Resta però il fatto che noi dirigenti della Regione restiamo nel mirino di un sempre più vasto schieramento di detrattori che ci accusano di tutto e di più come se fossimo noi i responsabili di tutti i mali della Regione.
Ma i nostri detrattori parlano con cognizione di causa?
Il Presidente non sa nulla di noi eppure viola sistematicamente le norme contrattuali dei lavoratori regionali in quanto siamo dei fannulloni e operiamo in un contesto opaco che più che a una Pubblica Amministrazione fa pensare a una consorteria di tipo mafioso dove la “manciugghia” è la norma.
I neo deputati del M5S ritengono che siamo troppi e che guadagniamo troppo e quindi propongono un taglio del 30 % del nostro trattamento stipendiale affinché si possano recuperare una cinquantina di milioni di euro da destinare al microcredito o al reddito di cittadinanza … nel nome di una solidarietà forzata da parte di ha tanto (???) nei confronti di non ha nulla o ha poco (i precari sponsorizzati o da sponsorizzare?).
I cittadini anonimi frequentatori dei siti web online non ci fanno mancare le loro critiche, che per la verità sono equamente distribuite tra tutti i dipendenti regionali senza distinzione alcuna … salvo quelli che si dilettano nel “fuoco amico”, come se il fango buttato sulla dirigenza non schizzasse anche su tutto il resto del personale.
Una parte dei colleghi dirigenti, e non (soprattutto), che se la prendono con chi di noi non risponde ai tanti personali ideali di dirigente tipo che naturalmente è pienamente rispondente al profilo di ciascun detrattore dirigente mancato o aspirante in servizio permanente effettivo.
Dulcis in fundo una stampa, soprattutto locale, che non ci ama e che sa che ogni qualvolta pubblica qualcosa sui dipendenti della Regione è come se agitasse il drappo rosso davanti a una mandria di tori.
Volendo usare una metafora … siamo costantemente seduti sulla bocca di un vulcano … attivo.
Possiamo continuare così?
Io ritengo che chi ha voce in capitolo dovrebbe farsi promotore di una iniziativa che si sforzi di superare tutte le contraddizioni, vere o presunte, dell’attuale legge regionale 10 del 2000 e provi a rimettere in cammino tutto il treno di questa Regione e non soltanto alcuni vagoncini. Si tratta cioè di far uscire la dirigenza regionale da questa presunta “precarietà” e di dare delle risposte alle legittime aspettative di crescita professionale e di carriera di migliaia di dipendenti di ruolo della Regione che sono gli unici in tutto il panorama del pubblico impiego nazionale per i quali non è previsto alcun meccanismo di progressione giuridica. Ma il “treno” della Regione ha bisogno di altri interventi che non riguardano soltanto il personale e che non sto qui a descrivere ma che sono ben noti agli addetti ai lavori … la Regione ha anche una “utenza” alla quale dovremmo erogare dei servizi di qualità.
Per quanto mi riguarda non farò mancare il mio contributo, se richiesto, all’eventuale iniziativa che qualcuno si vorrà intestare, anche se da domani proverò finalmente a concentrarmi sulla oramai costituita associazione “Perchè no … qualcosa si muove” attraverso la quale, insieme a un gruppo di amiche e amici, proverò a gettare le basi per la creazione di una comunità di pratica tra i dipendenti (senza distinzione di categoria) della Regione, e non, che riesca a mettere in luce le eccellenze, ma anche le “normalità”, che anche nella Regione Siciliana ci sono.
Se vogliamo toglierci dal mirino dei detrattori, se vogliamo farci ascoltare, io credo che prima dobbiamo dimostrare chi siamo attraverso una operazione “verità” per realizzare la quale abbiamo bisogno di tempo nel corso del quale far crescere l’autorevolezza dell’associazione. Autorevolezza che sarà determinata dalla nostra capacità di proposta e di denuncia sulla base della puntuale conoscenza dei fatti della nostra Amministrazione.
Tutti insieme, le amiche e gli amici che hanno a cuore il proprio Ente e il proprio lavoro, potremo riuscire a cambiare le cose e togliere finalmente gli alibi ai veri colpevoli del degrado della Regione.
Questo sarà il mio impegno nel prossimo futuro e spero che possa essere anche il vostro … affinchè ogni legge in discussione all’Ars non sia per noi sempre una minaccia ma piuttosto una opportunità!
Un buon 1° maggio a tutti i lavoratori … e quindi anche a voi amiche e amici colleghi regionali e alle vostre famiglie.
 
 
Gli sforzi di queste ultime 48 ore sono state coronate da successo. L’emendamento governativo con il quale si introduceva lo “spoil system” per tutta la dirigenza regionale e la eliminazione “di fatto” della terza fascia dirigenziale è stato ritirato. Sarà decurtato del 20 % il fondo per il salario accessorio della dirigenza … ma questo lo avevamo già messo in conto … siamo obbligati alla solidarietà.
Un grazie a tutti i colleghi che si sono attivati per raggiungere questo risultato e un grazie a quei deputati regionali che si sono resi conto della enormità che era stata proposta loro e che hanno condiviso che tutta la materia venga ricondotta all’interno di un disegno di legge organico che possa rimettere ordine nell’Amministrazione regionale.
Anche l’articolo relativo alla riapertura di finestre pensionistiche è stato cassato … ma sulla sua “illegittimità” non c’erano molti dubbi!
A più tardi per alcune considerazioni su questa vicenda che devono far riflettere non soltanto la dirigenza regionale ma tutto il comparto dei lavoratori dell’Ente regione.
Un buon 1° maggio a tutti … anche a chi a provato a mandarcelo sottosopra!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
 
Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 26  aprile 2013, venerdì
 
ASSESSORATO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE
  • DECRETO 27 marzo 2013. Aggiornamento dell’elenco regionale dei centri commerciali Naturali, pag. 7
ASSESSORATO DELL’ECONOMIA
  • DECRETO 26 marzo 2013. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2013, pag. 13
  • DECRETO 28 marzo 2013. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2013, pag. 20
CORTE COSTITUZIONALE
  • Sentenza 25-28 marzo 2013, n. 51, pag. 51
  • Ordinanza 25-28 marzo 2013, n. 53, pag. 56
ASSESSORATO DELL’ECONOMIA
  • Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2013 per compensi aggiuntivi da erogare a dirigenti Regionali, pag. 57
  • Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2013 per indennità di posizione e di risultato, pag. 57
Per consultare i provvedimenti clicca sul link che segue GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA n. 20 del 26 aprile 2013
 
ASSESSORATO DELLʼECONOMIA
  • CONTO RIASSUNTIVO DEL TESORO E SITUAZIONE DEL BILANCIO DELLA REGIONE al 30 settembre 2012
Supplemento straordinario alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana (p. I) n. 20 del 26 aprile 2013 (n. 5)
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 96 del 24 aprile 2013
 
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
  • Regolamento recante le modalita’ di redazione dell’elenco-anagrafe delle opere pubbliche incompiute, di cui all’articolo 44-bis del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214.  – DECRETO 13 marzo 2013, n. 42
MINISTERO DELLA SALUTE
AGENZIA NAZIONALE PER L’ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI E LO SVILUPPO D’IMPRESA
  • Esaurimento delle risorse finanziarie disponibili concernenti le misure agevolative previste dal decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185 – COMUNICATO
Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 97 del 26 aprile 2013
 
MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
  • Aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’articolo 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, agli effetti dell’imposta municipale propria (IMU) dovuta per l’anno 2013.  – DECRETO 18 aprile 2013
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA
  • Legge n. 190 del 2012 – Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalita’ nella pubblica amministrazione – CIRCOLARE 25 gennaio 2013, n. 1
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Molti dei colleghi che hanno ricevuto il mio “allarme” si sono attivati e ognuno ha provato a sensibilizzare i propri referenti politici all’ARS.
La cosa che più stupisce è che una norma di questa portata e di questo impatto era sconosciuta ai più. I più preparati ricordavano che i commi “incriminati” (eliminazione della clausola di salvaguardia dirigenziale e incarichi dirigenziali soltanto ai dirigenti di prima e seconda fascia) era stata “cassata” in commissione di merito.
I commi in questione sono stati inseriti nell’ennesimo emendamento governativo che alle 12,00 non risultava ancora depositato per l’aula.
Sembra che l’emendamento adesso riporti la numerazione 22.5.
Sembra anche, forse a seguito delle pressioni “lobbistiche” esercitate, che l’assessore Valenti (allora esiste!) abbia presentato al presidente Crocetta un subemendamento con il quale si riscrive il secondo comma omettendo il riferimento alle fasce dirigenziali alle quali affidare gli incarichi dirigenziali.
Se così fosse dovremmo essere grati al Governo che piuttosto la pena di morte ci ha condannato al carcere a vita … naturalmente essendo innocenti!
In pratica, un articolo che presentava palesi vizi di incostituzionalità adesso viene corretto e recepisce in pieno la direttiva con la quale il Presidente della Regione aveva ordinato all’Aran Sicilia di tagliare le indennità dirigenziali e di eliminare la clausola di salvaguardia, missione non riuscita per palese inaccettabilità da parte delle organizzazioni sindacali.
Il Presidente della Regione ottiene per legge, almeno questa volta si è avvalso di un organo parlamentare, quello che non è riuscito a ottenere attraverso la contrattazione sindacale come vorrebbero le norme in materia di disciplina del lavoro nel pubblico impiego.
La marcia indietro sulla esclusione dei dirigenti di terza fascia dagli incarichi dirigenziali più che una concessione alle “pressioni” appare come un atto dovuto nei confronti dell’intelligenza e della logica, atteso che sarebbero dovuti decadere gran parte dei dirigenti generali, dei capi di gabinetto e dei responsabili delle strutture intermedie della Regione (oltre 500 incarichi da affidare a soli 51 dirigenti – 2 di prima fascia e 49 di seconda) … ero proprio curioso di vedere cosa sarebbe successo.
La decurtazione del 20% del fondo del salario accessorio dei dirigenti della Regione ci può anche stare, vista la crisi dilagante, anche se non riesco a capacitarmi sul perchè il taglio abbia interessato soltanto la dirigenza e il perchè della disparità di trattamento con i dirigenti del Servizio sanitario regionale (ora capisco la fuga dei comandati dall’assessorato alla salute – non sono stati mandati via … se ne sono andati!) ai quali verrà, forse, imposto un taglio del 10% ma soltanto sulla indennità di risultato (a un dirigente regionale con 10 mila euro di indennità sarà applicata una decurtazione di 2600 euro – tra indennità di posizione ed effetti su quella di risultato – mentre a un dirigente della sanità con una analoga indennità la decurtazione sarà di appena di 2-300 euro, e non va dimenticato che i dirigenti del SSR prendono di più dei dirigenti della Regione e sono anche tanti di più – tutti i medici sono dirigenti), senza dimenticare che al personale del SSR è stato riconosciuto il CCNL 2006-2009 mentre ai dipendenti della Regione questo diritto è stato negato.
 
