Siamo arrivati a quota 162. Oggi è stata una giornata molto intensa sul fronte di “Perchè no”.

Gli oltre 200 sms che ho inviato sembrano aver sollecitato molto di più delle migliaia di mail che invio giornalmente per diffondere la newsletter di Fedro.

Tante mail di ritorno, tanti sms e diverse telefonate. L’iniziativa di “Perchè no” desta molto interesse … comincio a “temere” che ce la possiamo fare.

Ho un elenco di circa 50 nominativi di amiche e amici che vogliono parlare di Perchè no prima di aderire … e spero di riuscire a chiamarli, se poi chiamano loro sarebbe anche meglio!

Ho un elenco di circa 70 nominativi di amiche e amici che mi hanno fatto sapere (sms, telefonate e mail) che ci stanno riflettendo sopra … speriamo che non ci riflettano troppo e sciolgano la “riserva”!

Se le amiche e gli amici di queste liste decidessero di aderire potremmo arrivare, a breve,a circa 300 adesioni. Se ciò dovesse accadere sarebbe un vero e proprio successo. Saremmo nella condizione che se ciascuno degli aderenti riuscisse a far aderire 2 o 3 proprie amiche e amici che hanno in comune lo stesso pensiero su ciò che non va in Amministrazione si potrebbe compiere il balzo che ci porterebbe alle 1.000 adesioni che auspico fin dall’inizio.

Naturalmente ci sono anche gli insuccessi. Due colleghe. Una mi ha scritto … “non posso” … la qual cosa mi incuriosisce alquanto … ma non importa. La seconda mi ha semplicemente scritto che ha letto tutto e che non è interessata … va bene così. Sono due colleghe che conosco e che non posso che ringraziare per la gentilezza di avermi risposto e per la franchezza.

Comunque, lasciamo che le onde che ho provocato lanciando “Perchè no” nello stagno della Regione si moltiplichino … chissà che ci portino dove vorremmo!

Ringrazio tutti gli “aderenti” non solo per la manifestazione di interesse ma anche per le belle parole e gli incitamenti che mi rivolgono affinchè insista nell’iniziativa.

Vi assicuro che ci sto provando con tutte le energie di cui dispongo, che devo naturalmente dividere con il lavoro … ma lo faccio con piacere.

Vi faccio una domanda. Serve anche per comprendere se abbiamo un comune sentire.

La recentissima vicenda che ha interessato le colleghe e i colleghi della Formazione professionale, e di cui tratto nel post … Crocetta caccia i dipendenti dalla Formazione. Ma lo può fare?, del 23 gennaio 2013, mercoledì …, ritenete che sia materia di cui “Perchè no” si sarebbe potuta interessare? Riguarda il principio se è accettabile che in assenza di “provvedimenti di forza maggiore” il Presidente possa disporre il trasferimento di personale in dispregio della vigente normativa in materia di trasferimenti. Oggi è toccato a loro ma domani potrebbe toccare a ognuno di noi! E’ regolare tutto ciò?

E’ certamente materia di cui si devono occupare i sindacati, e già se ne stanno occupando … “scrivendo” e “minacciando” … ma pensate che “Perchè no” sarebbe potuta intervenire?

Fatemi sapere e … se non lo avete già fatto … aderite a “Perchè no”! Come? Leggi … Aderisci a Perchè no, l’invito di Paolo Luparello, del 12 gennaio 2013, sabato … 

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email

  1 Commento per “Perchè no ha raggiunto quota 162!, del 23 gennaio 2013, mercoledì”

  1. L’associazione per come l’ho sempre pensata,e tu ne sai qualcosa perchè ne abbiamo parlato, dovrebbe occuparsi di tutto quello che ci riguarda quindi anche di questo abuso dettato dall’arroganza del potere e dalla difesa di questa immagine di trasparenza e legalità che Crocetta sta cercando di comunicare e inculcare nell’opinione pubblica in previsione, secondo me , di un secondo mandato. Calpesta tutto e tutti e fa di tutte le erbe un fascio. Non pensi che sia arrivato il momento di fare sentire la nostra voce? Non è comunicando, minacciando e scrivendo che i sindacati possono sortire effetto. Se ne sta fregando alla grande, come sta dimostrando. Cosa dobbiamo aspettare ancora? Io sono davvero stanca. Mi sento di appartenere a quella parte sana di amministrazione regionale che lavora con coscienza, dedizione, competenza e senso di responsabilità e mi sento sempre più offesa da certe dichiarazione che ritengo non appartengano alla maggior parte di noi !!!! Certo qualche mela marcia c’è anche tra noi lo sappiamo bene, e quindi a maggiore ragione dobbiamo difendere la nostra dignità di regionali. IO SONO DAVVERO ORGOGLIOSA DI APPARTENERE A QUESTA ” CASTA” DI PRIVILEGGIATI !!! (non è così che ci definiscono?). Ti abbraccio affettuosamente e ti esorto, ancora una volta, a non gettare la spugna, ma insieme andiamo avanti e facciamoci sentire con qualunque mezzo. IO CI SONO SEMPRE STATA, come ben sai, E CONTINUERO’ AD ESSERCI. Marina

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha