Oggi ho partecipato a una assemblea convocata dagli amici della Cisl-Fp di Messina e quindi ho bisogno ancora di un pò di tempo per buttar giè le ultime riflessioni della settimana.

Conto di scrivere dell’incontro con il dg Bologna sul riparto dell’articolo 66 del ccrl 2002-2005 dell’area della dirigenza, dell’incontro con la dg Barresi, sui ritardi nell’invio delle direttive all’Aran Sicilia, e infine proverò a scrivere qualcosa su una mia idea di precarizzazione di tutto per asservire tutti e tutto all’esercizio del potere politico.

Chiuderò, come al solito, con un analisi dei sondaggi del blog.

Pubblicato alle ore 23,30

—–

Spero sempre di vivere in un paese normale. Tutto però fa supporre che non sia così.

E’ normale dover pensare che anche dietro l’atto più ovvio di un funzionario si possa celare la mano di una regia unica non tanto occulta?

No, non è normale. Ma come si fa a non pensarlo?

Le risorse finanziarie per la stipula dei contratti dirigenziali sono ancora carenti e i dirigenti generali aspettano la distribuzione delle risorse residue del fondo di cui all’articolo 66.

Speriamo che l’incontro di martedì scorso possa essere stato risolutivo e che quindi il dg Bologna si sia convinto di procedere alla piena utilizzazione del fondo. A oggi, però, non è partita alcuna disposizione al riguardo affinchè il dipartimento bilancio possa effettuare l’ultimo ritardo. C’è ancora da aspettare!

C’è ancora da aspettare per le direttive per i rinnovi contrattuali da inviare all’Aran Sicilia. Al momento non si sa ancora se tra i provvedimenti apprezzati dalla Giunta riunitasi ieri sera ci sono anche le direttive. C’è da aspettare!

Dopo settimane e forse mesi la dg Barresi ha trovato il tempo di ricevermi. Finalmente le ho potuto sottoporre alcune criticità che mi erano state sottoposte da alcuni colleghi. Criticità erano e criticità sono rimaste. Devo dare atto alla dg di avere le idee estremamente chiare e non è poco in questo clima di incertezza generale. Le auguro veramente di raggiungere gli obiettivi che mi ha illustrato nonostante la rotazione del “95%” delle postazioni dirigenziali. A ben vedere è valsa la pena attendere.

Il comune denominatore dell’attesa lo si può notare anche in altre due questioni non di poco conto.

Il taglio dei fondi agli enti locali e la stabilizzazione dei precari impiegati sempre negli enti locali.

Potrebbe essere la stessa storia dei PIP. Tanto i soldi li mette la Regione e quindi è bene che chi beneficia dell’intervento della Regione sappia a chi deve essere riconoscente … ma siamo in un’epoca in cui esiste ancora la riconoscenza?

Conclusioni

Settimana di attesa. Ma quanto dovremo attendere ancora? E se decidessimo di darci una mossa … magari un sit-in per ringraziare del trattamento che ci stanno riservando e per fare gli auguri per le prossime festività?

Sondaggi

Si è chiuso il sondaggio “L’indennità di posizione che ti è stata proposta nel contratto individuale è quella prevista dai criteri di pesatura adottati nel tuo dipartimento?

Sono stati espressi 71 voti, come di seguito distribuiti:

  • Non lo so perchè ancora non si sente parlare di contratti (86%, 61 Voti)
  • No, è decisamente più bassa (8%, 6 Voti)
  • Si (4%, 3 Voti)
  • No, perchè mi si deve applicare la clausola di salvaguardia (1%, 1 Voti)
  • No, se ne discosta di poco (meno del 10%) (1%, 0 Voti)

Si conferma una situazione di estremo disagio e la tendenza a non rispettare le scadenze più elementari.

Nuovo sondaggio della settimana

La mancata erogazione dell’indennità variabile a causa del ritardo nella stipula del contratto individuale ti ha provocato un qualche problema economico?

A oggi, in totale, sono stati espressi 24 voti, come di seguito distribuiti:

  • Si (88%, 21 Voti)
  • No (8%, 2 Voti)
  • No, ma solo perchè non sono monoreddito (4%, 1 Voti)

Viene confermato quanto emerge dai contatti che ho con chi si confronta con me nella quotidianità della mia attività sindacale.
Si ha tempo per votare fino alla mezzanotte dell’1 dicembre 2010.

Sempre aperto il sondaggio sul gradimento del blog.

E’ in calo dal 24 al 22 % dei votanti totali (275 alle ore 23,00 dell’26/11) il peso di chi lo ha valutato come “Poco interessante”, mentre è in aumento, dal 76% al 78%) il voto di chi lo ha giudicato Interessante e Molto interessante. Ancora troppo buoni.

A voi l’augurio di un buon fine settimana.

Condividi:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • email
© 2016 Ricordare Suffusion theme by Sayontan Sinha