Sulla eliminazione della clausola di salvaguardia. Quando facevo sindacato non ho mai considerato la clausola di salvaguardia un tabù … ero disposto a parlarne, tanto è vero che nella piattaforma che avevo elaborato per il mio sindacato avevo ipotizzato un percorso che potesse portare al suo superamento.
Così come la propone il Governo, e il Parlamento si appresta a votarla, si tratta però di un azzeramento di una norma di civiltà. Di fatto si sta estendendo surrettiziamente lo spoil system a tutta la dirigenza e non soltanto a quella di livello generale. A ogni rinnovo di contratto individuale il dirigente potrà non vedersi riconosciuta l’indennità precedentemente percepita, che potrà anche essere azzerata. Se ne ha un esempio lampante con i dirigenti dei dipartimenti formazione, territorio, attività produttive “rimossi” in questo primo scorcio di 2013 in barba alla vigente normativa e che ancora oggi non sono stati destinatari di alcun contratto … figuriamoci dopo l’approvazione di questa norma … il Far West in confronto era un posto per educande!!!
Si dice che questa norma la invochi il Commissario dello Stato. Mi piacerebbe sapere chi ha parlato con il Commissario!
Il recepimento del comma 32 dell’articolo 9 del D.L.78 del 2010 che prevede il superamento della clausola di salvaguardia è riferito a una realtà diversa da quella regionale. Si riferisce alla Stato nel quale la dirigenza è articolata in due fasce e il numero di dirigenti è inferiore alle postazioni dirigenziali disponibili e soprattutto risponde a una esigenza dell’Amministrazione dello Stato. Il suo mero scimmiottamento a livello regionale ha un solo obiettivo, il completamento del processo di “precarizzazione” della dirigenza della Regione Siciliana che non si baserà più soltanto sul tipo di incarico cui aspirare ma anche al livello di indennità che sarà demandato al potere politico. Già mi immagino le raccomandazioni “politiche” per riuscire spuntare qualche centinaio di euro in più. Mi astengo da ulteriori commenti.
 
Bisogna riconoscere che il Presidente della Regione dimostra giorno dopo giorno una abilità fuori dal comune che lo lancia innegabilmente verso le più alte vette del potere politico extraregionale. Sembra che sia riuscito a vendere quella che è stata una sua idea (e di un alto burocrate esterno e di un commissario di una agenzia regionale) sin dall’insediamento a un gruppo di neoparlamentari necessari per la tenuta della maggioranza … anche loro pur di non lasciare lo scranno fingeranno di non capirlo e andranno dicendo che hanno cominciato a bastonare la casta … la casta saremmo noi dirigenti regionali da 3.200 euro medi netti mensili, che di questi tempi sembrano una enormità nei confronti di ex funzionari direttivi oggi senatori della Repubblica che guadagnavano in Regione 2732 euro netti mensili o di parlamentari regionali da più di 10 mila euro netti mensili.
Mi ostino a pensare che della vicenda che sta interessando la dirigenza della Regione Siciliana si stia preoccupando tutta la categoria dei dipendenti della Regione perchè oramai siamo noi l’anomalia … quelli che hanno un contratto a tempo indeterminato presso un ente pubblico che non è in default … la normalità per la Sicilia è il precariato e la continua ricerca del santo a cui votarsi per ottenere un altro anno di proroga fino alla agognata pensione sociale!
Vediamo cosa dobbiamo fare!
Se avrò altre notizie le pubblicherò … sempre che nel frattempo i conati di vomito non me lo impediscano!
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Anche se non mi occupo più di sindacato, ho provato comunque a evitare che nei confronti della dirigenza della Regione Siciliana, e degli enti di cui all’articolo 1 della L.r.10/2000, l’attuale Governo regionale si rendesse artefice di una norma che di fatto cancellerà la terza fascia dirigenziale individuando soltanto in 2 dirigenti di prima fascia e in 49 dirigenti di seconda fascia gli unici dirigenti che potranno essere destinatari di incarichi dirigenziali.
Io non so se i tanti colleghi che ho sollecitato e il sindacato cui mi sono rivolto riusciranno nell’impresa di far cassare una norma che già in commissione di merito era stata cassata ma che il Governo ha voluto reintrodurre nel testo che approderà in aula, resta comunque il fatto che siamo una categoria (i dirigenti di terza fascia) che oramai è riuscita a costituire un fronte compatto di detrattori che vanno dal Governo regionale all’opinione pubblica passando per i deputati dell’ARS e finanche per una parte dei nostri stessi colleghi dipendenti regionali.
Credo che sia giunto il momento che la dirigenza regionale si interroghi sul proprio ruolo, che vuole dire fare la necessaria autocritica sulle cose che non hanno funzionato e non funzionano ed evidenziare le cose che funzionano e le proposte che possano ridare slancio a un ruolo altrimenti destinato a soccombere.
Ringrazio fin da adesso coloro che hanno risposto al mio allarme e che si sono attivati in tutte le sedi, ma al di là del risultato che riusciremo a ottenere (la bocciatura dell’emendamento governativo che di fatto esclude la dirigenza di terza fascia dagli incarichi dirigenziali di ogni tipo) credo che sia necessario provare a tracciare un percorso che possa dare dignità al nostro ruolo, e mi piacerebbe che questa esigenza non fosse avvertita soltanto dalla dirigenza ma anche da parte di tutti gli altri colleghi ai quali non è stata mai data una occasione di crescita e di valorizzazione professionale.
Qualche idea da proporre?
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

Dopo il comunicato informale del mio sindacato pensavo che la finanziaria ci riservasse soltanto il taglio del 20% del salario accessorio. Sembra invece che un alt0 dirigente esterno della Regione e un neo dirigente regionale con incarico in un ufficio di gabinetto siano i promotori (dicono perchè lo chiede il commissario dello stato) di un comma che di fatto mira ad abrogare la terza fascia per metterla fuori dagli incarichi dirigenziali e forse dalla stessa dirigenza.

L’abrogazione della terza fascia potrebbe voler dire far passare tutti i dirigenti in seconda fascia ma qualcosa mi fa pensare che non è questo lo spirito che anima il Governo e i suoi accoliti.

Prima ci si erano messi i grillini che volevano tagliarci lo “stipendio” del 30% , adesso il Governo, che non vuole essere da meno, ci vuole proprio cancellare.

Se le voci, che non sono solo voci, saranno confermate non escludo che sia necessaria una mobilitazione di tutta la categoria. Fate girare questo post!

Spero domattina di avere notizie più precise.

Ognuno faccia pressing sul proprio sindacato e su tutti i santi del paradiso … o diavoli dell’inferno … a seconda di come la pensate!

 

 

Nonostante il poco tempo a disposizione l’Ars non rinuncia al riposo domenicale! (Fedro)
 
Ars, lavori d’Aula rinviati a lunedì 29 aprile (h.12)
 
L’Assemblea regionale siciliana, nella seduta di sabato  27 aprile 2013, presieduta dal Presidente Giovanni Ardizzone e dal vicepresidente Antonio Venturino, ha concluso la discussione generale e votato il passaggio agli articoli dei documenti finanziari.
Il Presidente Ardizzone ha comunicato che gli emendamenti potranno essere presentati entro le ore 24 di oggi 27 aprile 2013.
La relazione di maggioranza è stata svolta dal presidente della Commissione Bilancio, onorevole Nino Dina, mentre quella di minoranza dall’onorevole Vincenzo Vinciullo.
Nel corso del dibattito sono intervenuti deputati di tutti i Gruppi  parlamentari, mentre per il Governo è intervenuto il Presidente della Regione.
Il Presidente ha comunicato inoltre che lunedì 29 aprile alle ore 9  è stata convocata una Conferenza dei Capigruppo con la presenza del presidente della Commissione Bilancio e del Governo al fine di poter regolamentare al meglio il dibattito sui documenti finanziari. 
I lavori d’Aula sono stati rinviati a lunedì 29 aprile alle ore 12 con il seguente ordine del giorno: 1) Progetto di Bilancio interno dell’Assemblea regionale siciliana per l’anno finanziario 2013; 2) 
Discussione dei disegni di legge “Bilancio di previsione della Regione siciliana per l’anno finanziario 2013 e bilancio pluriennale per il triennio 2013-2015 e “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2013. Legge di stabilità regionale”.   
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Sinceramente apprezzavo il comportamento dei deputati grillini all’ARS. Mi sembrava che si stessero muovendo bene. In concreto hanno concluso poco ma la loro semplice presenza ha provocato nei deputati degli altri partiti una maggiore attenzione a quello che fanno … visto il rischio di essere “smascherati” da questi occhiuti colleghi.
Purtroppo mi devo ricredere. Leggendo gli articoli che segnalo in testa a questo post mi sono reso conto che questi signori non sono diversi dai loro colleghi di altri partiti.
Dico questo non perchè sarei stato colpito dal provvedimento che loro propongono ma per l’analisi che pongono alla base dello stesso provvedimento.
Pensavo che, almeno loro, non operassero sulla base dei sentito dire e che avessero rispetto per tutti i lavoratori e non soltanto per quelli che rientrano nella loro sfera di interesse.
Partendo dal presupposto che i dirigenti della Regione Siciliana sono troppi e che non fanno un c…, o quantomeno che non sono di una qualche utilità se non addirittura nocivi per il funzionamento dell’Amministrazione regionale e per la programmazione e l’utilizzazione dei fondi comunitari, i grillini propongono una riduzione del 30 % del trattamento economico complessivo dei dirigenti (da 15 mila a 27 mila € annui lordi) per recuperare risorse per un loro pallino, il microcredito.
Ma perchè hanno volato così basso?
Perchè non proponevano un analogo taglio per tutti i lavoratori che direttamente o indirettamente sono pagati con risorse del bilancio regionale superiori a un certo reddito lordo annuo (stabilito naturalmente dal movimento sulla base di un nuovo ordine mondiale della distribuzione del reddito)?… Anziché una cinquantina di milioni chissà quanto avrebbero recuperato! E perchè non far partecipare anche i pensionati?
L’emendamento proposto dai grillini sembra che sia stato cassato. Resta però il fatto che un deputato dell’Ars abbia potuto partorire una idea simile.
La prossima volta che voto un partito/movimento chiederò una dichiarazione sui provvedimenti che intendono portare avanti nei confronti dei dipendenti della Regione Siciliana … servirà? Boh!
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
  1. Finanziaria, ci siamo. Cerisdi resta, Ritirati fondi per l’Istituto dei ciechi: il punto … se poi qualcuno mi spiega quale sia la novità di questa finanziaria in salsa Crocetta …
  2. Ferrandelli alla maggioranza: “Così si penalizzano gli ex Pip” … ecco, questa è sempre la solita storia! Sanno solo difendere i potenziali bacini elettorali, mai nessuno che si ponga il problema dello sviluppo … come hanno in mente creare ricchezza per questa terra se sanno soltanto pensare a misure “sociali” … grande attenzione solo a chi è stato fatto salire sul “carrozzone”, per tutti gli altri disoccupati … un po’ di pazienza! E questo è il nuovo?
  3. “Deputati pensano a Tabella H I Pip? Dovrebbero ringraziarci” … il Crocetta pragmatico che non ti aspetti … ma se sui PIP qualcuno ha sbagliato perchè non porta le “carte” in qualche Procura?
  4. Emergenza rifiuti in Sicilia, Crocetta punta sul commissario … peccato che per queste nomine non ci siano motivazioni … si deve arguire che avendo ben operato al dipartimento acqua e rifiuti sia la persona giusta per risolvere l’emergenza … sarà così?
  5. Regione, tagli alle auto blu … personalmente non me ne può fregare di meno ma mi domando … deputati così attenti alla “macelleria sociale” hanno verificato se dietro il taglio delle auto blu ci sarà anche un taglio dei livelli occupazionali?
  6. Leanza si dimette e lascia l’Udc All’Ars nasce un nuovo gruppo … qualcuno ha pensato a uno spread anche per il Governo Crocetta? In questo momento lo spread guadagnerebbe o perderebbe punti?
  7. Salvi il Cerisdi e i precari Tutte le novità della Finanziaria … anche per quest’anno si è compiuta la solita sceneggiata! Bravi, proprio bravi!
  8. Ex Pip, notte di tensione carabinieri sparano in aria … per l’idea che tanti hanno della Regione in effetti sarebbero proprio adatti a diventare dipendenti regionali … o no?
  9. Gioia a cinque stelle: ok al Fondo per microcredito alle imprese … non trascuriamo i successi dei grillini che dopo l’abolizione delle province (sarà così?), dopo il fermo del MUOS (sarà così?) adesso incassano questo po po di provvedimenti … proprio bravi!
  10. Crocetta-Ferrandelli, è polemica sugli uccelli … si tratta di tuttologia o c’è una preparazione specifica sul tema?
  11. Stabilizzati precari Italter/Sirap Dina: “Un sì atteso da 20 anni” … dati i tempi, si può fare?
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Ricevo dal sindacato cui sono iscritto e divulgo 
 
“Continuano i lavori in II Commissione Bilancio, due al momento le notizie rilevanti:
 
l’art. 9 (proroghe dei contratti a tempo determinato) è stato emendato e prevede ora la stabilizzazione del personale ex Italter Sirap (praticamente vicini alla celebrazione delle nozze d’argento con il bacino del precariato) non conosciamo il testo, auspichiamo che “passi” indenne dal Commissario dello Stato e che possa dare la stura alla stabilizzazione degli altri colleghi precari ormai storici anch’essi;
 
altra per noi importante notizia è che il comma 2 dell’art. 18 è stato cassato.

Di seguito il testo dell’intero articolo…

Art. 18 Fondo salario accessorio personale con qualifica dirigenziale
1. A decorrere dal 1° gennaio 2013 l’ammontare complessivo delle risorse destinate annualmente al trattamento accessorio del personale con qualifica dirigenziale costituenti il fondo di cui all’art. 66 C.C.R.L. 2002/2005,  come determinato ai sensi dell’art. 1 comma 8 della L.r. 9/2012, è ridotto del venti per cento.  
2. A decorrere dal 1°  gennaio 2013 al personale con qualifica dirigenziale dell’amministrazione regionale,  e degli enti di cui all’art. 1 L.r. 10/2000 si applica l’art. 9, comma 32, del D. L. 78/2010 convertito nella legge 122/2010. Resta fermo che, nelle ipotesi di cui al sopra citato articolo 9 D.L. 78/2010, al dirigente viene conferito un incarico corrispondente alla fascia giuridica di appartenenza.
3. Le disposizioni di cui ai commi precedenti si applicano con le medesime decorrenze agli enti, aziende ed istituti sottoposti a vigilanza, tutela o controllo dell’Amministrazione regionale o che,  comunque, beneficiano di trasferimenti a qualunque titolo a carico del bilancio regionale, comprese le società a totale o maggioritaria partecipazione pubblica, anche se applicano un contratto diverso dal C.C.R.L.
 
Praticamente, il governo, con il comma 2 intendeva omologarsi al resto d’Italia e abrogare, con un semplice colpo di spugna ed in barba al ccrl, la clausola di salvaguardia per la dirigenza e la terza fascia!
 
Per una più completa informazione ecco l’art. 9, comma 32, del D. L. 78/2010:
 
32. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento le pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001 che, alla scadenza di un incarico di livello dirigenziale, anche in dipendenza dei processi di riorganizzazione, non intendono, anche in assenza di una valutazione negativa, confermare l’incarico conferito al dirigente, conferiscono al medesimo dirigente un altro incarico, anche di valore economico inferiore. Non si applicano le eventuali disposizioni normative e contrattuali più favorevoli; a decorrere dalla medesima data è abrogato l’art. 19, comma 1 ter, secondo periodo, del decreto legislativo n. 165 del 2001. Resta fermo che, nelle ipotesi di cui al presente comma, al dirigente viene conferito un incarico di livello generale o di livello non generale, a seconda, rispettivamente, che il dirigente appartenga alla prima o alla seconda fascia.
 
Il nostro pressing, più o meno “visibile”, con azioni convenzionali e/o di lobbyng, non si ferma mai e lasciatemelo dire: “MENO MALE CHE LA CISL C’È” e quando dico la Cisl intendo nella sua interezza perché, mai come in questo momento, è fondamentale una grande coesione, con il contributo di tutti e a tutti i livelli, senza il quale questi risultati non sarebbero possibili.”

<<<0>>>


Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.

<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>


 

 

Importante iniziativa del Governo per porre un tetto agli stipendi … degli altri. Questa volta è il turno dei dirigenti dell’ARS per i quali si prevede la costituzione del comparto unico di contrattazione della dirigenza unitamente a quelli della Regione Siciliana e degli enti collegati. Naturalmente si tratta di un disegno di legge che verrà “subito” trattato dall’ARS!
Mi sembra strano che nello stesso ddl non si preveda analogo trattamento per il personale con qualifica non dirigenziale.
Se siete interessati al ddl cliccate QUI
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 

 

Da Il Sole 24 Ore

Dalla Newsletter di FORUM PA,  N. 276 di martedì 23 aprile 2013

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

Altre importanti strutture intermedie del Dipartimento regionale dei beni culturali e della identità siciliana sono in fase di attribuzione.
Per sapere quali clicca QUI
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>

 

 

 
 
Newsletter n. 34/2013 del 24-04-2013
 
Ars, lavori d’Aula rinviati a venerdì 26 aprile (h.16)
L’Assemblea regionale siciliana, nella seduta pomeridiana di mercoledì 24 aprile 2013, presieduta dal Presidente Giovanni Ardizzone, dopo le comunicazioni, non ha potuto svolgere la trattazione dei documenti finanziari, in quanto l’esame dalla Commissione Bilancio sarà completato entro la mattina di venerdì 26 aprile come ha precisato in una nota il presidente della seconda commissione, onorevole Dina, 
Pertanto, l’Aula terrà seduta venerdì 26 aprile, alle ore 16.00, per concludere entro la stessa giornata la discussione generale dei disegni di legge bilancio e finanziaria. I lavori proseguiranno, pure nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 aprile, fino alla approvazione finale dei disegni di legge.
Il Presidente Ardizzone ha informato l’Aula, di avere chiesto alla Commissione Bilancio ed al Governo di prevedere l’accantonamento di alcune parti del testo in un apposito capitolo, per consentire all’Assemblea regionale siciliana di legiferare, dopo il 30 aprile prossimo, puntando a leggi di settore.
Su richiesta dell’onorevole Alloro, il Presidente ha precisato che gli emendamenti possono essere presentati entro la chiusura della discussione generale.

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 

 

Numero 276 di martedi 23 aprile 2013

Editoriale

Il topo che mangiava i gatti. Lettera aperta al nuovo Governo perché torni al piano della realtà. Ora che abbiamo visto di tutto nel teatro della politica, tutto diventa possibile. Persino rimettere mano alla macchina pubblica, ma dobbiamo avere idee chiare su dove vogliamo arrivare e su quale sia la PA che serve a far ripartire il Paese, zavorrato dalle sue enormi emergenze che si chiamano lavoro, diritti, sviluppo sostenibile. La storia ci insegna che se non ci facciamo guidare dai bisogni reali dei soggetti reali (cittadini e imprese) entriamo nell’iperuranio delle norme esteticamente apprezzabili e politicamente accettabili, che però moltiplicano adempimenti e scambiano la carta con la realtà, come il topo che mangiava i gatti della bella favola di Rodari che tante volte ho raccontato ai miei figli e, molti anni dopo, al mio nipotino Marco. Per questo provo a incitare, in una lettera aperta, il nuovo e ad oggi ancora non definito Governo a muoversi su alcune direttrici precise. Continua a leggere »
 
Ricevo e divulgo
 
Gli Stati Generali della Memoria digitale, in collaborazione con ANORC e FORUM PA, promuovono la prima edizione del Call “Memoria Digitale”, con lo scopo di attribuire un riconoscimento alle Amministrazioni Pubbliche più virtuose e innovative in ambito di gestione e conservazione dei documenti digitali
 
Riconoscimento “Memoria digitale”
 
L’istituzione degli Stati Generali della Memoria digitale è un’iniziativa lanciata da ANORC (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale) e da FORUM PA per tenere alta l’attenzione sull’importanza di attuare una digitalizzazione affidabile che preservi la nostra memoria dai rischi che corre in questo passaggio. Gli Stati Generali hanno unastruttura elastica e trasversale e costituiscono una sorta di presidio permanente composto da più associazioni e organizzazioni italiane che si occupano, in maniera diversa e complementare, della digitalizzazione documentale e della sicurezza informatica, le quali sono unite dal desiderio che “gli archivi digitali siano resi sicuri, affidabili e autentici nel tempo” e che tali tematiche siano i pilastri fondanti su cui poggiare l’Agenda Digitale Italiana ed Europea.
Il Manifesto costitutivo degli Stati generali della Memoria Digitale, contenente alcuni principi fondamentali, come diritti garantiti a ogni cittadino digitale e gli obiettivi a cui il processo di digitalizzazione dovrebbe tendere, è stato sottoscritto durante la manifestazione “DIG.Eat. Another bit in the wall” (www.digeat.it), grande evento nazionale dedicato da ANORC all’Agenda Digitale, svoltosi a Roma il 13 marzo scorso.
Finora hanno aderito agli Stati Generali AIPSI, AISIS, ANDIP, ANDIG, Circolo Giuristi Telematici, CSA Italy, SIT, SOS Archivi, ISBEM, AIOP, APIHM, Alleanza per Internet; Club TI Milano, AIDA – Lombardia, Confindustria Digitale, Assinform e Co.In.Fo.
ANORC e FORUM PA, che da sempre sostengono i principi fondanti elencati nel Manifesto, hanno deciso di promuovere, attraverso gli Stati Generali della Memoria digitale, un riconoscimento dal titolo “Memoria Digitale” che premi le Amministrazioni Pubbliche meritevoli che hanno attuato processi di digitalizzazione affidabili.
La Memoria digitale delle Amministrazioni Pubbliche: costruiamo solide basi per conservare i nostri dati
Il riconoscimento “Memoria Digitale” verrà consegnato in occasione del prossimo FORUM PA, che si terrà a Roma dal 28 al 30 maggio 2013 nella prestigiosa sede del Palazzo dei Congressi: durante l’evento saranno selezionati tra quelli presentati i progetti più innovativi che hanno contribuito a migliorare e sviluppare la pratica della conservazione digitale, superandone le problematiche.
L’iniziativa si pone quindi l’obiettivo di premiare le Amministrazioni Pubbliche che hanno sviluppato processi di gestione e di conservazione dei flussi documentali a norma rendendo gli archivi digitali sicuri e affidabili nel tempo.
Nella valutazione dei progetti si terrà conto non solo del livello di digitalizzazione raggiunto dalla PA, ma anche degli strumenti applicati e delle procedure sviluppate per la sicurezza degli archivi, fondamentali per renderli certi e affidabili nella conservazione a breve e a lungo termine e quindi anche per preservare la nostra memoria collettiva.
I progetti presentati saranno valutati e analizzati da un board di esperti il quale selezionerà i 10 più meritevoli – per contenuti, forma e risultati – che verranno presentanti nel corso del prossimo FORUM PA 2013 in un evento dedicato.
Per ciascun progetto selezionato dal board sarà richiesta una presentazione audiovisiva (filmato o slide show) di 5 minuti.
Costituisce criterio di esclusione la candidatura al Call del medesimo progetto presentato per il riconoscimento ANORC in occasione dell’evento DIG.Eat dello scorso 13 marzo.
COME PARTECIPARE
Sei una Amministrazione Pubblica e disponi di un sistema di gestione e archiviazione documentale digitalizzato e a norma? Partecipa all’iniziativa rispondendo al Call!
    1° PASSO: INVIARE IL PROGETTO
Per partecipare è sufficiente completare la registrazione compilando la FORM.
    2° PASSO: PRESENTAZIONE DEI PROGETTI SELEZIONATI
Durante FORUM PA 2013 i dieci progetti selezionati verranno presentati nel corso di un convegno dedicato. Per ciascun progetto è richiesta una presentazione audiovisiva (filmato o slide show) di massimo 5 minuti.
I progetti verranno valutati sulla base dei seguenti criteri: 
  • GESTIONE E CONSERVAZIONE DOCUMENTI (nativi) INFORMATICI
  • GESTIONE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA PER LA DIGITALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI ANALOGICI
  • PROCEDURE DI ARCHIVIAZIONE E CONSERVAZIONE IBRIDA
  • TIPOLOGIE DI DOCUMENTI
  • STANDARD UTILIZZATI
  • ISTRUZIONE DI FASCICOLI ELETTRONICI
SCADENZE
I contributi dovranno pervenire entro le ore 14:00 del 10 maggio 2013 e dovranno essere inviati utilizzando esclusivamente l’apposita FORM.

Compila la FORM
Visita la pagina dedicata all’iniziativa  
Help desk
ANORC
segreteria@anorc.it
tel./fax: 0832/256065
Segreteria organizzativa:
premi@forumpa.it
06684251
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
 
 
Da Pa.net
 
Entra in vigore il decreto sulla trasparenza della PA in attuazione della legge anticorruzione: nuovi strumenti di controllo per i cittadini.
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Avevo sempre pensato, e non solo io, che i colleghi “statali” fossero più fortunati perchè potevano contare su di un vero istituto previdenziale a differenza di noi “regionali”! E invece … Inps casse vuote, dal 2015 niente soldi per pagare le pensioni degli italiani
 
 
<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
 
  1. “Crocetta sta preparando centinaia di assunzioni” … no, Crocetta non lo farebbe mai! Mai?
  2. I grillini: “Rivoluzione finita” Crocetta: “Il dialogo è aperto” … le doti insospettate del presidente … è anche diplomatico … quando vuole (o necessita)!
  3. Rottura Movimento 5 Stelle-Crocetta “Diamo fastidio”, “Incontriamoci” … rottura? Perchè, stavano forse insieme? Ma i grillini non … ballano da soli?
  4. Crocetta: sì alla stabilizzazione dei precari … non ci sono solo le frutta di stagione … ci sono anche le leggi di stagione! Ma come è che solo in questo periodo dell’anno si parla di stabilizzazione di precari?
  5. Ars, la crisi del Pd ferma il Bilancio Altro stop in commissione … ma come, con tutta quella gente che si alterna tutti i giorni in piazza Indipendenza  loro se ne vanno alla Direzione del PD? Maleducati!
  6. Crocetta: “Il nuovo premier porti un programma di crescita” … gli dia il suo … ha risolto tutti i problemi della Sicilia! Ma proprio tutti!
  7. Ex Pip in marcia a Palermo: “Crocetta ci consegna alla mafia” … questa da lui non ce la saremmo mai aspettata!
  8. L’ira dei forestali: in arrivo “blocchi stradali e sciopero della fame” … non manca proprio nessuno!

     
    <<<0>>>
    Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
    <<<0>>>
    Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
    <<<0>>>
 
 
  • LA GRAN BONACCIA – La grande sconfitta. Riassunto: sul come la negligenza di fronte alla politica renda la muffa maligna. – Leggi il resto dell’articolo
  • SE QUESTO E’ UN UOMO – NEL TERZO MILLENNIO – Possiamo immaginare bambini nati in campi di prigionia dall’accoppiamento di altri prigionieri, e  condannati a scontare le colpe dei propri genitori tra torture e lavoro forzato?  che i prigionieri muoiano di stenti e  siano alla merce’ di carcerieri che possono picchiare a morte una prigioniera bambina per il furto di una pannocchia? – Leggi il resto dell’articolo
  • SCREAM AND SHOUT (FT. BEPPE GRILLO) PARTE II – Anche se con parecchio ritardo, ecco la seconda parte [prima parte qui], nel quale intendo collocare il fenomeno del Movimento 5 stelle nel quadro più generale dell’evoluzione dei partiti e movimenti politici italiani. Argomenterò che in questa prospettiva il m5s non rappresenta affatto una novità della politica italiana. – Leggi il resto dell’articolo

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
… del Comitato Unico di Garanzia! Buon lavoro!
 
Dal Dipartimento della Funzione Pubblica

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
 
 
Ricevo e divulgo
 
Oggetto: Laboratori Project Cycle Management (PCM). – FormezPASi trasmette la nota del Servizio VII Dipartimento Funzione Pubblica prot.
n. 59662 del 19/04/2013 con allegata informativa del Formez, relativa
ai Laboratori indicati l’oggetto che si svolgeranno anche a Palermo.

Le candidature del Personale interessato possono essere presentate con le
modalità indicate nella suddetta nota.

 
 
Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 94 del 22 aprile 2013
 
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
  • DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – COMUNICATO
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
  • Regolamento recante disciplina del trasferimento della flotta aerea antincendio della protezione civile al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, a norma dell’articolo 7, comma 2-bis, della legge 21 novembre 2000, n. 353. – DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 aprile 2013, n. 40
ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA  
  • Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, relativi al mese di marzo 2013, che si pubblicano ai sensi dell’art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell’art. 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica) – COMUNICATO
 
 
 

 

Continua la pubblicità degli incarichi che si renderanno disponibili a decorrere dal prossimo 1° maggio …
 
 
Pubblicata la Circolare n. 59099 del 18 Aprile 2013 avente per oggetto “Convenzioni con catene alberghiere” e  “Accordo – Best Western Regione Siciliana per l’anno 2013”
… qualcuno penserà che le “scampagnate” alla Regione non sono finite!
 
 
 
Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 92 del 19 aprile 2013
  • Disposizioni in materia di inconferibilita’ e incompatibilita’ di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190.  – DECRETO LEGISLATIVO 8 aprile 2013, n. 39
MINISTERO DELL’INTERNO
  • Applicazione dell’aggiornamento alle sanzioni per violazione del patto di stabilita’ interno, relativo agli anni 2010 e 2011. – DECRETO 16 aprile 2013
Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 93 del 20 aprile 2013
  • PARLAMENTO NAZIONALE –  ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA  –  AVVISO
  • CAMERA DEI DEPUTATI – Convocazione del Parlamento in seduta comune  –  CONVOCAZIONE
CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
  • Annuncio di una proposta di legge di iniziativa popolare  – COMUNICATO

 

<<<0>>>
Firma la petizione proposta da Fedro … Petizione Albo dei candidati a incarichi presso la P.A.
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello … e …  Manifesto, … Bozza di statuto… e … per scaricare il modulo di adesione clicca su …  Perche no modulo di adesione e notizie
<<<0>>>
© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha