I sindacati autonomi devono avere qualche santo in paradiso, le loro mail arrivano regolarmente nella mia casella di posta elettronica istituzionale mentre la mia newsletter no … pazienza … ma non è di questo che voglio parlare.

Voglio semplicemente fare un commento a un passaggio del comunicato che pubblico in fondo a questo post, nel quale i sindacati autonomi, in un momento di grande difficoltà per tutto il mondo del lavoro, non trovano di meglio che attaccare i sindacati confederali per un presunto trattamento di favore da parte del Governo. Trattamento di favore che consisterebbe nel taglio del 90 % dei permessi sindacali e che toglierebbe le agibilità sindacali a tutti. Questo sarebbe un trattamento di favore perchè i confederali continuerebbero a godere delle agibilità loro riconosciute in altri comparti della funzione pubblica.

Questi sindacati autonomi tralasciano invece un passaggio dell’emendamento Armao nel quale le relazioni sindacali vengono ricondotte alla mera informazione.

Se questo è il livello di attenzione di questi sindacati siamo proprio a posto! Anzichè additare correttamente da dove vengono i pericoli per il mondo dei regionali preferiscono animare gli animi dei colleghi contro altri difensori dei lavoratori.

Cosa si fà per qualche delega in più e soprattutto quando non si è portatori di alcuna proposta e si hanno “armi spuntate”!

A quando proposte di iniziative concrete?

Per leggere il comunicato dei sindacati autonomi clicca su Comunicato

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email

  1 Commento per “Bravi … veramente bravi questi sindacati autonomi!, del 27 luglio 2012, venerdì”

  1. A me viene il dubbio che qualche sindacato, al di là delle buone intenzioni e come era prevedibile, nell’attaccare gli altri sindacati e i dirigenti, non ritenendoli colleghi ma spesso controparte, abbia parzialmente contribuito a creare questo clima di caccia alle streghe verso il dipendente regionale in genere, facendo il gioco dei politici e di organizzazioni di categoria molto più potenti e smaliziate di loro. Ribadisco che penso che questo sia successo, nonostante le intenzioni erano probabilmente altre. Una maggiore coesione tra tutti i dipendenti non può che fare bene alla categoria dei dipendenti regionali.
    La Cisl spesso appare debole, troppo moderata, ma il più delle volte la trattativa più che la lotta contro tutti da i migliori frutti, e non solo in campo sindacale.

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha