Perchè no continua a crescere. Siamo arrivati a quota 177 e alcuni colleghi stanno cominciando a far girare le mie mail per sensibilizzare quanti più colleghi possibile.
Non vi nascondo che l’arrivo delle mail di adesione è per me una continua soddisfazione … come quando si mangiano le ciliegie. La cosa che più mi fa piacere è che aderiscono colleghi che non ho mai avuto l’onore di poter rappresentare sindacalmente … era allora soltanto un problema di sigla!
Le vicende che stanno accadendo in questi giorni, mi riferisco alle iniziative e alla campagna mediatica del presidente contro i dipendenti della Regione, non so se sono utili alla causa di Perchè no.
Possono essere utili nella misura in cui spingono tanti colleghi a volersi organizzare per reagire a una situazione che sembrava finita con la vicenda Lombardo e che invece si ripresenta con il nuovo presidente.
Possono non essere utili rispetto al progetto di “Perchè no” trasformandolo in un fuoco di paglia che “svampa” passata la buriana.
L’adesione a “Perchè no” vorrei che fosse una adesione convinta, consapevole del fatto che i lavoratori della Regione devono poter contare su una associazione che si dedica esclusivamente agli “interessi collettivi” di tutti i lavoratori e non soltanto dei propri iscritti … e che non intervenga sull’Amministrazione per perorare la causa o la carriera di qualcuno.
Oggi una amica mi rappresentava la sua titubanza nel dare l’adesione a “Perchè no”. “Non vorrei assumermi un impegno che poi non potrò mantenere assorbita come sono dal lavoro di tutti i giorni!”
Prendo spunto dalla riflessione dell’amica per chiarire che chi vorrà impegnarsi attivamente proponendo iniziative, elaborando proposte, partecipando a incontri di approfondimento, producendo memorie … insomma … impegnandosi dedicando del tempo è il benvenuto.
Così come è il benvenuto anche chi condivide lo spirito di “Perchè no” e si vorrà limitare, per le sue personali ragioni, a seguire l’attività dell’associazione attraverso le informazioni che si daranno per il tramite del sito web dedicato.
“Perchè no” sarà anche una associazione nella quale quacuno potrà fare del “volontariato”, se lo vorrà, ma è soprattutto una associazione che ha bisogno del sostegno di tante amiche e tanti amici per sostenere l’onere delle iniziative che insieme intenderemo intraprendere.
Si potrà essere soggetti attivi in “Perchè no” anche limitandosi alla segnalazione di notizie, documenti e informazioni che consentano all’associazione di essere informata su cosa succede negli uffici per poter valutare eventuali azioni a tutela dei lavoratori … ma non siamo un sindacato … sia chiaro!
Ripeto, siamo arrivati a 177 adesioni … la maggioranza dei quali sono amiche e amici che mi onoro di conoscere personalmente e dei quali sembra che ne godo, immeritatamente, la stima. Sono ancora pochi quelle colleghe e quei colleghi che hanno aderito e che non conosco e la cui adesione è merito delle amiche e degli amici che stanno facendo opera di sensibilizzazione … se non crescerà il loro numero non potremo raggiungere quella dimensione che darà forza alla qualità delle iniziative che metteremo in campo.
Quota 1.000 è ancora lontana ma se lo vorremo ci possiamo arrivare!
Ricordo che “Perchè no” è aperta a tutti i lavoratori di ruolo della Regione e anche agli ex-dipendenti, di qualsiasi categoria … soltanto se saremo tutti insieme potremo cambiare qualcosa, se non tutto, in questa Regione.
Agli ultimi amiche e amici che non hanno ancora aderito perchè stanno riflettendo dico … vi sto aspettando!
Ai tantissimi colleghe e colleghi che non conosco ma che anche loro stanno riflettendo su questo invito dico … vi sto aspettando!
Insieme potremo fare delle cose importanti … vogliamo cominciare?
 
 
Un giorno, un dirigente generale in “momentanea” difficoltà (in attesa di conferma) mi disse la sua sui dipendenti regionali. “I dipendenti regionali sono come le pecore quando sono attaccate dal lupo … isolano la pecora aggredita”.
 
Come dargli torto leggendo i comunicati che si leggono sulla vicenda “devastante” del “trasferimento coatto” di gran parte dei dipendenti del dipartimento della formazione professionale. L’ultimo che mi è stato segnalato è quello della Dirsi (associazione dirigenti) … COMUNICATO SUGLI AVVENIMENTI ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE … un autentico gioiello di equilibrismo … complimenti!
 
Siamo in presenza di una palese violazione dei diritti dei lavoratori e i sindacati dovrebbero porre in essere azioni “concrete” ed eclatanti a loro tutela … non sembra aversi notizia di incatenamenti ai palazzi delle istituzioni!
 
E invece sembra prevalere il dubbio (… che ci sia del vero? Più di qualcuno sembra domandarsi! …) sulla innocenza dei colleghi, oltre che il timore di doversi confrontare con un personaggio del calibro mediatico del presidente … mi sento carne da macello!
 
Ma sicuramente i sindacati staranno già intraprendendo importanti iniziative!!!
 

 

Numero 263 di mercoledi 23 gennaio 2013
 
  • Editoriale
C’è solo la strada su cui puoi contare. Che questo sia un anno di discontinuità non c’è bisogno di dirlo. Cambieranno il Governo, molti Governi regionali e locali, il Presidente della Repubblica… ci dicono persino che finirà la crisi! Eppure ho la netta impressione che nelle analisi che ci vengono presentate la realtà sia uscita dalla porta di dietro e che non stiamo cogliendo il punto. Mi pare quindi che abbiamo bisogno di un terzo occhio e di un nuovo paradigma. Provo a fare qualche esempio richiamando alla mente in estrema sintesi cose già dette e proponendone qualcuna nuova. continua
 
  • Trasparenza e accesso agli atti
Trasparenza e anticorruzione: ma non chiamatelo FOIA! Di un FOIA italiano si è tornato a parlare ieri, quando il Consiglio dei ministri ha approvato, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione e semplificazione, un decreto legislativo in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PA, che attua alcune disposizioni della legge 190 del 2012 (conosciuta come legge anticorruzione). I commenti entusiasti di alcuni giornali vengono smorzati però da Elena Aga Rossi, presidente di “Iniziativa per l’adozione di un FOIA in Italia”. continua

PanelPA “Un Freedom of Information Act anche per l’Italia?” Il decreto legislativo approvato ieri risponde in ogni caso a un’esigenza di trasparenza sentita dai cittadini, come emerge dai risultati del nostro Panel. Vi presentiamo i risultati dell’indagine. continua
 
  • PA digitale
Il giudice protegge il domicilio informatico. Nell’era digitale anche i termini giuridici si modificano. Una recente sentenza della Corte di cassazione riconosce il diritto di essere tutelato a chiunque veda violato il proprio domicilio… informatico, ossia uno spazio fisico o virtuale in cui siano stati conservati delle informazioni (personali o di lavoro). Nell’ambito della collaborazione con lo studio legale Lisi presentiamo un’articolo di commento di Graziano Garrisi. continua
 
  • Governance dei beni comuni
Anno 2013: è tempo di Parlamento per l’Italia dei beni comuni? “Dei beni comuni non se ne occupa nessuno se non i cittadini.” Ma la tesi di Gregorio Arena, professore di Diritto amministrativo all’Università di Trento e presidente Labsus, è che questo non basta. “In una società complessa come quella italiana – spiega – non si può pensare che la cura dei beni comuni sia portata avanti solo a livello micro, nei quartieri della città da migliaia di persone di buona volontà: ci vuole una organizzazione” Si, ma che tipo di organizzazione? Partiamo da un nuovo progetto di Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà per aprire la riflessione sul tema.continua
 
  • Open Data
#Twitantonio: i candidati a portata di tweet. Esempio perfetto di civic hacking. Se qualcuno avesse ancora delle perplessità su cosa si intende con il termine civic hacking, a chiarire ogni dubbio arriva – direttamente dal raduno della comunità Spaghetti Open Data (SOD) – l’iniziativa #Twitantonio. Un’applicazione web pensata per mettere in contatto (via twitter) i cittadini, con tutti i candidati alle prossime elezioni politiche. Ci siamo fatti raccontare da Paolo Mainardi, uno tra i principali sviluppatori, la genesi dell’iniziativa e la filosofia che ne è alla base. continua
 
  • Eventi
Energie rinnovabili ed efficienza energetica. Martedì 12 febbraio l’Agenzia per l’Italia Digitale e la Fondazione Silvio Tronchetti Provera organizzano un incontro dedicato ai temi dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili di energia. L’evento, giunto alla seconda edizione, costituirà un importante momento di confronto e riflessione sulle reali opportunità presenti all’interno del nostro Paese sul tema energetico e sul quadro normativo. per saperne di più ed iscriversi

Forum Territoriale Puglia. Il 6 febbraio a Bari si svolgerà, il terzo ed ultimo appuntamento dei Forum territoriali promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca e dal Dipartimento per la digitalizzazione della PA con la collaborazione di FORMEZ PA, FORUM PA e Regione Puglia. L’evento pone al centro della discussione l’Agenda Digitale Italiana e la sua “regionalizzazione” e si pone l’obiettivo di individuare e condividere piani, azioni e risultati delle politiche di innovazione e far emergere al tempo stesso le esperienze del territorio. per saperne di più
  • News da FormezPA
Premio Creatività 2012. Ministro Patroni Griffi: “Attraverso il talento dei giovani si costruisce il futuro del Paese”. La creatività come strumento indispensabile per uscire dalla crisi e permettere ai giovani di costruire coraggiosamente il proprio futuro e quello del Paese. Con questi auspici si è svolta oggi presso la Biblioteca Nazionale Centrale la cerimonia di premiazione del Premio Creatività 2012, che punta a incoraggiare i giovani alla creazione di opere dell’ingegno, promuovendo allo stesso tempo la cultura del diritto d’autore e della legalità. continua

Il notiziario radiofonico settimanale di Radio PA Amica.
  • Pubblicazioni
I Quaderni di lavoro di PATRIMONI PA net. PATRIMONI PA net, il Laboratorio creato da FORUM PA e TEROTEC, presenta due “Quaderni di lavoro” in cui sono stati raccolti e sistematizzati i contributi prodotti nel corso del secondo ciclo di attività del Laboratorio. I Quaderni contengono, infatti, le Linee guida sui due temi che, a partire dalla fine del 2011, sono stati oggetto di specifici Tavoli di lavoro “Committenze-Imprese”: la “Dematerializzazione dei processi di gara” e la “Qualificazione dei progetti di servizi”. vai ai Quaderni
 
  • Un catalogo per le app della PA
Le app per smartphone hanno modificato il modo in cui l’utente fruisce di internet e anche la PA ha cominciato a sperimentarle. Ma quali sono le esperienze già avviate? Per tracciare un quadro delle app della PA stiamo creando un “catalogo” e contiamo sulla partecipazione di tutta la nostra community per alimentarlo e tenerlo aggiornato. Chiunque di voi può segnalare una app non ancora presente nel nostro catalogo attraverso il form on line. La redazione di FORUM PA provvederà a verificare la segnalazione e a inserirla nel catalogo.

App & Sail – Sardegna

FuoriBologna

BiblioMO
  • Segnalazioni
Presentazione “Ci – Corriere Innovazione”, nuovo progetto editoriale del Corriere della Sera. La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre. A questa frase di Albert Einstein si ispira il nuovo progetto editoriale del Corriere della Sera. Ci – Corriere Innovazione, ovvero magazine, sito e rete di eventi per mettere in network l’innovazione nel Nordest valorizzando le competenze di Corriere del Veneto, Corriere del Trentino e Corriere dell’Alto Adige. Il magazine verrà presentato il 24 gennaio 2013 alle 19:00 presso il Diesel Village di Breganze (VI), Via Laverda 7. per saperne di più

Convegno internazionale FIASO: “L’impatto della crisi finanziaria sui sistemi sanitari in Europa: valutazione delle opzioni strategiche e trade-off”. La crisi finanziaria in atto negli ultimi anni ha comportato forti ed immediate ripercussioni sui sistemi sanitari dei vari paesi del mondo occidentale, che hanno offerto risposte differenti per far fronte alle sfide poste dal contingente momento storico-economico. FIASO (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere) insieme all’European Observatory on Health Systems and Policies, partner dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha organizzato per il prossimo 25 gennaio a Roma, presso il Ministero della Salute, un convegno internazionale dal titolo “L’impatto della crisi finanziaria sui sistemi sanitari in Europa: valutazione delle opzioni strategiche e trade-off”. per saperne di più

Corsi/incontri per le Elezioni 2013. Fra poche settimane le Elezioni indicheranno le persone che, per i prossimi anni, governeranno le nostre vite. “Sei SICURO di essere pronto?” Chiede Marco Fioretti sul suo blog? Oggi con Internet informarsi sui politici e controllarli è molto più facile di una volta, quasi divertente. Lo possono fare davvero tutti… quelli che sanno le cose giuste. ecco allora la proposta: una serie di incontri/corsi online settimanali GRATUITI che avranno luogo sul blog di Fioretti ogni settimana, dal 5 gennaio al 16 febbraio 2013. per saperne di più

Oltre il centralismo: la valutazione delle performance ai tempi della spending review. Il 29 gennaio 2013 a Roma l’Associazione Italiana di Valutazione propone una giornata di riflessione su quale valutazione abbiamo oggi e in che modo essa si lega alle spending review attualmente in corso per orientare e sostenere i processi di riforma e miglioramento a livello regionale e locale in senso federalista. per saperne di più

Meglio tardi che mai: L’Agenda dell’Innovazione per il futuro dell’Italia – Una Carta d’Intenti per l’Innovazione dell’Italia.L’Associazione Stati Generali dell’Innovazione ha promosso una Carta d’Intenti per l’Innovazione dell’Italia, come indicazione delle priorità programmatiche per le politiche dell’innovazione. L’Associazione chiede a tutti (cittadini, organizzazioni) di collaborare a migliorarla intervenendo sul wiki dell’Associazione, in vista del Convegno Nazionale che si svolgerà a Roma il 4 febbraio. per saperne di più

Una proposta di collaborazione per organizzare insieme il primo Open Data Day Italiano. Il 23 febbraio 2013 si svolgerà la terza edizione dell’International Open Data Day. L’iniziativa Open Data Day ha avviato una indagine on line sull’utilizzo degli Open Data per indagare il sentimento della comunità che da anni lavora agli open e ai linked data. I risultati dell’indagine forniranno lo spunto per l’analisi dei “gruppi di lavoro” incaricati di redigere le proposte da presentare nel corso della conferenza di febbraio. per saperne di più

DIG.Eat ANORC: “Another bit in the wall”. Il futuro digitale del nostro Paese è contenuto nelle righe dell’Agenda Digitale, insieme alle principali norme, linee di sviluppo e settori coinvolti. E all’Agenda Digitale ANORC dedica la prossima edizione del DIG.Eat “Another bit in the wall” che si svolgerà a Roma il prossimo 13 marzo. per saperne di più

Due bandi per la gestione dello spazio pubblico. I promotori della Biennale dello Spazio Pubblico bandiscono il concorso “Progetto e gestione dello spazio pubblico” e la call for ideas “spazio pubblico/network/innovazione sociale”. Il concorso riguarda opere già realizzate ed ha lo scopo di far emergere le buone pratiche di programmazione-progettazione-gestione degli spazi pubblici con una particolare attenzione ai soggetti e alle forme di custodia, gestione, manutenzione nel medio-lungo periodo. La call for ideas riguarda il rapporto tra spazio pubblico fisico e reti virtuali con lo scopo di fare emergere le nuove pratiche di uso della città che si manifestano in virtù dei network sociali. Per entrambi i bandi la scadenza di consegna degli elaborati è il 31 marzo 2013. per saperne di più
 
Ricevo e divulgo

“Oggetto: XIII OSSERVATORIO DELLA P.A.: Formazione Manageriale e Sviluppo Organizzativo – prot. n. 167 del 23-1-2013

Vi trasmettiamo il programma del

XIII Osservatorio del  CERISDI sull’evoluzione dei fabbisogni nella P.A.
“Formazione Manageriale e Sviluppo Organizzativo”
che si svolgerà il prossimo 8 febbraio 2013, dalle ore 9,00 alle ore 14,00.
La giornata, seguito ideale del percorso avviato l’anno scorso, è un evento di particolare rilevanza, organizzato in collaborazione con l’Associazione delle scuole di management italiane (ASFOR) di cui il CERISDI è socio.
Sono previsti interventi di illustri relatori in rappresentanza di prestigiose istituzioni nazionali. 
Vi invitiamo a segnalare il Vostro interesse, tramite Referente Formativo, al Dipartimento Funzione Pubblica, Serv. 7.   
Si allega format provvisorio – seguirà dépliant ufficiale  –  Osservatorio 2013 programma definitivo
 
Cordialmente
Giovanna Aiello
 
 
* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
Dott.ssa Giovanna AIELLO – Responsabile dell’Area Formazione
CERISDI – Centro Ricerche e Studi Direzionali
Castello Utveggio – Via P. Ennio Pintacuda n.1 – 90142 Palermo – Italy
tel.  091-6379921 – 091-6379911;    fax  091-6372570
e-mail   giovanna.aiello@cerisdi.org – formazione@cerisdi.org 
sito web   www.cerisdi.org

 

 

 
—————————————————————————-
NEWSLETTER PAQ – NUMERO 48 – GENNAIO 2013
—————————————————————————-

Se il messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link  (Link: http://www.qualitapa.gov.it/risorse/newsletter/n48-gennaio-2013/ )

  • IN PRIMO PIANO
Progetto Valutazione delle performance: al via i webinar sulla valutazione della performance organizzativa nei Comuni Ha preso il via lo scorso 22 gennaio il ciclo di webinar dedicato ai Comuni delle Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), nell’ambito del Progetto Valutazione delle Performance del Dipartimento della funzione pubblica, realizzato con la collaborazione di FormezPa. Gli incontri on-line sulla valutazione organizzativa nei Comuni integrano il percorso di affiancamento delle amministrazioni che hanno aderito alla seconda fase del Progetto, finalizzata allo sviluppo del Ciclo di gestione delle performance Leggi la news (Link:  http://www.qualitapa.gov.it/nc/services/news/article/progetto-valutazione-delle-performance-al-via-i-webinar-sulla-valutazione-della-performance-organiz/?internal-link=&cHash=021d43ddd37e9887bc55930a8939f6c5)
  • DALLE INIZIATIVE   METTIAMOCI LA FACCIA
Nel 2012 bilancio positivo per l’iniziativa Anche nel 2012 Mettiamoci la faccia continua ad accrescere la copertura nazionale della rilevazione, mentre si mantiene significativa la partecipazione dei cittadini. Mettiamoci la faccia, l’Iniziativa promossa dal Dipartimento della  Funzione Pubblica per promuovere l’uso della customer satisfaction nelle pubbliche amministrazioni, continua il percorso di crescita. Nel corso dell’anno le amministrazioni che hanno aderito all’Iniziativa hanno superato quota 1.000 e la copertura della rilevazione è ulteriormente aumentata. Le amministrazioni che hanno in uso il sistema di rilevazione delle emoticon sono cresciute del 10%. Al 31 dicembre sono più di 3.000 gli sportelli di pubbliche amministrazioni dotati dei dispositivi per la raccolta dei giudizi, dislocati in 770 sedi amministrative Leggi la news (Link:  http://www.qualitapa.gov.it/nc/services/news/article/mettiamoci-la-faccia-bilancio-positivo-nel-2012/?internal-link=&cHash=21c2b1bd7484cfd868efdf5df928e8c1)
  • CENTRO RISORSE CAF
E’ on line la newsletter n.8 del Centro risorse nazionale CAF L’ultima newsletter del 2012 fa un bilancio delle attività nazionali ed europee dedicate al modello ed affronta un tema interessante per tutte le amministrazioni che si impegnano nel processo di autovalutazione: la stesura del rapporto di autovalutazione Leggi la news (Link:
http://www.qualitapa.gov.it/nc/services/news/article/e-on-line-la-newsletter-n8-del-centro-risorse-nazionale-caf/?internal-link=&cHash=741ff15c10ea422744609dd4476296d6)
  • MIGLIORAPA
Comune di Mazara del Vallo: customer satisfaction e cultura del servizio Mazara del Vallo ha partecipato al progetto MiglioraPA con un percorso finalizzato alla rilevazione della soddisfazione degli utenti del sito web istituzionale. L’esperienza di Mazara evidenzia come la gestione della customer satisfaction possa servire, oltre che a individuare aree specifiche di miglioramento dei servizi, anche a diffondere e promuovere una cultura della comunicazione con il cittadino Leggi l’esperienza (Link: http://www.qualitapa.gov.it/view/esperienze/esperienze/article/comune-di-mazara-del-vallo-customer-satisfaction-e-cultura-del-servizio/)
  • MIGLIORAMENTO PERFORMANCE GIUSTIZIA

La Carta dei Servizi come strumento di responsabilizzazione, trasparenza ed accountability degli uffici giudiziari L’articolo vuole fornire una panoramica sulle caratteristiche delle Carte dei servizi pubblicate all’interno dei siti internet degli uffici giudiziari coinvolti nel progetto nazionale e transnazionale “Diffusione delle best practice”. Si intende mettere in evidenza come la Carta dei Servizi, oltreché rappresentare uno strumento informativo nei confronti dell’utenza, possa costituire uno strumento innovativo fondamentale nella definizione della strategia generale dell’ufficio giudiziario Leggi il focus (Link: http://www.qualitapa.gov.it/view/focus/focus/article/la-carta-dei-servizi-come-strumento-di-responsabilizzazione-trasparenza-ed-accountability-degli-uff/)

 

Con il bilancio di responsabilità sociale anche i giudici decidono di farsi giudicare Sabato 19 gennaio a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, è stato presentato il Bilancio di Responsabilità Sociale (BRS) del Tribunale di Milano per l’anno 2012. Alla presenza del Sindaco Giuliano Pisapia, che ha ospitato l’evento, e del Presidente della Corte d’Appello di Milano Giovanni Canzio, la Presidente del Tribunale Livia Pomodoro e Claudio Castelli, Presidente aggiunto ufficio GIP e responsabile dei progetti di innovazione, hanno “aperto” l’ufficio giudiziario alla società civile mostrando i risultati dell’anno appena trascorso Leggi la news (Link:  http://www.qualitapa.gov.it/nc/services/news/article/con-il-bilancio-di-responsabilita-sociale-anche-i-giudici-decidono-di-farsi-giudicare/?internal-link=&cHash=f1177741af1bbb7c18826a6113a9706c)

NEWS
  • Comune di Lecco. Piani anti-corruzione in azione Alla luce della L. 190/2012, uno dei temi più caldi degli ultimi mesi anche per gli enti locali riguarda come mettere in campo un sistema organizzato di prevenzione dei possibili comportamenti non corretti da parte dei dipendenti che, partendo dalla buona fede e dalla correttezza di tutti, consenta all’organizzazione di essere sicura di aver fatto tutto quanto è possibile per non correre rischi non previsti e non voluti. Il resto poi ricade nella sfera delle responsabilità individuali Leggi la news (Link:
http://www.qualitapa.gov.it/view/focus/focus/article/comune-di-lecco-piani-anti-corruzione-in-azione/)
  • Il 2013 è l’Anno europeo dei cittadini
Inaugurato a Dublino il 10 gennaio 2013 in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio, l’Anno europeo dei cittadini 2013 metterà l’accento sui diritti di cui godono tutti coloro che sono cittadini dell’UE. A vent’anni dall’introduzione della cittadinanza europea, l’evento ha un duplice intento: illustrare quanto finora realizzato e rispondere alle aspettative future dei cittadini Leggi la news (Link: http://www.qualitapa.gov.it/nc/services/news/article/il-2013-e-lanno-europeo-dei-cittadini/?internal-link=&cHash=41929a2e08aac9d6a9905cf4164fa605)

La newsletter è un’iniziativa del Portale   PAQ (Link: http://www.qualitapa.gov.it/../?id=125 ) – Per una pubblica amministrazione di qualità
Redazione (Link: http://www.qualitapa.gov.it/../?id=228 )   –  Web www.qualitapa.gov.it (Link:http://www.qualitapa.gov.it/../ )
 
 
Al post … Crocetta caccia i dipendenti dalla Formazione. Ma lo può fare? … è stato postato un commento da “La Sibilla Cumana” che ritengo meritevole di maggiore visibilità e così ve lo propongo.
 
“Brutta storia che si ripete!
Si spara nel mucchio per non colpire i veri responsabili.
E’ come quando si fanno le circolari che “offendono” la dignità di tutti i lavoratori, per non fare i provvedimenti disciplinari a chi non rispetta le regole, screditando tutta la P. A.
Dai “servizi/articoli” che ho letto, il messaggio è: Queste persone hanno sbagliato e vanno punite con il trasferimento. Il Presidente, però, tiene a precisare che non si tratta di un provvedimento discriminatorio o punitivo, ma una normale rotazione.
Allora la domanda che nasce spontanea è: quali sono stati i criteri seguiti per l’individuazione del personale da trasferire? (Forse i più anziani in termini di servizio nel Dipartimento e nel settore specifico. Ma non mi sembra che sia così, almeno dai vari commenti).
Chi ha fornito le informazioni alla stampa, anche prima che i provvedimenti venissero notificati agli interessati? e con quali motivazioni?
Cfr http://www.linksicilia.it/2013/01/formazione-una-rotazione-per-bloccare-i-pagamenti-e-favorire-i-licenziamenti/
Su circa 19 dirigenti, se ne possono trasferire 6 e su 65 funzionari direttivi del Dipartimento, se ne possono trasferire 54?
I lavoratori hanno visto negli ultimi anni solo rinnovi contrattuali che vertono sull’etica e sui procedimenti disciplinari, ma il rispetto delle norme contrattuali è a senso unico?
Vengano fatti i dovuti accertamenti e chi ha sbagliato paghi, ed anche pesantemente; ma non si può continuare con una campagna denigratrice degli impiegati regionali tout court.
Ciascuno si faccia carico delle proprie responsabilità: politica, amministrazione, sindacati (a proposito dove sono?). Ben venga la moralizzazione, ma che sia sistemica e non occasionale e da palcoscenico.
Controlli, programmazione e trasparenza (criteri di nomina, di valutazione, di efficienza ed efficacia delle risorse messe a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi, in termini di risorse economiche ed umane, interne ed esterne all’amministrazione del bene comune) devono essere le parole chiave usate trasversalmente in tutti i settori.
Spesso la P.A. (non sempre senza un suo livello di responsabilità) viene sostituita dalla politica, dalle consulenze esterne e dalla assistenza tecnica.
Ben vengano le collaborazioni, ma che ruoli e funzioni vengano ben distinti: le consulenze e l’assistenza tecnica devono entrare in un processo di crescita reciproca per liberare risorse e non per essere mortificate. Si valuti la capacità di crescita, di collaborazione, della condivisione delle conoscenze e della circolazione delle informazioni, della valorizzazione delle competenze, piuttosto che fare riferimento ad una rete di relazioni che esula dalle competenze della pubblica amministrazione, che è la sola che può assicurare la continuità e la storia amministrativa dell’ente pubblico. Il tutto, naturalmente, nel rispetto della persona umana e della sua dignità in quanto lavoratore (di qualsiasi settore).
Un’ultima domanda: quante donne su quanti uomini sono oggetto del trasferimento?”
 

 

Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 23 gennaio 2013, mercoledì
  • LEGGE 22 gennaio 2013, n. 4.  Norme in materia di personale. Disposizioni contabili, pag. 1
  • LEGGE 22 gennaio 2013, n. 5.  Proroghe di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, pag. 4
Per consultare i provvedimenti clicca sul link che segue GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA n. 4 del 23 gennaio 2013
 

 

Una selezione dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 19 del 23  gennaio 2013
 
MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE
  • Ordinanza di protezione civile per favorire e regolare il subentro della Regione Siciliana e del Comune di Pantelleria nelle iniziative finalizzate al definitivo superamento della situazione di criticita’ determinatasi nel settore portuale ed in quello dell’approvvigionamento idrico nel territorio dell’isola di Pantelleria in provincia di Trapani. (Ordinanza n. 37).  – ORDINANZA DEL CAPO DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE 15 gennaio 2013
COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
  • Fondo sviluppo e coesione (FSC). Modifica punti 2.1 e 3.1 della delibera n. 41/2012. (Delibera n. 107/2012)  – DELIBERA 26 ottobre 2012
CORTE DEI CONTI
 
 
Su Il Sole 24 Ore del 14 gennaio 2013 , pag. 7, l’articolo dal titolo:
  • Scarso appeal in assenza di fondi certi e regole chiare di Giampiero Falasca
 Il decreto che stanzia gli incentivi pubblici per il “patto tra generazioni” prevede incentivi economici per le imprese che convinceranno i lavoratori anziani a ridurre l’orario di lavoro e useranno lo “spazio” che si viene a creare per assumere giovani a tempo indeterminato, anche con contratto di apprendistato. (…) È un meccanismo interessante, che merita di essere supportato e sperimentato, perché crea convenienze per tutti gli attori coinvolti: l’azienda può attuare un passaggio di consegne ordinato tra il personale in entrata e in uscita, il lavoratore anziano può passare con gradualità dall’attività lavorativa al pensionamento, e il giovane vede aprirsi le porte dell’assunzione. Nonostante questi elementi di sicuro interesse, il sistema, (…) sembra destinato ad avere scarso appeal nel mercato del lavoro, per alcuni vizi di fondo. (…) L’incentivo, secondo il decreto, spetta solo se l’interazione tra part time e assunzione del nuovo apprendista genera un saldo positivo in termini occupazionali. (…) Il secondo problema che rischia di frenare la diffusione del progetto è quello delle risorse. (…) Per fare funzionare veramente misure come questa servono regole chiare, procedure semplici e stanziamenti adeguati e strutturali.
 
<<<0>>>
Perchè non aderisci a “Perchè no”! Vuoi sapere come si fa? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello
<<<0>>>
 
Care amiche e cari amici,
con “Perchè no” stiamo facendo un gran lavoro!
Grande interesse per l’iniziativa e nunero di adesioni in crescita …  Perchè no ha raggiunto quota 162!, del 23 gennaio 2013, mercoledì … se ci crediamo possiamo riuscire nel nostro intento.
Se noi, prima di tutto, saremo disposti al cambiamento allora qualcosa si porà fare … non dobbiamo volere quindi adesioni di chiunque ma adesioni di chi vuole cambiare le cose e per poterlo fare dobbiamo essere i primi a essere disposti al cambiamento! … buona lettura!
 
Cordialmente
 
Paolo Luparello, “Fedro”
 
Per contattarmi: Continua a leggere »
 

Da Facebook

 

 

Ma è proprio un Paese da barzelletta!     …  Germania, un altro ministro della Merkel accusato di plagio all’università
 
 
  1. Agen vs Zichichi: “Turismo? Va affidato a professionisti … ma cosa si vorrebbe insinuare?
  2. Battiato: “Bisogna uscire dalla logica dei grandi eventi”… E chi glielo dice al Presidente?
  3. “Silvio, me l’avevi promesso” … uomini grandi e grossi credono ancora alle promesse?
  4. L’assessore al Turismo? E’ in tournée all’Ars scoppia il caso Battiato … perchè non ha invitato nessuno?
  5. Ardizzone “le canta” a Battiato: “Basta con le assenze, venga a fare l’assessore” … ma non erano questi gliaccordi?
  6. Fantasma Battiato, richiamato per le assenze: ma lui canta a Udine … assenze? Ma se fa il pienone?
  7. Zichichi si presenta all’Ars “la cultura è presocratica” … si è sentito anche di peggio … in altre legislature!
  8. Raggi cosmici, bilanci energetici Il “programma Zichichi” … si è abituati a cose ben peggiori!
 
 
<<<0>>>
 
L’economia che interessa pochi
  • Il Mibtel della Borsa di Milano ha chiuso oggi a quota 17.579 con una variazione di -0,77% rispetto alla precedente seduta (Fonte: Il Sole-24 Ore)
  • Lo spread sui BTP Italia/BUND 10 Anni alle 17,29 di oggi ha chiuso a 264,91 ed è diminuito rispetto al giorno prima (Fonte: Il Sole-24 Ore)
e quella che interessa tanti
  • 2.008.431.748.450 € è il debito pubblico italiano di oggi alle ore 23,43 e continua ad aumentare! (Fonte: Bruno Leoni)
  • pari a un debito pubblico procapite di 33.350 € (Fonte: Bruno Leoni)
senza dimenticare che:
 
  1. L’economia del Prozac
  2. Nel 2012 56 mld ricavi non dichiarati
  3. Bianchi: “Nessun rischio default in Sicilia”
  4. Sicilia sull’orlo del baratro Agen: “Già perse 6 mila imprese”
  5. Dpef, in Sicilia la ripresa è attesa per il 2014
  6. Dentro il Montepaschi un hedge fund fuori controllo
  7. Unipol-Fonsai, 2.200 esuberi: sindacati in allarme
  8. Call Center, a Palermo circa 300 lap in Almaviva perdono il lavoro
  9. Calano i redditi, gelo sui consumi
  10. Perché il Pil dell’Italia non cresce e ha perso 7 punti dal 2007? Le quattro leve dell’algoritmo della crescita
  11. L’Fmi taglia le previsioni di crescita nel 2013. «In Italia azioni dolorose ma non c’era scelta»
  12. Scandalo derivati, Mps brucia 267 milioni in una sola seduta
  13. Censis: italiani in ansia per le pensioni E per i giovani contributi a singhiozzo  
  14. Una bambina su 5 non va a scuola perchè deve aiutare in casa 
  15. Ilva, 8 mila a rischio cassa integrazione 
  16. Maltempo:Russia,oltre 200 morti per gelo
  17. Mps:Meloni,salvataggio costa 3,9 mld
  18. Elezioni:Pd stanzia 6,5 mln
  19. Debito italiano record nel terzo trimestre 2012, stabile in Eurolandia
  20. Gioca per 12 ore e perde 23mila euro
  21. Esodati, 150mila ancora senza tutele Il ministro Fornero: chiedete all’Inps
  22. Crisi, grido d’allarme di Confindustria
  23. Regione, cala la scure sulle auto blu
© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha