Ricevo e pubblico

“Paolo , hai tutta la mia solidarietà e comprendo il tuo stato d’animo, ma diciamoci la verità questo atteggiamento e quanto altro è già successo fa parte di un disegno ben preciso ordito da chi sappiamo… ma non possiamo sbandierarlo perchè ne mancano le prove.
Se però vogliamo essere sinceri con noi stessi, chiediamoci cosa abbiamo fatto in questi 6 anni per mettere il governo nelle condizioni di stipulare il contratto ? Io dico ben poca cosa.
I tempi, economici e sociali, sono non grigi ma neri, ancora non si è parlato di parte economica e l’artiglieria pesante della stampa ha già cominciato a bombardare l’opinione pubblica con cifre spaventose.
Se persino alcuni dei nostri colleghi dirigenti hanno paura e preferiscono tacere come possiamo aspettarci rispetto e considerazione dalla controparte. I primi a non crederci sono alcuni di noi e tu lo hai notato nell’ atteggiamento di qualcuno degli altri sindacati.
Sicuramente riusciranno a farsi ricevere “ I FORCONI”, il lavoratori della “GESIP”, ai quali va tutta la mia solidarietà e tutte le altre categorie di lavoratori che in un battibaleno sono capaci di bloccare non solo Palermo, ma tutta la Sicilia e l’Italia. Adesso anche Monti da una mano al governo regionale per castigare il pubblico impiego regionale.
Io credo , in cuor mio, che saremo i primi ai quali saranno chiesti i sacrifici, e noi li accetteremo, ma i nostri sacrifici a chi gioveranno? Ai consulenti del Governo? alla casta della politica? ( al presidente lo stipendio basta appena) serviranno a salvare la Sicilia dal fallimento? Boooooo!!!!!!

Onestamente non saprei che azioni suggerire, credo di svolgere dignitosamente il mio lavoro, dirigo nel migliore dei modi la mia struttura. Perchè devo temere di chiedere quanto mi spetta?

Forse dobbiamo solo aspettare il tempo giusto perchè c’è un tempo per tutto anche per “ FORCONIZZARSI”, ma arriverà mai??????

NON ABBANDONARE!!! LA MANCANZA DI RISULTATI NON SONO DA ADDEBBITARE CERTAMENTE A TE!!!

IL TUO BLOG E’ IMPORTANTISSIMO PER TUTTI NOI CHE SIAMO LONTANI.
Ciao, N.N.”

Caro N.N. continuo a riflettere … purtroppo sopravvivere non mi è stato mai congeniale … a me piace costruire e vivere da protagonista e non per mania di protagonismo. Se anche il sindacato viene relegato in un angolo e ne viene calpestato il ruolo vuol dire che siamo alla frutta e bisogna inventarsi qualcosa … la riflessione servirà anche a questo! Grazie per la stima e la fiducia di questi anni.

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email

  4 Commenti per “Paolo … NON ABBANDONARE!”

  1. Ve la do io qualche idea, se permettete.
    Siate dei leader, nel vero senso della parola.
    Punti di riferimento nell’attività degli uffici che siete stati chiamati a dirigere: pronti ad ascoltare i vostri collaboratori, a comprendere il loro punto di vista, a raccoglierne ansie ed aspirazioni, a convogliarne e valorizzarne le poche energie rimaste e a stimolarne di nuove.
    Siate credibili, con l’esempio e l’imparzialità.
    Siate sinceri, riconoscendo gli errori e non appropriandovi dei meriti altrui.
    Siate “amici”, ma non troppo; siate “nemici”, ma non tanto.
    Se riuscirete davvero ad essere così, i collaboratori del comparto saranno i vostri primi alleati.
    E infine….mettete 50 euro l’uno e comprate la pagina di qualche quotidiano in cui spiegate all’opinione pubblica, con un comunicato chiaro e comprensibile da tutti, le vostre (e le nostre…) ragioni: e cioè che il disastro in cui si trova la Regione Sicilia non dipende dai dipendenti dell’amministrazione….

    • Purtroppo non posso rispondere per il modo di essere dirigente di tanti colleghi. Fortunatamente qualcuno interpreta il proprio ruolo come tu, il buon senso e una certa letteratura correttamente suggeriscono.
      Sul destinare circa 100.000 € all’acquisto di spazi sui giornali per denunciare il disagio dei dipendenti regionali, penso che sarebbe più eclatante, e più utile, destinare la somma a sostegno di qualche nobile causa.
      Se poi si volesse anche essere efficaci sarebbe sufficiente creare un movimento di pressione che individuati gli artefici dello stato di disagio dei dipendenti regionali si ripromettesse di non votarli e non farli votare alle prossime amministrative e regionali … certi soggetti capiscono soltanto questa lingua.
      2.000 dirigenti potrebbero movimentare almeno 20.000 voti … pochini?
      20.000 dipendenti potrebbero movimentare almeno 200.000 voti … una presenza significativa all’ARS
      Fantascienza? Forse si … vista l’ora!

  2. perchè non cominciare col pubblicare i nomi dei deputati che hanno approvato questa ignobile finanziaria ?

    • Se non vado errato la finanziaria e il bilancio sono passati con una maggioranza di 35-36, 16-17 contrari e 1 astenuto … quindi sono tutti responsabili … se l’opposizione fosse uscita non sarebbe venuto meno il numero legale o sbaglio? Quindi anche l’opposizione ha fatto la sua parte!

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha