Nella giornata di oggi, 21 dicembre 2010, il Commissario dello Stato ha impugnato alcuni articoli della legge approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana il 14 dicembre 2010 “Proroga di interventi per l’esercizio finanziario 2011. Misure di stabilizzazione dei rapporti di lavoro a tempo determinato”

Leggi La legge approvata dall’Ars

Leggi L’impugnativa del Commissario dello Stato

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email

  4 Commenti per “Stabilizzazione precari enti locali e altro – L’impugnativa del Commissario dello Stato”

  1. i politici come al solito hanno fatto un guazzabuglio ed un calderone, se volevano fare una legge seria e non impugnabile, avrebbero stabilizzato solo gli ex art. 23 ed anche solo ed esclusivamente era passato o attraverso concorsi od attraverso selezione pubblica degli uffici competenti.
    invece oltre gli aventi diritto vi sono altre sigle di precari senza nessuna selezione, ecco perchè il commissario ha bloccato un pò di articoli, ed ecco perche Lombardo dice in un untervista che
    [[“Alcune categorie di precari devono fare i concorsi? Bene. In questi concorsi c’é una riserva del 40% per i dipendenti, l’altro 60% si individua per titoli e per esami.”]]
    queste cose le sapevano già quando hanno approntato il dll, lo sapevano quando ne hanno discusso in aula temendo l’intervento del commissario, ed adesso fanno le dichiarazioni del cavolo.
    per me questi politici sono solo degli approssimati.
    un altra linea degli ultimi stabilizzati dei precari è che nonostante abbiano fatto una prova attitudinale come mandare fax, aprire e chiudere faldoni e protocollo, con l’inquadramento A e B, presupponendo che il titolo di studio in loro possesso (alcuni sono anche laureati) li possono o meno avvantaggiare andando a ricoprire ruoli che non li competono.
    tu fedro secondo te chi ha un contratto di A o B che ruolo e quale competenze hanno in un ufficio regionele?

  2. scopro sempre di più la tua arte dell’equilibrismo, “dire tutto per non dire niente”

© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha